Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Piccoli atti di misericordia
 

Piccoli atti di misericordia Piccoli atti di misericordia

Piccoli atti di misericordia

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Boston, estate 1974. Per contrastare le discriminazioni e l'odio fra le etnie, le autorità impongono a molti ragazzi delle scuole frequentate dagli afroamericani di trasferirsi nelle scuole dei bianchi e viceversa, alimentando tensioni e proteste. È in questa estate torrida e tumultuosa che Mary Pat Fennessy precipita di nuovo nell'inferno. Quarantadue anni passati fra le case popolari dell'enclave irlandese-americana di Southie, ha perso il primo marito giovanissima, e poi un figlio per overdose. Ora le resta solo l'adorata figlia Jules, un fiore di diciassette anni. Ma una notte, dopo un'uscita con gli amici, Jules non rientra a casa. Quella stessa notte, un ragazzo nero viene trovato morto sulla banchina della metropolitana del loro quartiere. Cosa ci faceva all'alba in una zona di bianchi? E soprattutto, perché nessuno sa dov'è Jules? I due eventi hanno forse un legame? Cercando una risposta a queste domande, Mary Pat inizia un viaggio alla ricerca della verità. Un viaggio che diventa sempre più angoscioso e animato da una rabbia furente. Perché Mary Pat è una madre, e una madre è disposta a tutto pur di ritrovare la propria figlia, anche a porre domande giuste alle persone sbagliate, infastidendo il boss della mafia irlandese Marty Butler. Finché, tappa dopo tappa, la sua ricerca disvela abissi di verità impensabili...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Piccoli atti di misericordia 2023-08-31 15:23:44 cesare giardini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    31 Agosto, 2023
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una madre in guerra.

Commonwealth, periferia di Boston, anni ’70. Un quartiere di bianchi, gelosi della propria supremazia, poco tolleranti nei confronti dei neri, visti come un’insidia ed un costante pericolo. Qui vive la protagonista, Mary Pat: la vita non le ha certo riservato grandi soddisfazioni, un marito morto da tempo, un figlio portato via da un’overdose, una figlia, Jules, diciassettenne, la sua unica ragione di sopravvivenza. Ma anche Jules le sfugge di mano, coinvolta nell’assassinio di un giovane nero e poi scomparsa nel nulla. Mary Pat è disperata, la cerca dappertutto, senza timori reverenziali neppure nei confronti di una potente gang locale agli ordini di un boss di origini irlandesi, Marty Butler: la povera Jules, pur non autrice materiale del delitto, aveva osato intralciare in qualche modo i traffici loschi della banda ed era stata eliminata. Un bel po’ di soldi per calmare le ire di Pat (“ tua figlia se la spassa in Florida, evita di cercarla!”) non bastano per convincere la madre, che decide di mettere in atto una sua personale vendetta.
Sullo sfondo un quartiere disagiato, dove bianchi e neri si odiano, soprattutto quando un’ordinanza impone di equilibrare il numero degli studenti bianchi e neri nelle scuole: i bianchi minacciano ritorsioni, pronti ad impedire quanto deliberato (definito una “dittatura giudiziaria”), decisi alla lotta anche cruenta. Un poliziotto non corrotto, Bonny, fa da mediatore: è un brav’uomo, applica la legge e nel contempo cerca di venire incontro ai bisogni ed alle speranze dei più poveri e diseredati. E’ amico di Pat, tenta di dissuaderla dai suoi propositi bellicosi ma nulla può contro il suo desiderio di vendicare l’uccisione della figlia: la vendetta ci sarà, contro la banda, una vendetta atroce, nella quale anche Pat morirà, crivellata di colpi.
A poco servirà il sacrificio della povera Pat: la banda se la caverà come sempre, poca gente andrà ai funerali di Pat, gli scontri tra bianchi e neri non avranno tregua. Jules troverà una dignitosa sepoltura: il testamento materno le assicurerà cambio dei fiori ogni mese, mezzora di musica classica alla settimana e la pietà di un custode, che si consolerà sulla sua tomba, parlandole della sua vita, dei suoi figli, dei suoi sogni e delle sue speranze.
Il romanzo ha come sfondo narrativo la questione razziale, evidente in quel tempo ed apparentemente irrisolvibile. Ma un primo piano è la storia di una madre, l’irriducibile Mary Pat, che non si rassegna alla sconfitta e che per amore dell’unica figlia rimastale decide di battersi contro tutto e tutti: la prevaricazione delle gang, l’indifferenza della comunità in cui vive, l’ostilità di amici e parenti. Il dramma di una madre, sola e incompresa, emerge in primo piano ed è raccontato con intensa commozione, anche se alla fine non si intravede un futuro migliore, restando solo la consapevolezza che nei sobborghi poveri delle grandi città, dove prosperano crimini e violenza, non può esserci speranza di redenzione né di salvezza.
Ed è quello che vuole comunicarci l’autore, quando Bobby, il poliziotto “misericordioso”, riflette sul figlio ricoverato per un incidente: “… non posso proteggerti, posso fare solo quello che so. Posso volerti bene, posso aiutarti, ma non posso tenerti al sicuro. E questo mi terrorizza, ogni giorno, ogni minuto, ogni respiro che faccio …”


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri romanzi dell'autore.
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Sepolcro in agguato
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Senza pietà
Il libro delle cose sconosciute
La casa delle tenebre
Omicidio a Manhattan
Lo scambio
L'ultima carta è la morte
Perché hai paura
Poirot e i quattro
Tempo di caccia
A cena con l'assassino
Teddy