Dettagli Recensione

 
L'isola
 
L'isola 2017-07-28 12:28:17 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    28 Luglio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le ambiguità dell'amore

Questo romanzo potrebbe essere considerato il negativo della sorella. Mentre nella sorella il protagonista preferisce all'amore il Sacrificio, una scelta quasi mistica, in questo romanzo il protagonista si orienta invece verso l'amore (fisico) perseguendo la sua scelta fino alle conseguenze più estreme in una modalità difficile da comprendere per il lettore. il professor Victor Henrik Askenasi ci racconta di come abbia lasciato per amore la bellissima moglie e la figlia per le quali non provava più nè affetto nè interesse. E in questa totale mancanza di interesse troviamo uno dei sintomi della malattia dell'anima che lo colpisce. Gli amici lo accusano di non essersi preso un'amante come fan tutti ma di voler per un suo idealismo, portare la relazione fino alle estreme conseguenze: abbandono della famiglia e nuovo matrimonio. La reazione di scandalo è molto borghese e benpensante. Nessun si preoccupa di altro che della forma e non delle persone coinvolte. Quello che emerge è che nella nuova relazione non c'è traccia d'amore ma solo la ricerca del piacere fisico portata fino all'estremo. Quasi all'estremo anzi, vedendo il seguito. In realtà il professore non esita a lasciare anche la nuova amante quando è stato traghettato fino al punto in cui poteva arrivare, dopo aver esplorato i limiti di questo nuovo rapporto e del piacere sensuale che poteva procurargli. La ricerca del piacere porta il professore oltre il limite (vedi la bestia umana) ad esplorare le radici dell'amore che sono radici perverse e di morte. A fine libro ci troviamo in una situazione simile alla sorella, il bivio, le due strade, quella esplorata e l'altra di cui si vede solo un breve tratto, e di cui si indovina una maggiore serenità. La via della materia porta alla morte e non all'amore, il professore forse solo meno facile da accontentare del lettore, ma non diverso da lui, è stato ingannato. Si sente ingannato. Il finale è di redenzione almeno in parte.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La bestia umana di Zola, la sorella.
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Bel confronto con "La sorella". Ma dal punto di vista letterario comprendo che non ci sia paragone.
Secondo me, "La sorella" è qualitativamente vicino a "Le braci" e "La donna giusta" , i capolavori.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
31 Luglio, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Sono d'accordo. Alcune pagine dell'isola sono al livello dei capolavori ma il tema del legame amore-bestialità non è così accessibile alla fantasia del lettore come altri temi e il protagonista è molto antipatico per il fatto che parla sempre e solo d'amore e non distoglie mai lo sguardo dal proprio piacere per cogliere la sofferenza e il disagio altrui.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Lo splendore del niente e altre storie
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri