E liberaci dal padre E liberaci dal padre

E liberaci dal padre

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Il tranquillo villaggio inglese di Keldale è lo sfondo di un delitto tanto atroce quanto inspiegabile: Roberta, adolescente introversa, viene trovata accanto al cadavere decapitato del padre e le sue uniche parole sono una confessione senza la minima ombra di pentimento. Il parroco, convinto dell'innocenza della ragazza, si reca di persona a Londra per convincere Scotland Yard ad affidare le indagini all'ispettore Thomas Lynley. Coadiuvato dal sergente Barbara Havers, Lynley indagherà nel passato della famiglia di Roberta, scoprendo che la giovanissima madre e la sorella più grande sono scomparse in circostanze misteriose.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.9
Stile 
 
4.7  (3)
Contenuto 
 
5.0  (3)
Piacevolezza 
 
5.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
E liberaci dal padre 2016-05-28 18:48:55 sonia fascendini
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    28 Mag, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un giallo come si deve

Questo è il libro d'esordio di Elisabeth George. Quello in cui per la prima volta incontriamo l'ispettore Linley e il sergente Havers. Due personaggi che più diversi di così non potrebbero essere e che avranno non poche difficoltà a lavorare assieme. Le loro vicende personali, il loro studiarsi con cirrcospezione, gli inevitabili scontri fanno sì che ci sia quasi un romanzo dentro il romanzo. Quello principale è il giallo con le indagini ed i misteri, ma a fianco, come cooprotagonista c'è tutto il mondo interiore ed esteriore dei due investigatori.
La vicenda su cui vertono le indagini è aggihacciante: una ragazza viene trovata nel suo fienile accanto al cadavere del padre con la testa mozzata da una scure. Lo scenario in cui si è compiuto il delitto è quello di un paese di campagna: poche case, brave persone, tanti segreti, tante cose che tutti conoscono, ma nessuno svela alle autorità. In questo ambiente apparentemente accogliente, ma in realtà ostile e sospettoso si devono districare le indagini. Nessuno crede che Roberta, la giovane orfana, abbia commesso il delitto, ognuno ha il proprio sospettato e molti hanno ragioni per essere tra gli indagati.Terribile ed inaspettato l'esito dell'ndagine ed il retroscena che c'è dietro la decapitazione.
Libro scritto molto bene, con molti personaggi, ma tutti ben descrtti e con caratteristiche uniche. Ogni personaggio, ambiente o avvenimento ha il suo perchè: niente è di troppo e niente manca dentro questo volume.

Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
E liberaci dal padre 2010-04-25 10:53:51 gracy
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
gracy Opinione inserita da gracy    25 Aprile, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il giallo che si tinge di nero

Mannaggia, accidenti alla George, chi si crede di essere? E' americana e descrive l'Inghilterra come una lady britannica, crea personaggi stupendi con personalità forti di Scotland Yard, descrive lo Yorkshire, la sua campagna ed i fiori, i villaggi ed i suoi abitanti così bene e poi cosa fa ci mescola un grandioso giallo, che via via si modella in tanti toni che mischiandosi si trasforma nel nero. Il nero dell'anima dell'uomo, della malignità più atroce che si possa scandagliare. Non voglio descrivere i personaggi per non togliere il gusto di chi non ha mai letto questa bravissima autrice, ma delle tappe utilizzate fino alla risoluzione del caso: si parte dall'Antico Testamento, passando da Shakespeare, Riccardo III e dalla Bronte fino ad arrivare a Pericle.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
E liberaci dal padre 2009-08-25 16:38:44 Emma
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Emma    25 Agosto, 2009

l'inizio della passione

Questo è il primo romanzo della George con protagonisti l'investigatore di New Scotland Yard Thomas Lynley e il sergente Barbara Harves. Questo libro mi ha fatto innamorare letteralmente della George. La trovo una scrittrice assolutamente completa. Riesce a coinvolgere totalmente il lettore ed esprime in maniera magistrale la psicologia dei personaggi. E' americana, ma sembra di leggere una scrittrice inglese. La nuova Agatha Christie.

Lo consiglio a tutti coloro che amano i gialli.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri