Ladra di cioccolato Ladra di cioccolato

Ladra di cioccolato

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Ladra di cioccolato, romanzo di Laura Florand pubblicato da Leggereditore. Cade Corey è la figlia del principale produttore di barrette di cioccolato americano; Sylvain Marquis è il più raffinato chocolatier di Parigi. Lei vorrebbe mettersi in affari con lui, ma lui non intende svendere la sua arte a un colosso industriale. Lei però è disposta a tutto pur di creare un nuovo prodotto dal sapore inconfondibile e raffinato, in grado di accrescere la fama del suo già popolarissimo marchio, persino a rubare le ricette dell’ostinato e affascinante chocolatier. Presto la notizia che una ladra di cioccolato si aggira per le strade di Parigi rimbalza di giornale in giornale, fino al New York Times, portando così nuovi clienti al negozio, ma mettendo in serio pericolo la reputazione della donna. Tuttavia, in guerra e in amore non ci sono regole, e nonostante tutto l’attrazione fra i due non si farà attendere. Complice l’inebriante sensualità del cioccolato...Un romanzo divertente e sensuale, che vi trascinerà nel mondo affascinante e irresistibile del cioccolato, conquistandovi con i sapori e i colori di uno degli ingredienti che rendono il mondo un luogo migliore... Nessuna donna potrà resistere al cioccolato e a Sylvain Marquis!

Laura Florand ha vissuto in Francia, Spagna e Polinesia francese, dove ha studiato cultura e danza polinesiana alla Fulbright University di Tahiti. Attualmente insegna francese alla Duke University in North Caroline. È sposata e ha una figlia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
4.2  (6)
Contenuto 
 
4.2  (6)
Piacevolezza 
 
5.0  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Ladra di cioccolato 2014-05-29 09:31:02 Belmi
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Belmi Opinione inserita da Belmi    29 Mag, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un amore al gusto di cioccolato

La ladra di cioccolato si legge davvero molto bene, è scorrevole e racchiude dei temi interessanti come Parigi, il cioccolato e il confronto fra la grande distribuzione e i piccoli artigiani.

Cade Corey è una giovane miliardaria, proprietaria della più grande azienda di cioccolato americana specializzata nella realizzazione di prodotti destinati ad un pubblico di massa. Decide di fare un viaggio a Parigi perché vuole ampliare la gamma di prodotti dell'azienda, andando ad inserire nella loro collezione una tavoletta di cioccolato di "lusso" (offrendola sempre ad un prezzo accessibile) e si rivolge al miglior chocolatier di Parigi, Sylvain Marquis.
Come può reagire un maestro dell'artigiano che fa pagare oro il suo cioccolato...semplice con un bel rifiuto e l'indignazione per niente gentile nei confronti di Cade che si è permessa di fargli una richiesta del genere.

Cosa può fare una ragazza abituata a comprare tutto con i suoi soldi e con una tenacia non indifferente...continuare per la sua strada e diventare la ladra di cioccolato!

Un romanzo divertente in cui vediamo due punti di vista molto diversi, da una parte Cade e la grande distribuzione, dall'altra la passione artigianale per il cioccolato e l'unicità di Sylvain.
Anche se diversi, la passione per il cioccolato li unirà e scoprirete se la ladra di cioccolato è riuscita a rubare solo quello!

Una lettura piacevole, piena di sapori e descrizioni davvero allettanti.

Lo consiglio!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Ladra di cioccolato 2014-04-30 15:46:25 Elisabetta.N
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    30 Aprile, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cioccolato & Parigi

Leggere ”Ladra di cioccolato” crea dipendenza come mangiare del buon cioccolato che ti si scioglie in bocca… L’ho letto nel giro di pochi giorni e l’ho letteralmente “divorato”!!!
Sarebbe stato perfetto leggerlo davanti ad una tazza fumante di cioccolato, ma non voglio nemmeno pensare a tutte quelle calorie…

L’argomento che fa da sfondo a tutto il libro è, evidentemente, il cioccolato in tutte le sue forme, dalla tavoletta commerciale comprabile a pochi centesimi in un supermercato, fino ad arrivare ai cioccolatini artigianali, quelli che ti costano una piccola fortuna (e non sto parlando delle calorie).
Ma soprattutto questa è una storia d’amore tra due concorrenti nel mercato del cioccolato anche se in settori diversi e con evidenti ambizioni differenti.
Riusciranno a superare tutte le diversità grazie al delizioso cioccolato? Mmmm non resta che leggere!!

E, nel frattempo, parlo dei due protagonisti.
Cade Corey è figlia del famoso produttore di tavolette di cioccolato Corey, vendibili in tutti i supermercati a prezzi bassissimi e pertanto accessibili a tutti, ma la sua ambizione, quella per la quale si trovava a Parigi, era quella di creare una linea artigianale con l’aiuto del più grande artigiano del cioccolato: Sylvain Marquis.
"Il profumo del cioccolato usciva di soppiatto dal negozio diffondendosi per strada... Il cacao le pervase i sensi. Era come un abbraccio. Quell'odore la riportava a casa... Il cioccolato era la materia di cui era fatta la sua vita."

Sylvain Marquise è, in apparenza, il classico parigino nei confronti di uno straniero: arrogante, freddo e presuntuoso. Ma poi si scopre un'altra parte del suo carattere…
"Era gonflèe, pensò Sylvain, mentre con un movimento delle labbra che esprimeva noncuranza versava il cioccolato nel bagnomaria per scaldarlo. Complètement gonflèe. Anzi, era talmente piena di sè che gli veniva un desiderio irrefrenabile di pungerla con uno spillo… "

Lo stile della scrittrice è molto scorrevole e ho adorato le parole francesi che compaiono un po’ dappertutto anche se, lo ammetto, ho dovuto usare un traduttore per qualcuna.. Questo però non ha rallentato la lettura e ha reso il tutto molto più interessante.

L’ambientazione per me ha qualcosa di magico. Parigi mi ha, da sempre, affascinato, e credo che i romanzi ambientati lì ( o comunque in Francia) abbiano una marcia in più per quanto riguarda il romanticismo.

Uno splendido libro da assaporare dove il vero protagonista è il cioccolato!

"Però, che buon cioccolato sapeva fare. Cade aveva iniziato ad assaggiarlo e non era riuscita a fermarsi. Poi lo aveva sognato, aveva immaginato quel cioccolato ricco, vellutato e perfetto che narcotizzava i suoi pensieri; gli aromi delicatamente complessi che l'avvolgevano nelle loro spine in un gioco di seduzioni sfuggenti che la attiravano sempre più giù…”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
Ladra di cioccolato 2014-01-01 20:24:58 Pia Sgarbossa
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pia Sgarbossa Opinione inserita da Pia Sgarbossa    01 Gennaio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN FURTO DOLCISSIMO E DESIDERATO.

LUI + LEI + CIOCCOLATO+ PARIGI= UNA BELLISSIMA STORIA D'AMORE.

Lui, Sylvain è il cioccolatiere più famoso di Parigi; lei , Cade è una ricchissima ragazza americana titolare di una fabbrica di cioccolato e da anni coltiva un sogno:creare una sua linea di cioccolato a Parigi ,col nome della ditta del padre. Deve perciò riuscire a convincere Sylvain.
Nel suo immaginario Cade aveva già nel suo cuore quell'uomo, non tanto per le sue foto, quanto in particolare per un dettaglio: le sue grandi e forti mani.
Quelle mani, così abili, così capaci , così sicure da riuscire a trasformare la materia grezza in sogni.
Tra loro nasce da subito un'interazione particolare che a poco a poco si fa speciale.
Il cioccolato è l'elemento che fa da coesione, da collante nel loro rapporto, che si manifesta attraverso i suoi profumi, i suoi aromi, i suoi tempi di lavorazione nel riscaldamento, nella fusione e nel successivo e conclusivo raffreddamento...un rapporto che a poco a poco diventa totalizzante e disperato, tanto che tra i loro corpi e il cioccolato ... sembra non esserci più confine,grazie ad un piacere diffuso ovunque...
All'inizio il tutto appare come un puro gioco sessuale, con aspetti erotici , sempre gradevoli , ma nel corso dello sviluppo è bellissimo assistere alla trasformazione del rapporto, che si fa sempre più coinvolgente, romantico, diventando parte di un vero e proprio progetto di vita.
All'inizio poco convinta di questo libro, a poco a poco mi sono ricreduta e ho letto il tutto con un bel coinvolgimento, con la sensazione di stare a leggere una favola , anche se per adulti.
Da quando, mano nella mano, i due "piccioncini", hanno iniziato a passeggiare in una Parigi più che mai romantica, mi sono divertita a seguirli camminare tra secoli di storia, lungo la Senna o le vetrine dei negozi e tra i monumenti più belli di Parigi : la Torre Eiffel, il Louvre e molti altri.
E attraverso momenti ora divertenti, ora di contrasto o di confronto o di sofferenza, il rapporto acquista uno spessore maggiore, si eleva e finalmente sboccia l'amore , quello sa scaldare il cuore, perchè fa star bene chi lo vive e chi ci vive accanto.
Dolcissima lettura, Pia.

ANEDDOTO PERSONALE
Io adoro il cioccolato e chi mi conosce lo sa; specialmente quello al latte... se poi è bianco ai lamponi e alle mandorle...mmmm...troppo buono!
Piacevole il ricordo di una ex alunna ,che a volte si avvicinava alla cattedra con un cioccolatino nascosto in una delle due mani chiuse a pugno...e mi chiedeva di scegliere una mano...Vedendo il mio sguardo perplesso, mi si avvicinava all'orecchio e mi diceva...tranquilla maestra, se anche sbagli, tranquilla, poi te lo do lo stesso... :))

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi ama il cioccolato.
A quelle donne che almeno una volta nella vita hanno sognato di essere Catwoman.
A quegli uomini che almeno una volta nella vita hanno sognato di catturare Catwoman.
Trovi utile questa opinione? 
270
Segnala questa recensione ad un moderatore
Ladra di cioccolato 2013-05-25 15:39:32 piccicuia
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    25 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

DIEU MERCI!

Alors, j'aime Paris et le chocolat.. et pour cette question, j'adore ce livre!!!
E' un libro caldo. Perfetto da leggere durante questa stagione.
Sono divertenti i tentativi di Cade per raggiungere la propria autonomia. Ed essendo un'americana miliardaria, perchè non mirare a conquistare il resto del mondo?
E da dove partire se non dall'affascinate e romantica Paris??

Eh bien, Paris n'est pas très romantique aujourd'hui!
Infatti, pare che l'unico romanticone rimasto sia il nostro caro miglior cioccolataio di Paris. E di conseguenza, di tutto il mondo!
C'est vrai! Perchè oggi con tutti questi pacs e persone senza principi, son venuti meno il matrimonio e l'amour!!!

Ma per Sylvain non è affatto così.
Lui proviene dalla periferia e si è costruito da solo il proprio percorso:
“Scuole schifose, droga, violenza, disoccupazione, mancanza di prospettive, di soldi, di una via di fuga.
Gli incendi di auto erano frequenti. Ma non era così per chiunque. Se ce la mettevi tutta potevi smentire l'immagine che gli altri avevano della tua vita, e riuscivi a diventare qualcuno”

Così da un goffo ragazzino che seduceva (invano) ragazze ben più raffinate, è diventato lui quello parzialmente sedotto!
Non che si faccia sedurre facilmente. Ma diciamo che prende sul serio anche gli sguardi ammiccanti e i sorrisini maliziosi..
Fino a che.. non sopraggiunge nel suo amatissimo atelier Cade Corey, una miliardaria
gonflèe.
E cari signori, io qui mi sono crepata dalle risate! Come dire: il bue dice cornuto all'asino!
Perchè se la nostra cara e umile Cade è gonflèe, lui è complètement gonflé!!!!
Poi c'è un'altra cosa buffa: Sylvain si definisce (e lo fanno anche gli altri parigini) LA BONNE POIRE!
Nel mio paese si dice: Bonu sì, ma fessa no!
Beh Sylvain è fessa..
Nel senso che non riesce mai a dire di no. Alors, o la nostra autrice è stata un po' sbadata o Sylvain non riesce a pensare alle sue azioni quando ha difronte Cade.
Perchè lui non fa altro che ripeterle con tono derisorio, calcolatore e sfacciato: NON!
Mais ça va! En effet nous sommes à Paris!

Verso la fine mi aspettavo sinceramente qualcosa di molto più piccante. Non so, una vendetta, una sorpresa. Insomma, un colpo teatrale che purtroppo (per me) non è arrivato.
Comunque lo consiglio e non solo perchè ha un che di divertente la loro storia, ma anche per farvi entrare nel bellissimo mondo del chocolat!
Dieu Merci!

P.S. Mettetevi già a dieta, questo romanzo vi farà salire la diabete!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Ladra di cioccolato 2013-01-31 14:49:45 Claire
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Claire Opinione inserita da Claire    31 Gennaio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amore al Cioccolato !

Se siete affetti dal diabete oppure siete a dieta evitate di leggere questo libro, perché vi assicuro pagina dopo pagina vi verrà una voglia matta di mangiare cioccolato a tonnellate !
Sylvain Marquis seduce a colpi di cioccolatini, è un maitre chocolatier , e lo fa con una passione unica.
Cade Corey è una ricca ragazza americana, giunta a Parigi per lavoro. La sua famiglia è infatti proprietaria dell'azienda più popolare in America che produce cioccolato , ma il loro cioccolato non è paragonabile alle opere d'arte dei cioccolatini Marquis .
Cade lo sà , ne è consapevole ma è fiera della sua azienda e della sua famiglia. Quando incontra o meglio si scontra con Sylvain proprio su questioni di cioccolato le cose iniziano a farsi belle.
Sylvain seduce Cade a colpi di cioccolato, arriva perfino a creare apposta per lei un cioccolatino unico , di un sapore meraviglioso !
(oh che romantico non trovate anche voi ? Se l'uomo di cui siete innamorate creasse esclusivamente per voi un nuovo cioccolatino ? Io credo che amerei quest'uomo infinitamente !!!)
La storia è romantica e delicata, con qua e là qualche bella dose di ironia .
E' un romance che ho letto in tre sere, e che ogni volta che chiudevo il libro avevo stampato in faccia quel sorrisetto ebete che mi ritrovo quando leggo storie che mi fanno innamorare dei loro personaggi.
Qui stranamente Sylvain è un uomo che non teme i legami, tutt'al più ha paura che Cade gli spezzi il cuore , visto quanto è innamorato di lei .
I personaggi sono ben delineati, realistici quanto possono esserli una donna ricca e un maitre chocolatier , e poi volete mettere il fascino delle loro passeggiate in una città romantica come Parigi, con i suoi bistrot, i suoi clochard che pur non avendo un soldo sono più esperti di cioccolato della stessa protagonista ?
Una storia romantica, e divertente dove la passione , l'amore e il cioccolato si fondono rendendo la lettura ancora più dolce !

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Ladra di cioccolato 2012-09-24 21:05:21 Foschia75
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Foschia75 Opinione inserita da Foschia75    24 Settembre, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il sexy cioccolataio parigino

WOW, WOW, WOW.
AVVERTENZE PER LE MALCAPITATE CHE SI IMBATTERANNO IN QUESTO PRESIDIO SENSUAL-LETTERARIO!!!


LEGGEREDITORE Ladra di cioccolato - Laura Florand.
CATEGORIA LETTERARIA: Romanzo sensuale e irresistibile
INDICAZIONI TERAPEUTICHE: Come anti-stress, trattamento sintomatico di affezioni da routine quotidiana, affezioni acute dovute a: capo-ufficio, vicina curiosa, figli esagitati, faccende domestiche, code negli uffici, ecc...
IPERSENSIBILITA': Ipersensibilità alla carica sensuale, agli eccipienti del cioccolato, al romanticismo in città come Parigi.
PRECAUZIONI PER L'USO: Usare con cautela se in casa non c'è un pò di cioccolato come antidoto all'improvvisa voglia di teobromina e praline. Dosi elevate di queste pagine possono provocare palpitazioni, insonnia dovuta al protagonista maschile, alle sue sensuali lezioni di cioccolato e carezze erogene.
INTERAZIONI: L'assunzione contemporanea di queste pagine e di cioccolato, potrebbe causare un lieve aumento di peso, e un lieve aumento di desiderio (dati ancora in elaborazione) verso il cioccolato, il maitre chocolatiere e il coinquilino di letto.
DOSE E TEMPI DI SOMMINISTRAZIONE: in base alle necessità, si consiglia di leggerlo a piccole dosi per evitare effetti indesiderati quali nostalgia da ultima pagina, acquolina in bocca e astinenza da cioccolato e romanticismo!
SCADENZA E CONSERVAZIONE: 13 Settembre 2012, conservare in libreria e rileggere in caso di bisogno di romanticismo.


Foschia75 consiglia
1. Prima di iniziare a leggerlo, assicuratevi di avere in casa almeno una tavoletta di cioccolato di vostro gusto. Se invece, nei dintorni della libreria c'è un negozio che vende cioccolato, acquistate cioccolatini artigianali di tre o quattro tipi diversi, non rimarrete deluse!
2. Preparatevi ad assaporare qualcosa di davvero sensuale e irresistibile, proprio come il miglior cioccolato fondente (aromattizzato come più vi piace), quello che vi spinge a chiudere gli occhi quando vi si scioglie in bocca.....perché questo romanzo vi scioglierà cuore e ormoni senza pietà!!!
Sarà il romanticismo che caratterizza l'aria parigina, sarà il cioccolato d'alta qualità o il suo artigiano sexy, ma questo libro è un vero e proprio concentrato di tentazione!


L'ho letteralmente divorato, purtroppo accompagnato dalle tegole valdostane al cioccolato regalatemi da mia suocera (unica fonte di cioccolato presente al momento in casa)! Lo apri, lo gusti e non lo chiudi fino alla fine..... risultato? Un umore notevolmente migliorato, e una sensazione di leggerezza.
Adoro i libri terapeutici come un massaggio o una carezza sensuale, e questo è proprio uno di quelli!
Iniziamo dall'ambientazione. Parigi. Città dell'amore e del romanticismo. Le vetrine dei negozi, i giardini, le luci, gli odori e i rumori, Laura Florand non ci fa mancare proprio nulla! I protagonisti, semplicemente Charmant; lui borioso e irresistibilmente sexy, seduce le donne col cioccolato; lei milionaria americana alla ricerca di un cioccolatiere da "comprare"...... come andrà a finire dopo che lei entrerà per la prima volta nell'atelier di cioccolato di lui e cercherà di convincerlo a vendere la sua immagine?
Semplicemente scintille e una tensione sensuale che ti avvolge dall'inizio alla fine come le fragranze dei cioccolatini artigianali, descritti talmente nei minimi particolari che ti sembra quasi di averli sotto i denti, come sembra di percepire le carezze e gli sfioramenti di lui durante le varie sensuali preparazioni di cioccolato con le quali sedurrà inesorabilmente la "viziata" americana.
E quando lui sorprenderà la "ladra di cioccolato" nell'atelier.... bè preparatevi ad una interessante lezione-punitiva tra pelle e cioccolato!!!
Mentre lui è sempre alla ricerca della perfezione, e di una donna che non rimanga ammaliata solo dal suo cioccolato ma da lui come uomo, lei è alla ricerca di un uomo immagine che possa far schizzare alle stelle il fatturato dell'azienda di famiglia..... non si accorgerà che il maitre in questione l'ha sedotta inesorabilmente, mettendola davanti ad una scelta difficile ma alla quale non può resistere (neanche io resisterei davanti a cotanto fascino).
Le mani di lui, non solo sanno lavorare il cioccolato come nessuno, ma sanno anche dare piacere alle donne..... piacere del quale Cade non vuole più fare a meno. Ma due caratteri così simili, e due filosofie merchandising così opposte, possono conciliarsi?
Ah..... l'amore..... può far tutto!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi ama il romanticismo sensuale e il cioccolato in tutte le sue forme!
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri