Dettagli Recensione

 
Follia
 
Follia 2013-01-27 14:42:37 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    27 Gennaio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Follia

La storia è appassionante però il tono è un po' omogeneo e certi momenti particolarmente drammatici o la parte finale sembrano sbrigati troppo frettolosamente. Forse potevano essere scritti con un po' più partecipazione, magari minima, vista l'amicizia tra l'io narrante e la coppia. Sembra che lo scrittore abbia paura di suscitare emozioni nel lettore riguardo all'evento più tragico; ci tiene fin troppo a lasciare intatto il tono distaccato del medico il cui unico interesse è quello dello scienziato. Qualche eccezione in un paio di punti avrebbero giovato alla storia. Comunque è un bel libro, pieno di suspense e scritto come fosse l'esposizione di un caso clinico. Io trovo però la scena del lago e la reazione della madre, soprattutto i giorni dopo, poco verosimile nonostante l'autore avesse posto nelle pagine precedenti tutte le premesse a quella reazione. (Forse è da quella che nasce il titolo del libro?)
E la proposta dello psichiatra la trovo poco professionale e poco umana (il medico non si scomoda nemmeno a togliere alla donna che giudica molto interessata al sesso i dubbi sulla propria omosessualità). Una proposta simile giustifica in un certo senso il finale. Pone dei dubbi su chi sia il folle tra tutti: il marito incapace di mostrare sentimenti (ammesso che li provi), l'io narrante che sembra piuttosto simile al marito (non parla mai esplicitamente di sentimenti). Le due persone squilibrate sono le meno anaffettive ma questo credo che cozzi con tutte le teorie psichiatriche a quanto ne so.
La storia tra i due pazzi è infatti una ossessione, una storia di sesso con tanti tratti patologici ma anche con caratteri di affettività che mancano alle cosiddette relazioni normali. Anzi in certi momenti gli aspetti sentimentali diventano particolarmente importanti. Nel finale sembra quasi che l'autore scavalcando l'io narrante, che non è poi così onnisciente,insinui il dubbio di un filo conduttore o di una relazione che trascenda la capacità medica di comprendere. Qualcosa al di là o forse anche al di sopra della normalità? Tutto sommato la follia è considerata con un pizzico di quell'ammirazione e di sfuggita di quell'idealizzazione che oltrepassa l'orrore e che possono permettersi solo gli spettatori esterni (come il figlio di uno psichiatra).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
12
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Condivido appieno! ottima analisi, storia "anaffettiva" ben romanzata.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)
Chi dice e chi tace
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Prato all'inglese
Ti ricordi Mattie Lantry
The turnglass
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Il mistero del treno azzurro
Senza pietà
Il libro delle cose sconosciute
La casa delle tenebre
Omicidio a Manhattan

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232