Il sentiero Il sentiero

Il sentiero

Letteratura straniera

Classificazione
Autore

Editore

Casa editrice

Un uomo fradicio e intirizzito si risveglia su una spiaggia sconosciuta. Non ricorda nulla, né di quel che è successo né di sé: ogni memoria è svanita. Aiutato da un'abitante del luogo, recupera qualche brandello della propria identità. Vive in un cottage sull'isola di Harris nelle Ebridi, e sta conducendo delle ricerche sul mistero di tre guardiani scomparsi nel 1900 dal faro locale. Ma i file che dovrebbero contenere i capitoli del libro sono vuoti. L'unico indizio è una mappa su cui è tracciato un sentiero, la Via delle Bare, che attraversa l'isola. L'uomo non sa dove conduca, ma sa che seguirlo potrebbe essere il solo modo di ritrovare sé stesso e la verità. Con la consueta maestria, Peter May ci riporta fra i panorami incantati delle isole Ebridi in un romanzo che intreccia i colpi di scena di un thriller alle emozioni di un viaggio nell'anima, e nel futuro, dell'umanità.



Recensione della Redazione QLibri

 
Il sentiero 2017-09-19 13:35:16 C.U.B.
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    19 Settembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

God save the Queen

Api, vento, tempesta, sentieri, Ebridi, amnesia, cottage, omicidio, labrador.
“Ti odio, ti odio, ti odio”, poi mio padre si uccise.
Io non ti conosco, non so nemmeno chi sono. Questa e’ casa mia ?
Studi scientifici dimostrano che.
INVIO.

Un eco thriller e’ sempre un gradito compagno di lettura se calibrato nel modo giusto. “Il sentiero” riempie il tempo piacevolmente lasciando un marcato spiraglio di riflessione per una questione che appare molto seria, al soggetto lungimirante.
L’argomento ecologico che si cela nei meandri della narrazione e’ stato bene approfondito dall’autore, il medesimo trasmette una serie di nozioni in maniera coerente, dal pulpito di studi concreti.
Ben tornita la penna, le pagine procedono intriganti in fluida eleganza, grazie anche al continuo intreccio tra la vicenda ed il meraviglioso contesto paesaggistico.
Regge bene la trama in un giallo ben studiato dove i conti tornano, e dove sono ben lieta di avvisare della mancanza dell’impetuoso, rocambolesco sprint all’americana.

Un autore che non conoscevo ed approfondirò, un buon libro a cui non nego essermi affezionata.
Ovviamente consigliato, e che Dio salvi la regina.
Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il sentiero 2017-10-16 11:08:50 Pelizzari
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    16 Ottobre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cercare se stessi

Un uomo si risveglia su una spiaggia senza ricordare nulla di sé. Che shock che deve essere… Piano piano, con qualche indizio, riesce vagamente a ricostruire una parvenza di propria identità, ma i punti di domanda sono tanti e vanno di pari passo con l’angoscia che queste pagine ti trasmettono, in un crescendo che è veramente molto adrenalinico. Tanti sono i momenti in cui avverti che il protagonista si sente totalmente e violentemente solo. Tanti sono i colpi di scena. Bellissima la trama, anche se c’è un punto che è proprio un cerchio che non mi si è chiuso… Bella l’ambientazione nelle isole Ebridi, con i loro panorami incantati ed il loro fascino. Bella l’idea del sentiero, che è un filo di Arianna per intraprendere sia un viaggio dentro la propria anima, sia un viaggio dentro il futuro dell’umanità, perché questo ecothriller è in larga parte dedicato al mondo delle api ed alla necessità di salvarle, per salvare noi stessi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Finestra sul vuoto
L'ultimo conclave
Prato all'inglese
Mio marito
Ti ricordi Mattie Lantry
The turnglass
Il pericolo senza nome
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Il mistero del treno azzurro