Dettagli Recensione

 
Il Maestro e Margherita
 
Il Maestro e Margherita 2019-10-20 17:16:26 Pelizzari
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    20 Ottobre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

SURREALE E ANGOSCIANTE

A breve assisterò ad una rappresentazione teatrale di questo classico e la scelta della lettura è nata dall’esigenza di prepararmi. Ho trovato le atmosfere molto cupe ed anche angoscianti. L’ingresso dei personaggi principali avviene via via in dissolvenza; quasi senza che il lettore se ne accorga ci appaiono il diavolo ed il poeta, il Maestro e poi Margherita. Ci sono anche noiose digressioni su Ponzio Pilato, che altro non sono che un romanzo nel romanzo, anche se non è così immediato rendersene conto. Il teatro stesso è uno dei protagonisti, fra scene impossibili e personaggi assurdi, come il gatto nero trasformista e Margherita in versione strega volante. Indubbiamente è una storia sopra le righe. Non semplice da leggere. Non appassionante. Ma intrigante direi proprio di sì. I personaggi si prestano molto ad uscire dalle pagine del romanzo per poter vivere, anche solo per una sera, su un palcoscenico vero. Spero che lì siano migliori di come mi sono sembrati nelle pagine in cui sono rinchiusi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

7 risultati - visualizzati 1 - 7
Ordina 
La storia di Ponzio Pilato io l'ho amata, cos' come anche il libro nel suo insieme l'ho trovato molto godibile. Forse verso il finale si perde un po' complice anche il fatto che non l'ha potuto finire lui ma la maglie con gli editori se non vado errata. Lo stesso libro subisce un po' il destino del libro del Maestro.
Per me è un libro meraviglioso compresa la storia di Pilato. Credo che sia stato scritto anche per superare l'angoscia dell'artista per la censura sovietica.(La moglie è stata in effetti la sua Margherita). In una società dove i buoni socialisti mettono il bavaglio all'arte, scende in campo il diavolo a difendere i poeti.
In risposta ad un precedente commento
Scavadentro
21 Ottobre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Mi spiace che un testo simile abbia provocato in te sentimenti negativi. A mio parere questo libro deve essere inserito in un contesto storico legato alla mancanza di libertà degli scrittori sovietici censurati dallo Stato, ridicolizzato da romanzi come questo.
In risposta ad un precedente commento
Pelizzari
21 Ottobre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per il tuo commento. Io ho fatto veramente fatica a capirne l'insieme. Ponzio Pilato mi ha completamente spiazzato
In risposta ad un precedente commento
Pelizzari
21 Ottobre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Mario, senza dubbio, visto che è annoverato fra i migliori classici, mi sono posta il problema di non averlo capito io. Forse, con il senno di poi, avrei dovuto approfondire, prima della lettura, anche il contesto storico-culturale in cui si è andata ad incastonare questa opera. Ci sono punti che ho trovato di una fantasia esplosiva, ma il senso di cupo è ciò che mi è rimasto di più addosso
In risposta ad un precedente commento
Pelizzari
21 Ottobre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per i tuoi spunti. Non escludo di rileggerlo più avanti, dopo averne visto la rappresentazione teatrale e dopo averlo anche collocato storicamente. Secondo me molte cose (tipo la schiera di personaggi cosiddetti minori) acquisteranno più il loro senso.
Forse a me, quando l'ho letto qualche anno fa, era piaciuto più che a te, soprattutto per il personaggio di Behemoth che ho trovato in certi passaggi grottesco a tal punto da strapparmi un sorriso!
Rimane certo tuttavia che molto del romanzo è lasciato all'interpretazione del lettore, e quando è così diventa difficile avere pareri concordanti al 100%...
Spero ti sia piaciuta la rappresentazione teatrale, ciao!
7 risultati - visualizzati 1 - 7

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri