I figli di Dio I figli di Dio

I figli di Dio

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Manila, Filippine. Nausea, mal di testa, uno svenimento: per sapere di cosa si tratti, Maria, una sedicenne anni che vive in una baraccopoli, affronta la lunga attesa per essere visitata da un medico volontario. La diagnosi è semplice: Maria è incinta. Ma le circostanze di quella gravidanza sono eccezionali... Maria infatti è ancora vergine. Gort, Irlanda. Da alcuni giorni, fuori della casa della famiglia Riordan si allunga una fila di persone raccolte in preghiera. Vogliono un'unica cosa: vedere e toccare la giovane Mary, una sedicenne vergine. E in attesa di un bambino. Lima, Perù. L'arcivescovo della diocesi sudamericana manda un messaggio urgente al Vaticano: uno sperduto villaggio di montagna sta diventando meta di pellegrinaggi, perché si è sparsa la voce che lì viva una sedicenne, vergine, incinta. Il suo nome è María. Sconcertato, il papa decide di affidare a Cal Donovan il compito d'incontrare le tre vergini per capire se quello che è successo loro sia un miracolo autentico. E Cal si mette subito in viaggio. Prima parla con la ragazza filippina, poi con quella irlandese. Entrambe sono disorientate e non sembrano rendersi conto di cosa stia accadendo. Ma c'è un altro punto in comune. Tutte e due, una sera di qualche mese prima, mentre tornavano a casa sono state accecate da una luce abbagliante e hanno sentito una voce dire loro: «Sei stata scelta». Poi Cal vola in Perù, ma non riuscirà a incontrare la terza María: la ragazza è scomparsa. E, nel giro di poche ore, anche delle altre due vergini si perdono le tracce. Cosa sta succedendo? Chi ha preso le tre vergini? Mentre il mondo si interroga sulla loro sorte, Cal intuisce che forze oscure fuori e dentro le gerarchie ecclesiastiche hanno messo in moto un piano per destabilizzare dalle fondamenta il papato di Celestino VI. E lui è l'unico che può sventare la più grande minaccia che incombe sulla Chiesa di Roma dai tempi dello scisma d'Occidente e della riforma protestante...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I figli di Dio 2019-07-05 13:21:44 ferrucciodemagistris
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ferrucciodemagistris Opinione inserita da ferrucciodemagistris    05 Luglio, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Intrigo in Vaticano

Devo dire che Glenn Cooper è uno dei miei scrittori contemporanei preferiti; ho iniziato a leggere la sua tetralogia “La biblioteca dei morti” e poi la trilogia “Dannati” . Le sue trame sono avvincenti ed evocano misteri e tematiche che intrecciano il thriller alla documentazione storica, l’archeologia, la religione e complotti vari indirizzati a minare le basi della cristianità
.
L’attuale romanzo è parte di un’ulteriore quadrilogia in cui compare quale protagonista principale Calvin Donovan, che, oltre a essere professore ad Harvard di storia delle religioni, si rivela ottimo investigatore, ingaggiato dal Papa Celestino VI al fine di dipanare un nodo gordiano la cui origine emerge da gruppi di persone che hanno interesse a smontare il percorso progressista del nuovo pontefice.

La narrazione è basata su accadimenti in cui sono implicate tre ragazze tra i 15 e 17 anni, di origine povera e viventi in tre distinti e lontani villaggi in varie parti del mondo che risultano essere incinte nonostante ancora vergini; tali fatti hanno all’apparenza l’impossibilità di trovare soluzioni razionali, ma grazie alla ricerca, alla caparbietà e al coraggio del professore- detective si riesce a scoprire la trama della ben congegnata matassa labirintica.

Una lettura piacevole e scorrevole ma non all’altezza dei romanzi della “Biblioteca dei morti”, quindi da leggere senza aspettarsi il capolavoro.
Se posso fare un paragone, il protagonista Calvin Donovan ha molto in comune con Robert Langdon de “Il codice da Vinci” di Dan Brown…ma è una mera mia impressione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri romanzi di Glenn Cooper
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri