Paranoia Paranoia

Paranoia

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Un giorno, a metà degli anni Novanta, Laurence Jackson Hyman, il figlio maggiore di Shirley Jackson, apre la porta di casa e – sorpresa – si trova davanti una scatola di cartone senza traccia di mittente. Dentro, immediatamente riconoscibili dai fogli di carta gialla e dai caratteri della sua Royal, una messe di scritti inediti della madre, morta ormai da trent'anni. Da quell'imprevista cornucopia, e dalle successive ricerche nel suo Fondo presso la Biblioteca del Congresso di Washington, scaturirà nel 2015 un libro sorprendente, Let Me Tell You, definito «un revival di Ai confini della realtà». I molti e appassionati lettori di Shirley Jackson – che amava dire di essere una strega – saranno così felici di trovare, nella scelta che qui offriamo, comicissimi sketch familiari, stranianti conferenze sull'arte dello scrivere, nonché alcuni dei racconti più inquietanti che «la maestra di Stephen King» abbia mai scritto. E di provare di nuovo quell'arcano sentimento che proprio lei ci ha fatto conoscere così bene: l'angoscia che si insinua in noi nell'intravedere la presenza del Male.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Paranoia 2020-09-21 12:00:54 DanySanny
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
DanySanny Opinione inserita da DanySanny    21 Settembre, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Vita di Shirley

Mi immagino a cenare con Shirley Jackson, mentre ordiniamo una crema inglese e parliamo delle ossessioni dei recensori, fantasticando su dialoghi favolosi tra i bicchieri e i coltelli, le bottiglie e i piatti in tavola. A emergere da questo “Paranoia”, infatti, non è la scrittrice, ma la donna dietro la penna: una madre innanzitutto, che rincorre il tempo per stare dietro ai quattro figli, alla casa, alle idee fulminanti che la trafiggono mentre lava i piatti o spenna un pollo; la moglie che aiuta il marito con i suoi libri, i suoi articoli per i giornali, l’autrice che ritaglia manciate di minuti per ticchettare una storia sulla macchina da scrivere. “Paranoia” in effetti è un libro molto più lieve e delicato di quanto il titolo non faccia supporre, una sorta di zibaldone che accoglie al suo interno diverse sezioni: la prima, con quattro racconti tipicamente jacksoniani, attraversati come sono da una inquietudine sottile che si disperde un po’ nei finali troppo aperti; seguono poi pezzi di varia natura: brevi scene umoristiche a cavallo tra la realtà e la finzione, simpatici resoconti famigliari (la famiglia al ristorante, i figli disobbedienti, gli stratagemmi per mantenere la propria identità nonostante gli impegni), ma anche gustosi pezzi di sorridente ironia sui recensori di libri (e questo ci interessa tutti qui nel Qmondo!), sulla genesi di alcune delle sue storie, qualche conferenza tenuta sulla letteratura e sulla sua idea di scrittura. Insomma in fondo i racconti sono la parte meno bella di questo libro che ci sorprende perché fa scoprire la vitalità esuberante di una donna che magari il lettore si immagina cupa, inquieta, macabra. Al massimo Shirley Jackson è eccentrica, nel senso buono e affascinante del termine: crea mondi mentre carica la lavastoviglie, riempie la casa di post-it per non perdere un’idea, lotta contro la pagina bianca e non teme di dire “mi arrendo”, quando correre da una parte all’altra della vita diventa troppo. Se poi volessimo leggere in filigrana, potremmo anche vivere da dentro una famiglia americana degli anni ’50, con le sue storture maschiliste, ma anche con i suoi preziosi equilibri, ma non è questo lo scopo del libro: qui tutto si legge con sguardo aggraziato e confesso che raramente ho chiuso un libro con un senso così elettrico di positività.

C’è poi un giallo a sua volta jacksoniano che circonda questo libro: il materiale che qui è contenuto, infatti, proviene da un pacco che è stato recapitato, negli anni Novanta, a casa di uno dei figli dell’autrice. Un pacco ovviamente anonimo e contenente un grandissimo numero di scritti di cui nemmeno si sospettava l’esistenza. Dal lavoro di raccolta e rammendo, arricchito dalle ricerche degli eredi presso il fondo Shirley Jackson, è nato questo libro, dal titolo esplicativo “Let me tell you”. In fondo “Paranoia” è un’autobiografia che procede per ghiribizzi e scarabocchi, per rapide deviazioni e indomite divagazioni, un libro indocile, recalcitrante, ma in fondo coinvolgente come la sua autrice. E per una volta devo tirare le orecchie ad Adelphi che per pubblicare il libro con un titolo commerciale, ne tradisce in fondo la natura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Chi vuole conoscere più intimamente la Jackson e scoprirne lati del carattere imprevedibili.
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri