Dettagli Recensione

 
La montagna incantata
 
La montagna incantata 2019-07-01 09:43:08 ferrucciodemagistris
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ferrucciodemagistris Opinione inserita da ferrucciodemagistris    01 Luglio, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'astrazione dal tempo

Altro romanzo capolavoro di Thomas Mann da relazionare con il suo primo “I Buddenbrook”; una lettura piacevole, densa di dettagli sia su i vari personaggi che su quanto circonda gli ambienti e la natura.

Il protagonista è un giovane tedesco laureando in ingegneria , Hans Castorp, che si imbatte, suo malgrado e inconsapevolmente, in un episodio all’apparenza banale ma che cambierà totalmente il suo percorso di vita e la sua visione mentale riguardo il trascorrere del tempo, la sua intrinseca relatività, la propria percezione di fatti e accadimenti quando si svolgono in situazioni aliene dalla quotidianità in cui si svolge la routine dei nostri giorni ancorati a concetti stereotipati dai quali è difficile staccarsi.

Infatti la sua visita di cortesia a un cugino ricoverato negli allora sanatori, in questo caso in Svizzera, per curare la famosa tubercolosi, diventa un’avventura tale da coinvolgerlo fino a farlo diventare da ospite a paziente.

In questo ambiente paragonabile a una bolla che si astrae dal tempo e da tutto ciò che accade all’esterno, due altri fondamentali personaggi, oltre al cugino degente, di pensiero opposto l’un l’altro vengono a far parte della narrazione: uno, Lodovico Settembrini, elogia il progressismo e la forza della ragione, l’altro, Leo Naphta, contrappone l’irrazionale e una specie di nichilismo.

Ecco, allora, il nostro Hans combattere con la propria forza al fine di rigettare entrambe le posizioni propugnate dai suoi casuali conoscenti e immergersi sempre più in una sorta di abulia che passivamente lo fa rimanere abbarbicato per lunghi anni in quel frangente che sarebbe dovuto terminare in qualche settimana.

La narrazione è profonda con molta erudizione e descrizione particolareggiata di quasi tutti i personaggi anche non protagonisti. Un romanzo, forse, da dover rileggere al fine di poter assaporare, in seconda lettura, certe sfumature intellettuali utili alla comprensione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

9 risultati - visualizzati 1 - 9
Ordina 
Molly Bloom
01 Luglio, 2019
Ultimo aggiornamento:
01 Luglio, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
E' tra i miei romanzi preferiti, letto due volte e probabilmente lo leggerò di nuovo in futuro, per quanto ricco e bello. Personalmente non lo metterei in relazione a I Buddenbrook, che rimane un romanzo "giovanile" di Mann (scritto a 26 anni, un genio in pratica), bellissimo sì, molto promettente ma ancora del debole spessore filosofico, a parte verso la fine, con le considerazioni sulla morte e sulla vita di Thomas Buddenbrook. La montagna è un salto in avanti di molto sotto quest'aspetto. La rilettura, come saprai è consigliata da Mann stesso e non lo fa per una sua superbia ma posso testimoniare che la rilettura è ancor più bella e illuminante.
ps: Hans Castorp non va solo per una visita di cortesia ma prima di tutto per motivi di salute su consiglio del medico prima di imbarcarsi sulla nuova avventura come ingegnere su una flotta, sintomi sì lievi ma pur presenti.
Settembrini e Naphta saranno le sue guide che lo educheranno in qualche modo e lo aiuteranno a tirare fuori il suo autentico pensiero, in un capitolo sublime a mio avviso, che preannuncia il finale del libro.
pps: bellissimo il capitolo sulla musica, argomento amato da Mann che svilupperà più tardi in Doctor Fautus.
Grazie per il tuo accurato e profondo commento. Penso anch'io che bisognerebbe rileggerlo; un romanzo che affascina per la sua visione sul concetto di vita. Cordiali saluti.
Ferruccio
Che sincronismo! Mi sono accorta della tua recensione qualche minuto dopo essermi decisa a leggere anche io questo libro! Adoro Thomas Mann, ho letto “I Buddenbrook” da studentessa ed anche due racconti lunghi che ho amato tantissimo “Tonio Kröger” e “La morte a Venezia”. Questo inverno avevo comprato “La montagna incantata “ nell’edizione Corbaccio. Tu possiedi quella nuova, aggiornata, con le note filologiche?
Mi rendo conto che sarà una montagna da scalare e mi richiederà una metabolizzazione lenta rinfrescata da riletture di tanto in tanto. Succede con le opere di tale portata culturale, di pensiero, umana.
Mi piace questa recensione spoiler free. Grazie
Bel commento, Ferruccio. Libro letto e riletto : meraviglioso. Forse è il mio libro preferito dell'intera letteratura.
Ciao Ferruccio , io vado per la seconda lettura ma ho cambiato edizione, leggerò la nuova traduzione "La montagna magica" della Colorni.
Ciao Marianna, grazie per il tuo commento. Il romanzo è affascinante e ho letto l'edizione Corbaccio; ho sentito parlare dell'edizione di cui tu parli con molte note a margine, ma spero possa farlo in seconda lettura per approfondire alcuni aspetti. Grazie. Buone letture.
Ferruccio
Grazie Emilio; mi ripropongo di rileggerlo magari nell'edizione con le note a margine. Ferruccio
Ciao Laura; grazie per il feedback. Vorrei rileggerlo quanto prima per approfondire. Ferruccio
In risposta ad un precedente commento
archeomari
04 Luglio, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Ho appena visto quanto costa l'edizione Meridiani, quella nuova, grande compendio di studi filologici e interpretazioni su più livelli... scontata su IBS €68!
Un piccolo investimento!
9 risultati - visualizzati 1 - 9

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri