La lista del giudice La lista del giudice

La lista del giudice

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Lacy Stoltz si è trovata troppe volte di fronte a casi di corruzione nella magistratura nel corso della sua carriera di investigatrice presso un'apposita commissione in Florida. A quasi quarant'anni vorrebbe cambiare lavoro, ma proprio quando sembra essersi decisa viene contattata da una donna misteriosa e molto spaventata. Jeri Crosby si presenta sotto falso nome e sostiene di sapere chi ha assassinato suo padre vent'anni prima, un caso rimasto irrisolto. Ha assolutamente bisogno dell'aiuto di Lacy perché è convinta che l'autore dell'omicidio sia un giudice irreprensibile. Jeri non si è mai persa d'animo, si è messa sulle sue tracce, usando diverse identità, e ha segretamente condotto delle indagini minuziose, scoprendo via via altre vittime uccise nello stesso modo. I suoi sospetti sono più che fondati, ma mancano delle prove schiaccianti perché il giudice in questione è un uomo dall'intelligenza fuori dal comune e molto scaltro, conosce in anticipo le mosse della polizia e soprattutto conosce la legge. Questa volta Lacy non si trova di fronte a un caso di corruzione: l'uomo che si nasconde dietro la toga potrebbe essere un serial killer. Lacy deve scoprire la verità a tutti i costi senza rischiare di diventare l'ennesima vittima della sua lista. "La lista del giudice" è il primo thriller di John Grisham su un serial killer e segna il ritorno di Lacy Stoltz, già protagonista de "L'informatore" (2016).



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La lista del giudice 2021-12-29 11:45:47 cesare giardini
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    29 Dicembre, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Allegoria dell'eterna lotta tra bene e male.

John Grisham, famoso soprattutto per i suoi legal thriller, rispolvera in questo romanzo la figura di Lacy Stoltz, membro della Commissione Disciplinare Giudiziaria della Florida, già protagonista del giallo “L’impostore” del 2014. E’ un filone narrativo che si discosta dai consueti romanzi dello scrittore, nei quali dibattiti processuali e vicende giudiziarie costituiscono gran parte della narrazione. Qui invece Grisham ci presenta un vero e proprio thriller dal ritmo incalzante: il colpevole questa volta è un giudice, Ross Bannick, nelle vesti di un lucido e freddo serial killer, un uomo apparentemente insospettabile, stimato dai colleghi, che riesce a nascondere un passato tormenrtato. Abusato da ragazzo, incapace di rapporti normali con l’altro sesso, si trasforma anno dopo anno in un soggetto sociopatico, cova sentimenti di vendetta contro chiunque l’abbia sottovalutato o deriso o comunque gli si opponga per i più svariati motivi. Ha una lista di persone da eliminare, e la sua vendetta giunge puntuale e inaspettata anche a distanza di anni, e sempre con le stesse modalità: un cappio di nylon al collo, con nodo particolare, dopo sfondamento del cranio con una sfera di acciaio. Il killer, per altro dal comportamento professionale cristallino e rispettabile, non lascia tracce dei suoi delitti e le indagini cadono dopo anni nel dimenticatoio. Ma c’è una donna, Jeri Crosby, che non dimentica l’assassinio del padre, vittima del killer, della cui identità è certa. Contatta la Stoltz e tenta tra mille difficoltà di coinvolgerla nella ricerca di prove: questa dapprima tentenna, poi, quando diventerà direttrice pro tempore della Commissione Disciplinare, inizierà ad indagare. Il romanzo entra nel vivo, anche il killer, sempre all’erta, inizia ad insospettirsi: intercettazioni, spionaggio informatico sofisticato, lettere anonime, reperti occasionali, tracce di impronte digitali, è tutto un susseguirsi di indagini sia da parte della Stolz che del killer, che si sente braccato e teme di perdere l’invulnerabilità che si era costruito anno dopo anno. Una serie ben congegnata di colpi di scena porta allo scontro fatale tra i due, che prelude ad un finale sorprendente ed inatteso, degno veramente della penna di un grande scrittore.
In conclusione si può affermare che forse è uno dei romanzi più riusciti di Grisham, avvincente, senza pause, ricco di suspence, con personaggi, anche quelli secondari, descritti con grande maestria. Lo scrittore riesce a presentarci con grande verosimiglianza un personaggio, quello del killer, che riesce ad affrontare con lucidità e freddezza il suo comportamento ambiguo, affrontando la professione di giudice con straordinaria tranquillità e sicurezza e nel contempo eliminando con spietata crudeltà e senza alcun rimorso le vittime designate .
Il pensiero corre, per analogia, a quel grande capolavoro senza spazio né tempo di Stevenson, “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” della fine Ottocento, ambientato nella Londra vittoriana, in cui il caso di sdoppiamento della personalità illumina, come nel romanzo di Grisham (si parva licet…), la forza del bene e del male nella natura umana.
Pur con qualche incongruenza e forzatura, il romanzo di Grisham assume un significativo valore allegorico nell’eterna lotta tra i due estremi, che si risolve non di rado senza vinti né vincitori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L'impostore, di John Grisham.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri