Everest. Alba di sangue Everest. Alba di sangue

Everest. Alba di sangue

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

E' il 1925 e la febbre dell’Everest è al suo picco. Dopo la scomparsa dell’alpinista inglese George Mallory e del suo compagno Andrew Irvine, avvenuta sulla cresta nord-est l’anno precedente, la conquista della vetta più alta del pianeta è il sogno degli avventurieri di tutto il mondo. Deacon, alpinista, poeta e eroe di guerra, riesce a farsi finanziare una spedizione in Himalaya promettendo a Lady Wessex di cercare suo figlio, svanito nel nulla durante un tentativo di scalata. Ma quando Deacon e i suoi compagni arrivano sulla montagna, scoprono che la morte del giovane Wessex non è stata un incidente e si rendono conto che sull’Everest non sono soli: qualcuno, o qualcosa, gli sta dando la caccia…



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Everest. Alba di sangue 2015-11-02 22:17:02 Mr. A
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mr. A Opinione inserita da Mr. A    03 Novembre, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Perché scalate l'Everest ? perché è lì

Premetto che è il primo libro che leggo di Dan Simmons e che non lo conoscevo affatto quando ho iniziato, un po d'impulso, la lettura di "everest alba di sangue" (the abominable è il titolo originale).

Il romanzo è narrato in prima persona da un alpinista inglese, siamo nel 1925 e l'everest, la vetta del mondo 8848m, non era ancora stato conquistato. Un gruppo di 3 alpinisti (i 3 protagonisti principali del romanzo) riescono a farsi finanziare una spedizione sull'Everest da una ricca signora col pretesto di trovare il corpo di suo nipote deceduto sulla montagna, quest'occasione venne colta al volo dai 3 alpinisti che sognavano la vetta. La spedizione seguirà le orme dei due famosi scalatori George Mallory e Sandy Irvine che, avvistati non troppo distanti dalla vetta, scomparvero tra i ghiacci dell'Everst lasciando tutt'ora irrisolta la questione se l'avessero o meno raggiunta.

La trama si sviluppa tra scalate sulle alpi (nelle prime pagine i 3 si trovavano sul cervino), montagne inglesi, Galles, Germania e India, nelle varie fasi dell'organizzazione della spedizione e dell'equipaggiamento (descritto benissimo, nei minimi dettagli (addirittura vengono nominatele marche delle stufe d'altissima quota in voga negli anni 20)) nonché della partenza e dell'organizzazione dei vari campi (dal campo base al campo VI, poco distante dalla tenda).

Sul resto della trama non mi dilungherò, per non cadere nello spoiler, ma i misteri, gli intrighi, l'azione a mano armata, si concentreranno nella parte finale dell'libro (circa 1/3 e addirittura meno), il resto è dedicato al puro alpinismo. L'autore ci fa capire in maniera chiara, cosa significa essere un alpinista negli anni 20. Nessun dettaglio tecnico viene risparmiato, dalle tecniche alpinistiche agli effetti del freddo glaciale sul corpo umano, dalle usanze degli abitanti del tibet alla penuria di ossigeno al di sopra della cosiddetta death zone. Tutta questa parte occupa circa il 65-70% del libro.

Da grande appassionato di montagna ho trovato il libro molto piacevole e mai noioso. Vuoi perché rivela fatti poco conosciuti, vuoi perché la suspense è mantenuta alta dalle continue avversità climatiche e da tutti i problemi che possono sorgere quando si scala l'Everest, una montagna di quasi 8900 m con temperature che sfiorano i -60 °C , con abbigliamento di lana e semplici corde di canapa.
dal'70% in poi (parlo in percentuale e non per pagine perché ho letto il libro sul kindle) il libr cambia completamente volto e da un libro di montagna si trasforma in un giallo, in un libro d'azione, è la parte dove i pezzi del puzzle iniziano a combaciare e a ricostruire la vera motivazione della loro impresa, quando al Deacono (un alpinista dei 3, il più grande ed esperto) gli viene chiesto "Perché scali l'Everest ?" lui risponde "Perché è lì" ma in realtà ha ben altri motivi.

Questa parte scorre veloce e trascina all'epilogo in un batter d'occhio (a parte alcune scene totalmente irreali e incredule), la suspense è sempre altissima, e i colpi di scena non mancheranno davvero.

ATTENZIONE: io l'ho saputo troppo tardi, ma pare che l'edizione Italiana edita da fabbri, sia tagliata di 150 pagine rispetto a quella originale. In alcuni tratti infatti ho avuto l'impressione che la storia correva troppo velocemente e rimanesse in alcuni punti un po "campata in aria".
Comunque è un libro che consiglio a tutti gli appassionati di libri sulla montagna, vi farà venire i brividi (di freddo).

PS: non c'entra nulla col film uscito da poco al cinema !

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
libri sull'alpinismo, gialli e thriller
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Finestra sul vuoto
Prato all'inglese
Ti ricordi Mattie Lantry
The turnglass
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Il mistero del treno azzurro
Senza pietà
Il libro delle cose sconosciute
La casa delle tenebre

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232