Predatore Predatore

Predatore

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Per la polizia della contea di Broward, Florida, il caso è chiuso. Johnny Swift si è suicidato sparandosi un colpo di fucile al petto. Ma Kay Scarpetta, che dopo aver lasciato l'Istituto di medicina legale di Richmond è oggi a capo della National Forensic Academy, non è altrettanto sicura. Soprattutto dopo che il suo collaboratore Pete Marino ha ricevuto un'insolita telefonata: un uomo che si fa chiamare Hog gli comunica che prove determinanti sono state occultate. E prima di riagganciare aggiunge minaccioso: "Chiedete a Kay Scarpetta, perché la mano di Dio punirà i pervertiti, compresa quella lesbica di sua nipote". A Boston, intanto, lo psicologo forense Brenton Wesley sta lavorando a un delicato programma di ricerca, denominato PREDATOR, che studia il cervello dei peggiori criminali per individuare le possibili origini dell'aggressività. E proprio uno di loro, che ha accettato di sottoporsi all'esperimento, gli rivela particolari inquietanti sulla scomparsa della titolare di un negozio di addobbi natalizi e di sua figlia avvenuta due anni e mezzo prima. Quasi contemporaneamente, una donna viene trovata morta vicino al Walden Pond, con strani tatuaggi rossi sui seni e sulle cosce. Tatuaggi simili a quelli che Lucy Farinelli ha visto sul corpo della sua ultima conquista - una delle tante, troppe partner occasionali -, conosciuta in un bar mentre stava indagando su Johnny Swift. È una pista, un indizio che sembra collegare casi che in apparenza non hanno nulla in comune. Ma qualcuno si prende gioco di Kay Scarpetta e della sua rinomata Academy: un killer spietato che colpisce con il gusto beffardo di avvertire sotto falso nome la leggendaria patologa detective. In un crescendo di morte e di ossessioni, poco alla volta va affiorando un'allucinante verità.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Predatore 2019-03-15 09:28:29 sonia fascendini
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    15 Marzo, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

multi-serial-killer

I protagonisti di questo romanzo sono familiari ai seguaci della Cornwell: la dottoressa Scarpetta, Benton, la nipote Lucy e Pete Marino. I quattro in questo episodio lavorano tutti per un'agenzia investigativa privata di alto livello creata da Lucy Farinelli, Benton, inoltre si occupa di un progetto chiamato predator, che ha lo scopo di analizzare le reazioni cerebrali degli autori di crimini particolarmente efferati. Una mano abile: "la mano di Dio" riesce a catturare le loro attenzioni e con astuzia semina per loro briciole di pane che li portano nella direzione che vuole. Mote sono le ipotesi messe sul tavolo: qualcuno che vuole farsi catturare? una specie di setta dedita alle torture? qualcuno molto più vicino di quanto si pensi? La decisione di mettere da parte il risentimento che per tutto il romanzo aleggia tra i quattro sarà la scelta vincente per porre fine alla serie di delitti. Bel finale per me del tutto inaspettato.
Questo romanzo mi è piaciuto abbastanza, anche se non è il migliore della Cornwell. Lo collocherei a metà strada tra i primi dove la parte del leone la facevano le indagini, le autopsie e le analisi dei reperti e quelli scritti più tardi. In questi ultimi, infatti gli investigatori sono diventati presuntuosi. quasi delle starlette alla ricerca di uno spazio tra le luci della ribalta. Spesso quindi le loro vicende personali si sovrappongono alle indagini o sono allo stesso tempo vittime e investigatori. In questo romanzo, invece pur indulgendo sulle liti e sui drammi personali delle quattro star, la Cornwell lascia che la parte principali spetti al serial killer e a tutte le azioni messe in campo per catturarlo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Lena e la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Canta, spirito, canta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
Un caso speciale per la ghostwriter
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Le maledizioni
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni riferimento è puramente casuale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alba nera
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Chiedi alla notte
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Cose più grandi di noi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cronaca nera
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mars room
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
La macchina del vento
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La gabbia dorata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri