America America

America

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


L'America del diciannovesimo secolo era al centro dell'attenzione e del dibattito dei suoi ex colonizzatori britannici. I visitatori più diversi (chi prevenuto, chi entusiasta) partivano dal vecchio continente alla volta del mondo nuovo per conoscere da vicino il carattere della giovane democrazia statunitense. Dickens, severo e attento osservatore della realtà sociale del suo paese, arriva per la prima volta in America nel 1841, convinto di trovarvi realizzati gli ideali rivoluzionari di libertà, giustizia e progresso. Il viaggio si risolve, in realtà, in una feroce disillusione. America è la storia dì un rapporto dì amore e odio, verso gli Stati Uniti e gli yankee, da parte dì uno dei più moderni e "americani" rappresentanti del vecchio mondo.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
America 2014-04-24 15:05:11 silvia71
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    24 Aprile, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Passeggiando in America

“America” nasce da un'esperienza di viaggio di Dickens sul suolo americano; era il 1841.
Charles Dickens a bordo del piroscafo Britannia salpa dalle amate coste inglesi per affrontare l'avventura di un viaggio di conoscenza e scoperta di luoghi e popoli.

L'autore inizia il suo racconto come un vero diario di viaggio, con una descrizione dettagliata e minuziosa dell'attraversata atlantica estremamente faticosa e disagevole, vissuta in maniera piuttosto negativa.
Eppoi il tanto agognato sbarco e le pagine dedicate all'osservazione degli usi e delle consuetudini nel nuovo continente, l'analisi delle istituzioni sociali, la tenuta dei centri urbani, e infine la legislazione.

Ciò che emerge dalla lettura è una voce affilata e critica nei confronti della terra ospite, un Dickens fortemente deluso da tutto ciò che vede e tocca con mano; tante le frecciate al vetriolo, seppur camuffate con sottile eleganza, con cui l'autore dissente dalla cultura americana.
L'invettiva più acuta e diretta rimane senza dubbio quella contro il problema ignominioso della schiavitù, che sfocia in pagine di testimonianza diretta riportando brani e annunci tratti dai giornali dell'epoca.

E' un'opera curiosa, che se da un lato ci avvicina ad un Dickens diverso dal narratore, dall'altro rimane testamento di una galleria di immagini e luoghi impressi su carta dalla penna dell'esimio autore. Si rende tuttavia necessaria una scrematura dei giudizi ivi espressi, in quanto l'enfasi e la parzialità dell'autore nell'esprimere taluni pareri è palese.
La scrittura sgorga rigogliosa e abbondante nei tratti descrittivi toccando perfino l'analitico in tema di istituzioni; rientra in canoni più consoni ad una voce da narratore nel raccontare i luoghi, gli stati d'animo e le aspettative.

Rimane un viaggio interessante, uno spaccato storico che immortala una terra ancora lontana da quella che oggi conosciamo ed un confronto tra due culture piuttosto divergenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il settimo peccato
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A bocce ferme
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sbirre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le sorelle Donguri
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il purgatorio dell'angelo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Ogni respiro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ospite
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni coincidenza ha un'anima
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Del resto e di me stesso
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Hippie
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I soldi sono tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il basilico di Palazzo Galletti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri