L'abito da sposo L'abito da sposo

L'abito da sposo

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Chi è veramente Sophie? Sappiamo che ha trent'anni ed è la babysitter di Leo, il figlio di una coppia di ricchi parigini. La giovane donna sembra non avere una vita privata, si dedica totalmente al bambino, il resto è un mistero. Ma sappiamo che è ossessionata da una doppia identità, dimentica cosa ha fatto poche ore prima e vive in un costante stato di oblio. Una sera la mamma di Leo rientra tardi e trova Sophie addormentata davanti alla tv, le propone di restare a dormire e lei accetta. Il mattino dopo la ragazza si risveglia sola in casa e fa una terribile scoperta: Leo è stato strangolato nel sonno, proprio accanto a lei. Lo sconcerto è profondo e la soluzione che le si prospetta è una sola: una fuga senza meta, via da Parigi, lontano da tutto, per provare a ricostruirsi una vita. Perché Sophie deve salvare se stessa e agirà ignara di essere in trappola da sempre, costretta a una corsa folle come un animale in gabbia. Di chi sia la mano che tiene la vita di Sophie in pugno e perché sia intenzionata a distruggerle l'esistenza è la storia di questo romanzo: una discesa negli inferi della mente, una partita a scacchi dove due protagonisti si sfidano con strategie impeccabili e dove anche la psicosi più efferata riesce a trovare una spiegazione, una forma di compassione.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'abito da sposo 2022-09-20 07:46:47 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    20 Settembre, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Chi assassina l'assassino?

Se dagli autori francesi vi aspettate solo storie romantiche ed ambientazioni sognati, "L'abito da sposo" è il titolo che vi farà ricredere in pieno. Nonostante abbia come location principale la scenografica Parigi e segua la vita di una donna giovane e bella, capirete già dalle prime pagine di avere di fronte un thriller tanto inquietante da sfociare quasi nell'horror; e forse il punto forte del romanzo è proprio il terrore che riesce a trasmettere pur non raccontando nulla di paranormale.
La narrazione si apre nella ricca dimora dei coniugi Gervais, presso i quali lavora la protagonista, Sophie Duguet, come bambinaia del piccolo Léo. Una sera la donna rimane ad aspettarli fino a tardi e decide di dormire lì; la mattina dopo, scopre che il bambino è stato brutalmente ucciso. Soffrendo di frequenti vuoti di memoria, Sophie si convince di averlo assassinato e decide di darsi alla fuga. Un inizio decisamente cupo, che però rappresenta solo la punta dell'iceberg: la situazione non farà che peggiorare nel corso della storia, diventando uno dei libri più disturbanti letti di recente. Forse solo "Un ragazzo sveglio", una delle novelle all'interno della raccolta "Stagioni diverse" di King, mi ha turbata così tanto.
La trama quindi è ben più contorta di come venga inizialmente presentata, e infatti quello di Sophie non è l'unico POV che il lettore può seguire; purtroppo non posso dire altro perché vi rovinerei la lettura, però è una storia da scoprire pagina dopo pagina. Ed il risultato finale è brillante, grazie alla capacità di Lemaitre di intessere una trama ricca di inganni e manipolazioni, nonché di delineare un cast di personaggi forse un po' ristretto ma molto interessante.
I protagonisti sono infatti estremamente intelligenti ed in grado di sfruttare al meglio le risorse in loro possesso, anche quando queste sono limitate per varie ragioni; seguire i loro piani risulta così affascinante. Peccato manchi un contrappeso dal punto di vista emotivo, perché per quanto mi sia piaciuto leggere delle strategie di Sophie per nascondersi dalle forze dell'ordine, avrei voluto qualche scena in più dedicata ai suoi rapporti con l'amica Valérie e soprattutto con il padre. In questo modo anche la conclusione sarebbe risultata più coinvolgente.
In generale le interazioni tra la protagonista ed il padre mi hanno lasciato un po' perplessa, in particolare perché si svolgono unicamente tramite messaggi in chat, dal tono leggero e un po' fuori luogo rispetto alla cupezza del contesto. Questo è il solo scivolone stilistico, per il resto la prosa del caro Pierre si adatta bene alla psicologia dei protagonisti e ne riflette al meglio le emozioni.
Anche il finale non mi ha soddisfatta del tutto: mi è sembrato un po' affrettato, considerando il ritmo portato avanti per tutto il resto del volume; però di sicuro non è scontato, infatti ero certa si sarebbe puntato su una risoluzione ben diversa.
Oltre a quelli già citati, devo annoverare tra gli aspetti positivi il tono e l'atmosfera, che creano un'ottima suspense per tutto il volume. Da questo punto di vista vi potrebbe ricordare molto dei titoli simili, usciti negli anni seguenti e di ben maggiore successo, come "You" e "Gone Girl"; anche qui ci si concentra su personaggi dalla morale ambigua -o direttamente negativi- per i quali il lettore è però spinto a provare empatia, o comunque un forte interesse. Mi è piaciuta molto anche la scelta di parlare di violenza di genere, sotto diversi aspetti, e di come la si possa ribaltare per ottenere una rivalsa: Sophie non è affatto un'eroina positiva, ma si finisce comunque per capire il suo punto di vista e sostenere in qualche modo le decisioni che prende.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il treno per Istanbul
Agatha Raisin. Campane a morto
Il caso Agatha Christie
Trappola di sangue
Brave ragazze, cattivo sangue
Il verdetto
Ci vediamo stanotte
Quel che la marea nasconde
Il caso della sorella scomparsa
La ragazza di neve
L'abito da sposo
Bersaglio. Alex Cross
La congiura dei suicidi
Il club delle vacche grasse
Il regno di vetro
In silenzio si uccide