Narrativa straniera Classici Le confessioni di Mr Harrison
 

Le confessioni di Mr Harrison Le confessioni di Mr Harrison

Le confessioni di Mr Harrison

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


"Le confessioni di Mr Harrison" è un romanzo pubblicato a puntate sul mensile «The Ladies' Companion» tra il febbraio e l'aprile del 1851. Durante una pigra sera d'inverno, William Harrison e il suo caro fratello, appena rientrato da un lungo viaggio a Ceylon, chiacchierano spensieratamente davanti al fuoco crepitante del caminetto in pietra. Charles è scapolo e chiede a William, medico affermato e padre di famiglia, di dispensargli qualche consiglio su come conquistare una donna. Così Mr Harrison inizia a rievocare la sua giovinezza da apprendista medico in un villaggio dell'Inghilterra rurale. Al resoconto delle difficoltà e alle soddisfazioni della sua professione fa da cornice un vivido ritratto della borghesia di provincia, le cui trame - come spesso accade nei romanzi gaskelliani - vedono le donne quali instancabili tessitrici e interpreti. Il giovane si troverà al centro dei loro interessi amorosi, invischiato in una trama di pettegolezzi e ambiguità.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le confessioni di Mr Harrison 2018-10-07 12:26:25 ALI77
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    07 Ottobre, 2018
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA GASKELL E' UNA CONTINUA SORPRESA

Le confessioni di Mr Harrison di Elizabeth Gaskell, esce oggi per la casa editrice Croce, che per la prima volta ha tradotto questo testo in italiano.
Il libro venne pubblicato nel 1851 in forma anonima in una rivista dedicata alle classi emergenti, ma che puntava soprattutto alle lettrici, che venivano aggiornate sulle novità della moda del tempo.
Frank Harrison è il protagonista del romanzo, è un medico e per l’epoca questa era una professione che rappresentava una novità e come tutte le cose che non si conoscevano e che rappresentavano un cambiamento, non venivano ben viste.
C’erano delle riserve nei confronti di questo mestiere che rappresentava la nuova borghesia, un lavoro inedito che spaventava e affascinava allo stesso tempo.
Il testo inizia con il fratello di Frank, Charles, che chiede al protagonista di raccontargli come è riuscito a corteggiare e a sposare la moglie e da qui inizia un racconto che ci porta a scoprire come ha conosciuto la donna.
Frank si era trasferito a Duncombe, una piccola cittadina inglese, per diventare socio di Mr Morgan, medico del paese e cugino del padre.
L’uomo ha deciso di lasciare gradualmente la sua professione e cedere il suo posto a Frank, così inizia la conoscenza per Harrison di tutti gli abitanti del paese.
Mr Morgan è molto critico nei confronti del giovane medico, non apprezza molto il suo modo di vestire e lo critica cercando di fargli capire che è importante fare una buona impressione.
“[…]mi aveva fato delle tali prediche circa importanza di coltivare le buone impressione della gente[…]”
E così l’uomo semplice e umile di Frank, si dovrà trasformare in un perfetto gentiluomo che oltre ad aiutare le persone, deve anche rendere onore al lavoro che svolge.
Duncombe è una cittadina molto tradizionalista e così anche i suoi abitanti, dove Frank, suo malgrado, dovrà abituarsi a rimanere impigliato in una serie di intrecci amorosi, equivoci, mezze parole mal interpretate e anche ad essere al centro di un quadrilatero amoroso.
Tre donne si contendono il cuore del bel medico ma solamente una quarta persona ha fatto breccia in Frank.
Il racconto è molto realistico, nella cittadina non c’è solo spazio per le trame amorose o i capricci delle donne del piccolo borgo, ma ci sono anche dei momenti di dolore, di lutto e di lacrime.
In questo Elizabeth punta molto l’attenzione del lettore su temi così forti e reali, ma che compongono in maniera viva e veritiera il quadro della persone che vivono a Duncombe.
L’autrice lascia anche spazio per l’ironia e il pettegolezzo, che stuzzica il lettore e lo incuriosisce nel seguire tutte le macchinazioni, più o meno inventate, dei personaggi che ruotano intorno a Frank.
“Non potevo fare a meno di interessarmi a lei; e più pensavo a quant’era buona, e dolce, e bella, più sentivo che meritava molto di meglio di quanto io potessi offrirle. […]”
Non entro nei dettagli delle trame amorose perché voglio lasciarvi scoprire chi conquisterà il cuore di Harrison.
“Tutto andava così bene che anziché camminare, volavo.”
“Ero così felice per i rossori di *** da comportarmi con benevolenza con tutti, e da desiderare di portare a benefico a chiunque.”
Ho apprezzato anche i molti dettagli sulla professione medica, sulla voglia di Frank di utilizzare nuove medicine all’avanguardia e anche ad un certo punto di imporsi nei confronti di Mr Morgan.
La Gaskell sceglie un medico come protagonista, forse ispirata dall’esperienza diretta che lei ha avuto da bambina, accompagnando lo zio medico Peter Holland per i suoi lunghi giri per visitare i pazienti di Knutsford.
In una città come Duncombe ci si può aspettare di tutto, gesti o parole che vengono fraintese e mal interpretate in un turbinio di emozioni e di pura gioia che il lettore ne è completamente conquistato.
“Questo è un aspetto affascinante delle piccole cittadine: tutti sono simpateticamente uniti a condividere le stesse vicende.”
Così che le non verità e i pettegolezzi arrivano alle orecchie di tutti e quindi le persone che ne rimangono coinvolte, loro malgrado, si ritrovano a farsi un’ opinione sbagliata nei confronti di Frank.
Un racconto che mi ha appassionato e che mi ha sorpresa, come del resto continua a sorprendermi quest’autrice che fino a pochi anni fa era rimasta nell’ombra, almeno qui da noi.
Dopo questo libro è stato pubblicato “Cranford”(1851-53) che mi riprometto di leggere, infatti alcuni personaggi di questo testo vengono ripresi dall’autrice nel romanzo successivo.
Tra tutti gli abitanti di Duncombe che mi hanno colpito di più cito: Mrs Rose, la vedova che ospita Frank da quando inizia a lavorare nella cittadina e Mrs Horsman, la pettegola del villaggio.
Una traduzione molto attenta e approfondita, come anche l’introduzione, che è riuscita a inquadrare il contesto storico del romanzo e rendere la storia molto scorrevole.
Un romanzo che stupisce e fa riflettere e per quanto riguarda me, mi ha disintossicato dal mondo esterno e mi ha fatto dimenticare per un momento la vita di oggi piena di social e di nulla facenti che di improvvisano “influencer”.
Per fortuna ci sono i classici e ancora una volta la Gaskell mi ha affascinato, mi ha portato con sé in una storia scritta quasi 200 anni fa ma che a me è sembrato molto attuale.
Un racconto vivo e pieno di gioie, d’ironia e anche di dolore ma che ci porta a conoscere quanto le persone si facciano influenzare da quello che pensano e che dicono gli altri.
Un testo da leggere e custodire gelosamente nella propria libreria.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
gli altri classici di Elizabeth Gaskell oppure quelli dell'epoca vittoriana
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Possiamo salvare il mondo, prima di cena
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri