Il bosco degli orrori Il bosco degli orrori

Il bosco degli orrori

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Quando Dexter McCray si risveglia dopo una delle sue sbronze, in casa, accanto a lui, c’è l’amico Gregg, sceriffo della contea. Dexter non ricorda nulla di cosa sia successo la notte prima, eppure, come gli racconta Gregg, ha minacciato la ex moglie con una pistola per poi avventurarsi alla guida del suo trattore nei campi sotto casa, fino al boschetto che li circonda. Poche ore dopo, proprio in quel bosco, Dexter scorge qualcosa di terribile. Tra l’erba incolta, con indosso ancora la divisa da cameriera del Riverside Café, giace il corpo senza vita di Jessica, una ragazzina di soli sedici anni. Gregg è assalito dal terrore. E se a ucciderla fosse stato lui?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
4.3  (3)
Piacevolezza 
 
4.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il bosco degli orrori 2020-08-29 08:41:27 SaRA8993
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
SaRA8993 Opinione inserita da SaRA8993    29 Agosto, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

VUOTI DI MEMORIA INGANNEVOLI


Thriller non thriller al sapore di un giallo che si legge tranquillamente poiché lo stile della scrittura appare molto fluido,semplice e comprensibile ma lo stato d’animo che genera non corrisponde perfettamente al genere di romanzo a cui appartiene. Tiene comunque il lettore con il fiato sospeso sino alla fine, incuriosendolo. Come in qualunque romanzo thriller che si rispetti, tutto gira intorno ad un omicidio: nel boschetto di fronte alla casa di Dexter è stato ritrovato il corpo di una ragazza di sedici anni di nome Jessica. Dexter è un alcolizzato con problemi di memoria e, per quanto lui ne può sapere, potrebbe essere stato lui stesso l’assassino. Deciso a scoprire chi è stato e per quale motivo l’ha uccisa,cercando in tutti i modi di escludere se stesso dai principali indiziati, Dexter incomincia a instaurare un rapporto intimo con l’anima di Jessica: lei lo ascolta mentre si confida, lo abbraccia calorosamente nell'innocenza della sua età e addirittura lo sprona alla vendetta in certi casi. Persino uno come lui capisce che sta impazzendo sino a perdere completamente il controllo di se stesso e commettere delle ingiustizie.
Il finale chiarisce tutti i dubbi.
E’ un buono spunto se si vuole comprendere il funzionamento della mente umana con particolare attenzione ai vuoti di memoria e alla frustrazione che la consapevolezza di ciò crea nella persona che ne è affetta. Compiere un’azione e non ricordarla è senza dubbio una faccenda frustrante, in particolare se è un omicidio.
La mente inganna,certe volte.
Libro consigliato a chi è amante delle storie contornate da mistero,omicidi,colpevoli da smascherare ma non consigliato a chi ama il genere thriller.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il bosco degli orrori 2019-04-14 14:25:37 sonia fascendini
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    14 Aprile, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

quando la mente inganna

Dexter è un alcoolizzato e gliene importa poco. Sua figlia è morta e come spesso succede il matrimonio non ha retto alla batosta. Dexter ha anche una malattia di tipo psichiatrico, ma ha deciso di smettere di prendere le pillole che tengono a bada le allucinazioni, ma tendono a stordirlo. In un momento tra una sbornia e l'altra quando è abbastanza lucido per alzarsi dal letto, decidere di dedicarsi ai suoi campi, ma ancora fatica a tenersi ben dritto sulle gambe trova sotto un albero qualcosa dii inaspettato: si tratta del cadavere di una ragazzina con una divisa da cameriera. Con la coscienza perennemente sporca Dexter decide che nong li conviene denunciare il ritrovamento e si incammina verso il sentiero più complicato: vuole trovare il colpevole e in questo modo assicurarsi di non essere lui l'assassino. Ad aiutarlo nelle indagini ci sarà il fantasma della ragazza morta: a volte una seducente Lolita, altre volte una compagna crudele e feroce. John Rector ha con abilità costruito un giallo che spazia liberamente nella parte più cupa e nascosta della mente umana. Per quasi tutto il libro mi sono chiesta se in quel momento eravamo nella fase vigile di Dexter, o se mi trovavo dentro una delle sue allucinazioni. Fino alla fine non ho saputo se era lui il copevole e se n'era semplicemente dimenticato, ma anche se il cadavere esistesse o anche quello fosse solo un parto di una mente al collasso. Romanzo breve che si legge tutto d'un fiato, non solo per le poche pagine, ma soprattutto perchè la prosa è semplice e scorrevole e perchè la trama fa sì inorridire, ma come tutte le cose raccapriccianti attira come una calamita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il bosco degli orrori 2012-08-19 10:59:13 DarkPlanet74
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
DarkPlanet74 Opinione inserita da DarkPlanet74    19 Agosto, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Romanzo Psicologico macchiato di darkhorror.

Ottimo mix narrativo.
Un romanzo che è un mix thriller/horror che lascia un buon sapore.
Consigliatissimo ai lettori di John Connolly, forse l'autore si ispira al suo stile, forse no.
Comunque una prova riuscitissima l'ho bruciato in 3 giorni, e e sono rimasto piacevolmente scottato.
Sconsigliato agli manati del thriller tradizionale, questo è molto più scuro di pagina in pagina come il colore del sangue sotto il chiaror di luna.
4 Stelle strameritate.
Super consigliato agli amanti dei romanzi di John Connolly su "Charlie Parker".
Bello accidenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
John Connolly su "Charlie Parker".
Trovi utile questa opinione? 
31
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Finestra sul vuoto
L'ultimo conclave
Prato all'inglese
Mio marito
Ti ricordi Mattie Lantry
The turnglass
Il pericolo senza nome
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Il mistero del treno azzurro