Il quaderno rosso Il quaderno rosso

Il quaderno rosso

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Leyli Maal è una bella donna maliana, madre di tre figli, che vive in un minuscolo appartamento della periferia di Marsiglia in compagnia di una collezione di civette e di una montagna di segreti. La sua vita tranquilla di immigrata ben integrata viene scossa all’improvviso da due delitti in cui sembra coinvolta la bellissima figlia maggiore Bamby. I due omicidi si rivelano ben presto essere parte di più complesse operazioni ascrivibili a un racket dell’immigrazione clandestina che coinvolge personaggi insospettabili e organizzazioni che lucrano sulla pelle dei più derelitti. A cercare di dirimere la matassa è Petar Velika, un commissario fin troppo navigato, coadiuvato dal tenente Flores, giovane poliziotto tecnologico, ma senza esperienza sul campo. In quattro giorni e tre notti è un susseguirsi pirotecnico di cacce all’uomo, omicidi sventati o eseguiti, dirottamenti di yacht, traversate del Sahara, naufragi. È il misterioso tesoro di Leyli quello che in realtà tutti stanno cercando? O il suo diario segreto, il famoso quaderno rosso che contiene troppi nomi perché ci si possa permettere che venga trovato? Spettacolare come tutti i romanzi di Bussi, dove i colpi di scena si susseguono con un ritmo incalzante, Il quaderno rosso dà una visione nuova e per certi versi illuminante di un problema di grande attualità com’è quello dell’immigrazione clandestina.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il quaderno rosso 2018-10-02 17:37:47 ornella donna
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    02 Ottobre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'immigrazione clandestina francese

Michel Bussi firma una storia particolare ed avvincente ne Il quaderno rosso. Un:
“Nuovo spettacolare thriller. Una storia originale e molto umana tra Marsiglia ed Africa.”.
Un romanzo che dura quattro giorni e tre notti in un crescendo d’atmosfera. Narra la storia di Leyli Maal, immigrata in Francia, di origine malese, che è alle prese con grandi difficoltà nella vita. E’ molto bella, e ha tre figli, che sono la sua principale ragione di vita. Ma un giorno Bamby, la figlia più bella, è coinvolta nell’uccisione cruenta e alquanto strana di un professore universitario, ucciso in una camera d’albergo. Ucciso, ma prima gli è stato fatto un test. Una uccisione insolit e alquanto priva di qualsiasi movente. Molte saranno le morti inspiegabili in albergo, e Bamby è fortemente sospettata. Ad indagare Peter Velika, giovane, ma preparato commissario. Quest’ ultimo scopre ben presto verità imbarazzanti che vedono coinvolte persone legate all’immigrazione clandestina, in un noir dalle tinte fosche e preoccupanti.
Bellissimo il personaggi di Leyli, giovane donna, che ha provato sì molte gioie, ma anche dolori indicibili. In un crescendo continuo ci viene svelata la sua storia, con grande delicatezza e dolcezza, segnata da molti, interessanti e curiosi, segreti.
Un ottimo libro di grande attualità. Si parla di immigrazione, di quanto incida sulla Francia, sui suoi traffici illeciti e sul guadagno facile ottenuto sulla pelle degli esseri umani. Traffici illeciti, scarsa umanità, colpi di scena sono gli ingredienti del romanzo. Scritto con una prosa che cattura, possiede, forse, meno fascino e suspence rispetto al solito. Un labirinto intricato per un libro che, nonostante la molte, convince ed appassiona.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le rughe del sorriso
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bontà
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il giro dell'oca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Game
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rumore del mondo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Suite 405
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Addio fantasmi
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'unica storia
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'uomo che trema
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Isola di neve
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Khalil
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono corso verso il Nilo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri