Dettagli Recensione

 
La metamorfosi
 
La metamorfosi 2014-09-16 11:37:55 Vincenzo313
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Vincenzo313 Opinione inserita da Vincenzo313    16 Settembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attenti a non diventare scarafaggi....

Se con "Il castello" Kafka approfondisce il disagio dell'uomo di fronte alla burocrazia asfissiante e poco costruttiva di una società destinata a farne annegare i buoni propositi, conducendolo in una frustrazione senza fine, con "La metamorfosi" lo scrittore ceco restringe il suo campo visivo, soffermandosi sul disagio e l'alienazione che un uomo può arrivare a vivere nella ristretta cerchia familiare, tematica questa a lui molto cara, in quanto autobiografica.
Per rappresentare al meglio la sua idea l'autore ricorre alla astuta e forte immagine dell'insetto, destinato a suscitare scalpore e ribrezzo tra i suoi simili, perfino tra i suoi familiari che, per un semplice difetto di forma del loro amato Gregor, non riescono più ad amarlo.
La tematica della metamorfosi, ampiamente sviscerata e considerata (giustamente) geniale per esprimere un concetto di tale portata, per me rappresenta soltanto la naturale prosecuzione di uno stato di alienazione e disagio che il protagonista già viveva, oppresso com'era da un lavoro frustrante e da una famiglia amorevole ma assolutamente opprimente. Il disagio di Gregor è infatti palpabile già prima che le sue sembianze cambino, per cui la trasformazione fisica non è altro che il passo successivo e conclusivo verso la totale indifferenza e l'abbandono.
Racconto assolutamente imperdibile, per la sua capacità di dipingere con estrema cura la condizione dell'uomo moderno, sempre più incapace di relazionarsi alla vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Commento molto bello, Vincenzo.
Anch'io trovo questo breve romanzo un libro geniale, in cui dati realistici e portata simbolica formano un tutt'uno.
Penso che un lettore possa apprezzarlo ancora di più facendolo precedere da "Lettera al padre": così potrà coglierne meglio i rimandi autobiografici.
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo313
19 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Emilio. Mi fa piacere che la recensione ti sia piaciuta. Sul libro da te menzionato, purtroppo, non posso esprimermi, dal momento che non ho avuto modo di leggerlo. Mi trovi d'accordo sulla genialità dell'opera, per me superiore all'altro suo capolavoro "Il castello", a mio modo di vedere troppo confuso.
Mian88
29 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Bel commentoVincenzo ed ottimo suggerimento Emilio :)
Uno di quei romanzi che tutti dovrebbero leggere e su cui dovrebbero riflettere
Mian88
29 Settembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Bel commentoVincenzo ed ottimo suggerimento Emilio :)
Uno di quei romanzi che tutti dovrebbero leggere e su cui dovrebbero riflettere
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Kaddish.com
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri