Dettagli Recensione

 
I fratelli Karamazov
 
I fratelli Karamazov 2014-09-01 14:32:45 Vincenzo313
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Vincenzo313 Opinione inserita da Vincenzo313    01 Settembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La forza dei Karamazov

La forza dei Karamazov è la forza che guida la storia, il motore che permette agli eventi di verificarsi e ai personaggi di manifestarsi in tutta la loro intensità. Intensità è il termine giusto dal momento che i tre fratelli, seppur completamente diversi l'uno dall'altro, tendono allo stesso modo in maniera assolutamente forte e decisa verso le verità di cui si fanno portavoce.
Ciascuno nel romanzo rimane fedele fino in fondo al suo spirito, alla sua individualità. Dimitrij il passionale, Ivan il razionale e Alesa l'ascetico. Questi gli aggettivi che meglio qualificano i tre fratelli. A differire è la natura dei tre, non certo l'intensità con la quale esprimono la loro indole. Il maggiore dei tre, Dimitrij, è un fiume in piena, pronto a gettarsi a capofitto nella vita e a viverla nella sua pienezza. Considerato da tutti come dissoluto e amorale, sarà il solo a raggiungere la pace, a salvarsi nel finale della storia, insieme al fratello minore Alesa. Alesa è il buono, rappresenta la purezza e la misericordia. Sempre pronto ad aiutare il prossimo, appartiene a quella schiera di personaggi dostoevskijani espressione del bene, come l'idiota Mishkin e Sonja di "Delitto e castigo". Il terzo fratello, Ivan, è invece guidato da una fede incrollabile nella ragione. Assolutamente incorruttibile, porterà avanti sino alla fine il suo punto di vista, pagandone però le conseguenze a caro prezzo, dal momento che entrerà in un'irreversibile follia, incapace come si dimostrerà di spiegare ciò che si è svolto sotto i suoi occhi stupefatti. Destino migliore toccherà invece ai suoi due fratelli. Alesa continuerà a professare il suo amore verso il prossimo, memorabile a tal proposito la scena finale del funerale del povero Iljusa, nella quale viene fuori tutta la sua grandezza. Il tanto bistrattato Dimitrij, da parte sua, troverà nella pena inflittagli ingiustamente un'occasione di redenzione, un modo per ricominciare una nuova vita. Accetterà la pena in maniera serena e consapevole, dal momento che "tutti sono colpevoli per tutti", quindi dimostrandosi ben propenso a pagare per riscattare l'umanità intera. Finale dunque, quello di Dimitrij Karamazov, molto vicino a quello di Raskolnikov di "Delitto e castigo", nel quale Dostoevskij lancia un messaggio di speranza molto intenso e di estrema attualità.
Personalmente, ritengo "I fratelli Karamazov" il romanzo più rappresentativo di Dostoevskij, dal momento che nelle sue pagine è possibile ritrovare l'intero suo pensiero. Il tema della lotta tra bene e male trova ampio spazio nel libro, così come quello della questione religiosa, magistralmente affrontata dall'autore attraverso le parole di Ivan.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

10 risultati - visualizzati 1 - 10
Ordina 
Mian88
01 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Bella analisi Vincenzo, concordo con te nell'affermare che questo è il romanzo che meglio esprime il pensiero Dosdoevskiano in quanto "i suoi temi" sono tutti ben trattati ed affrontati.
Ho apprezzato questo romanzo quando lo lessi e tutt'ora ne ho un ricordo indelebile, ne consiglio la lettura a tutti anche se per alcune persone che conosco non è stato semplice affrontare opere di questo spessore (sia fisico che concettuale).
Bella recensione. La tua analisi "progressiva" dei capolavori dell'autore russo è molto convincente.
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
01 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Concordo con i primi due interventi. Hai scritto una bellissima e completa recensione. Sai essere profondo nelle tue osservazioni e valutazioni.
Complimenti Vincenzo!
Pia
chiaro, conciso, efficace. Bravo.
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo313
02 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Si. Mi piace definirlo "il manifesto dostoevskijano". Ti ringrazio Mian. Senza dubbio la crudezza del romanzo può spaventare molte persone :)
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo313
02 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Rollo; dai capolavori di Dostoevskij penso ci sia tanto da imparare.
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo313
02 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ti ringrazio Pia. Faccio del mio meglio. Poi quando si tratta di Dostoevskij mi sento molto a mio agio :)
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo313
02 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ti ringrazio Pierpaolo. Cerco di essere sempre conciso perchè penso che in tema di recensioni sia facile cadere nell'ovvio.
Bravissimo, Vincenzo: ottima analisi.
Dei grandi capolavori dell'autore da te recensiti, manca il quarto: ''I demoni''.
In attesa del nuovo commento.
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo313
02 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie tantissimo Emilio. A presto con la nuova uscita!
10 risultati - visualizzati 1 - 10

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Nel muro
Valutazione Utenti
 
1.8 (1)
Donne che non perdonano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uno sporco lavoro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La misura dell'uomo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli squali
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Andiamo a vedere il giorno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Crooner
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vincoli. Alle origini di Holt
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il Monaco di Mokha
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordi dormienti
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nemici. Una storia d'amore
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri