Dettagli Recensione

 
Spifferi
 
Spifferi 2018-07-26 07:50:19 ornella donna
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    26 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I fantasmi di Letizia Muratori

Letizia Muratori, dopo aver pubblicato il suo primo romanzo Tu non c’entri nel 2005, a cui fa seguito: La vita in comune, Come se niente fosse, e Animali domestici; pubblica Spifferi. Un libro che è una breve raccolta di racconti tra fantasmi ed incantesimi, di fascinosa ed intrigante lettura.
Tra:
“un molestatore telefonico che a poco a poco entra nella quotidianità delle sue vittime fino a quando la vita non dovrà scardinare l’abitudine aprendo una improvvisa avventura; un vecchio amico eccentrico, fanatico, razionalissimo e al tempo stesso matto, perso nel suo labirinto prima di andarsene alla deriva seguito da una banda di medium; lo spettro di un bracco in una villa toscana dove vive una fantasmatica famiglia israelita: una coppia di omosessuali e il complicato rapporto con la madre surrogata del loro bambino in un continente lontano; storie di stranieri in Italia, osservati da angolazioni spiazzanti, fra il rischio di sparire, di non essere riconosciuti o addirittura respinti.”
Si tratta di un testo che testimonia la grandezza e lo spessore narrativo che caratterizzano questa autrice. Uno stile fine e preciso, molto discreto, composto da parole intelligenti, pazienti, molto ben ponderate. Storie prese a prestito dal quotidiano, in cui l’elemento “fantastico” si manifesta come:
“uno scandalo, una lacerazione, un’irruzione insolita, quasi insopportabile nel mondo della realtà”. (Caillois).
Una rottura dell’ordine costituito che colpisce ancora di più per la pacatezza e la tranquillità con cui viene comunicato e narrato. La misura dei fantasmi è qualcosa che sconvolge nell’intimo perché:
“I fantasmi di Spifferi sono simpatici e salvifici, aprono una porta e sanno farci da guida. Sfuggono, certo, ma accolgono e sono un rifugio e apparentemente una libera scelta, approdo delle fragilità.”.
Una lettura misurata ed attenta, trascinante e sofisticata.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri