Dettagli Recensione

 
I sonnambuli
 
I sonnambuli 2013-04-02 14:10:58 antonelladimartino
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
antonelladimartino Opinione inserita da antonelladimartino    02 Aprile, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una nazione di sonnambuli

Questo è il primo romanzo di Willi Kraus, l’astuto e appassionato “Inspector-Detectiv” ebreo che indaga sui crimini sanguinosi all’alba dell’era nazista; ma io l’ho letto dopo il ”Nessun Indizio”, pubblicato successivamente ma collocato in una linea temporale anteriore. L’intreccio di tempi reali e narrativi mi ha consentito di valutare l’evoluzione del personaggio e della scrittura: “I sonnambuli” presenta un intreccio meno equilibrato e alcune ingenuità nella descrizione degli “scontri” sessuali del protagonista.

Ritrovare gli stessi personaggi ha rafforzato l’identificazione e amplificato la suspense, grazie alla narrazione ben impostata e sempre vivace. Rimasticare alcuni espedienti narrativi (come l’intervento di personaggi famosi, le indagini che si uniscono in un solo filone), invece, ha conferito un sapore stantio alla lettura. Rivivere l’architettura e i volti di una Berlino che non esiste più, invece, è rimasta un’esperienza unica: Grossman si è confermato un maestro nelle descrizioni d’ambiente.

Il thriller trova ancora la strada giusta per rappresentare il nazismo da una prospettiva insolita e rivelarne la caratteristica unica nella storia: l’odio razzista aveva assunto, grazie alla collaborazione attiva di studiosi e scienziati, pretese di scientificità, che avevano consentito la pianificazione razionale di un genocidio privo di moventi concreti.

Molto efficace la descrizione dell’incendio doloso del Reichstag, che allora mandò in cenere la speranza di intere generazioni. Vi consiglio di leggere questo insolito, ottimo romanzo storico per ritrovare un tempo e una città dal fascino unico, ma anche per rivivere la tragedia insieme ai sonnambuli di Grossman, così vicini all’avvento della catastrofe incombente, così profondamente immersi nel sonno nella ragione come molti, troppi protagonisti di quell’epoca.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi storici, altri romanzi dello stesso autore.
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Brava Antonella!!
Grazie mille Gracy:-) Ci vediamo anche su Fb, per altre foto australiane.
In risposta ad un precedente commento
gracy
03 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Si..si..le voglio vedere!!!
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Finestra sul vuoto
L'ultimo conclave
Prato all'inglese
Ti ricordi Mattie Lantry
The turnglass
Il pericolo senza nome
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Il mistero del treno azzurro
Senza pietà