Crime Crime

Crime

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Un poliziotto come Ray Lennox non è mai fuori servizio. Nemmeno quando è in vacanza a Miami e dovrebbe pensare solo a rilassarsi e a preparare il suo matrimonio con Trudi. In seguito a una discussione particolarmente accesa con Trudi, finisce in un bar malfamato e poi a un festino a base di coca. E qui non può fare a meno di mettere in salvo Tianna, una bambina dal passato travagliato e dal presente ancora più fosco. Sentendo di potersi fidare di lui, la madre della bambina gliela affida affinché la porti al sicuro, dall’altra parte della Florida. Il viaggio si rivela una durissima prova. Ricordo e allucinazione, incubo e realtà si rincorrono in cerca di una soluzione, di una speranza.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.3  (3)
Contenuto 
 
4.3  (3)
Piacevolezza 
 
3.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Crime 2016-12-02 18:54:57 annamariafabbian
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
annamariafabbian Opinione inserita da annamariafabbian    02 Dicembre, 2016
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il bene e il male

Il libro fa male.
Fa male davvero.
E non solo grazie al guizzo tagliente di Irvine Welsh, alla sua scrittura lobotomizzante. Si tratta di un dossier sulla pedofilia organizzata che attraversa due continenti. Si tratta di bambini trapassati da perversioni sessuali meschinamente nascoste da convegni sulle vendite immobiliari.
Si parte dal mezzo, dalla piccola Britney scomparsa mentre andava a scuola a piedi, con suo zainetto sulle spalle e le cappottino legato fin sul mento, per proteggersi dal freddo di Edimburgo. E sì finisce con l'infanzia di Ray Lennox.
La figura del protagonista è emblematica. Si tratta forse di un eroe, di un uomo, di un bambino, di una vittima o di un carnefice? Percorre passo su passo la storia delle vittime eroe dei lor carnefici, fino a pensare come loro, a parlare come loro, a comportarsi come loro.
Lennox è forse un vincitore? O un perdente?
È il buono o il cattivo?
Certe volte sembra quasi di vederlo, Ray. Con le sue paure e i mostri che sbatte in carcere tutto il giorno. Tutta la vita. Un trentenne che forse ha sette anni. Forse novanta. Forse ha un'eternità dentro di sé. Un'eternità da combattere e da cui scappare.
Una vita.
Un intera vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Crime 2012-11-01 13:58:57 Inaaza
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Inaaza Opinione inserita da Inaaza    01 Novembre, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Anche Welsh invecchia...

In questo libro ho trovato Welsh meno volgare e più "riflessivo" del solito, senza perdere il suo stile tagliente e provocatorio. Io apprezzo particolarmente quest'autore che anche questa volta non mi ha deluso. Come spesso capita nei suoi testi, incontriamo all'interno della storia un personaggio che è stato protagonista di un suo libro precedente; consiglio, quindi, la lettura de "Il lercio" prima d'iniziare Crime, in modo da poter apprezzare nella sua pienezza questa dura, brutale, bella lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A coloro che amano Welsh, Bret Easton Ellis e la scrittura chemical age.
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
Crime 2011-12-28 20:15:18 Aaron
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Aaron Opinione inserita da Aaron    28 Dicembre, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Incubo pedo

In questo romanzo amaro e avvolgente, Welsh ci trascina in un mondo cupo e torbido, che ci coinvolge attraverso la rabbia soppressa e incontrollabile di Lennox. I continui monologhi introspettivi affascinano e trascinano il lettore verso la ricerca di una via d'uscita dalla squallida situazione in cui il protagonista viene invischiato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Noir
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dove le ragioni finiscono
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri