Narrativa straniera Classici Tramonto di un cuore
 

Tramonto di un cuore Tramonto di un cuore

Tramonto di un cuore

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Una notte, il vecchio Salomonsohn sorprende la figlia mentre esce dalla stanza d'albergo di uno sconosciuto. Padre amorevole, egli ha consacrato ogni sforzo, ogni momento della propria vita ad assicurarle un futuro agiato. Ma ora, ossessionato da immagini di grottesca promiscuità, è incapace di accettare ciò che la sua mente, in un furioso ritornello, continua a ripetergli: sua figlia è cresciuta, è una donna. E più Salomonsohn rifiuta di parlarne, più, dentro di lui, si fa strada un violento senso di rivalsa. Solo, abbruttito, preda di un'avarizia dei sentimenti ancor prima che dei beni materiali, il vecchio padre precipita in un baratro di livida impotenza, incapace sia di recuperare il rapporto con la figlia, sia di chiederne ragione all'uomo che gliel'ha rapita.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Tramonto di un cuore 2017-03-06 22:20:56 siti
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
siti Opinione inserita da siti    07 Marzo, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Epilogo

Breve e amara novella datata 1927, racconta la fine di un’esistenza che coincide con la morte del sentire, con l’indifferenza usata come arma di protezione e di difesa. Il vecchio ebreo Salomonsohn, ricco e agiato borghese austriaco, sacrificato al lavoro, si concede una vacanza in Italia con la sua famiglia: la moglie e la bella figlia Erna. A Gardone, una notte, in albergo, sente dei rumori e vede la figlia rientrare nella sua stanza congedandosi da un furtivo incontro d’amore. Qualcosa in lui si spezza e l’intera sua esistenza si rivela: mentre si rende conto, dilaniato dai calcoli biliari, che la figlia è cresciuta, che la moglie gli è divenuta estranea, che è stato incapace di vivere le gioie della vita, il suo cuore sanguina. La sofferenza è tale che l’unica soluzione che riesce a trovare per conviverci è estraniarsi ancora di più e dalla famiglia e dalla vita. Il ritiro è subitaneo, immediato, doloroso e straniante. La famiglia si adatta anche a questo mutamento, solo quando gli eventi precipitano accorre al capezzale per trovare però l’estremo barlume di astio e di incomprensione.
Lettura veloce, può contribuire a migliorare la conoscenza dell’autore e le tematiche da lui affrontate nella produzione novellistica, mi lascia piuttosto indifferente come un bozzetto dimenticato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
E.A.Poe, Il cuore rivelatore
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri