Dettagli Recensione

 
Mr. Mercedes
 
Mr. Mercedes 2014-11-02 20:48:17 Bruno Elpis
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
2.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    02 Novembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Horror sta per “orrendo”?

Mr. Mercedes di Stephen King ha suscitato la mia perplessità (in alcuni punti tinta di sdegno) nei confronti di un autore tanto acclamato.

Un pazzo scaraventa una Mercedes sulla folla che – in piena crisi economica – si assembra in cerca di lavoro al City Center. Il sangue di ignari malcapitati scorre abbondante e gli inquirenti non possono che constatare le modalità assurde con le quali lo stragista ha realizzato il proprio scellerato intento: “L’assassino… si era tolto la maschera, l’aveva imbevuta di candeggina ed era sceso dall’auto, infilandosi guanti e retina dei capelli probabilmente sotto il giubbotto.”
La Mercedes è stata rubata a Olivia Trelawney (ribattezzata dai detective “signora Nervosetti”), che in qualche modo si sente responsabile dell’accaduto (“Un mese dopo.. la Trelawney si era suicidata con un’overdose di antidolorifici”).
Kermit William Hodges, “detective di primo grado” in pensione che non disdegna metodi persuasivi (“Estrae il Castigamatti dalla tasca destra”), viene provocato dall’assassino e quindi indaga in proprio, intrecciando nel frattempo una relazione con Janey, l’affascinante sorella di Olivia.
Secondo il cliché più scontato dei romanzi violenti, il folle responsabile dei delitti è nell’ordine: fratricida, incestuoso, (“Lui e la madre condividono un segreto macabro e complesso, qualcosa a cui è meglio non pensare se non assolutamente necessario”), matricida, attentatore e kamikaze. Ma nasconde i suoi rigurgiti efferati sotto una scorza di normalità e rivestendo il ruolo dolce del gelataio.

La storia è un déjà vu, è terrificante per la disinvoltura con la quale espone le peggiori atrocità con prosa qualunquista (il mio sdegno si è impennato di fronte alla narrazione di un infanticidio che ha come vittima il fratellino handicappato), ai limiti dell’umana sopportazione nonostante qualche tentativo ammiccante, neanche troppo scaltro, neanche troppo sorprendente (“Se qualcosa può andare male, lo farà… Si tratta della legge di Murphy… un ingegnere aeronautico…”).

Di fronte a questa saga, mi sono chiesto, possiamo fare qualcosa? Forse sì. Boicottiamo (da quanto tempo non ricorrevo a questo termine anni settanta?) questo romanzo!

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
280
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

17 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Emilio Berra  TO
03 Novembre, 2014
Ultimo aggiornamento:
03 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Bravo Bruno: il tuo sdegno mi e' giunto inequivocabile.
Io non conosco l'autore, ma i suoi romanzi (!) vengono generalmente considerati letteratura d'intrattenimento, di sottogenere, che poco ha a che fare con la LETTERATURA.
Il fatto che venda molto e' una questione che riguarda più la sociologia che l'arte. Non avendolo letto, mi son perso qualcosa ? Secondo te, qualche suo libro merita di essere letto? Se si' , quale ( o quali)?
Non conoscendo l'autore, non interpretare necessariamente sarcasmo nelle mie parole. Mi serve un'opinione di un lettore come te.
In risposta ad un precedente commento
Bruno Elpis
03 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Emilio! Mi sono accorto di aver indicato che la lettura è consigliata, mentre intendevo NON consigliarla (come traspare dal mio commento). Non è più possibile modificare? Dove è finito il, taston"MODIFICA"? :-)
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
03 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Solitamente e' nella parte iniziale della scheda, che devi pero' riprendere dalla bacheca.
raramente, forse mai, caro Bruno ti ho sentito così sdegnato e deluso da un romanzo...
ho compreso perfettamente il tuo punto di vista!
è un autore di cui non ho mai letto nulla , quindi non mi esprimo, ma lo seguo sempre attraverso le recensioni
Ciao Bruno; il tuo commento non entusiastico mi invita a riflettere sul tanto osannato "Re". Forse comincia a perdere colpi dopo aver scritto così tanto in passato. Al momento, quindi, non leggo il romanzo...aspetterò con fiducia che questo scivolone sia dimenticato e che il nostro amato ritorni al suo stile.
Bellissimo il tuo commento! A cominciare dal titolo!!!!!
Il tuo ritratto mi inquieta...ma non e' che ha intenti horror ?
Comunque io boicotto ad ampio raggio normalmente, quindi aggiungiamo alla lista pure il Mercedes.
In risposta ad un precedente commento
Valerio91
03 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Da qui a denigrare l'autore ce ne passa ragazzi, non scherzate. Sarà pure letteratura di intrattenimento, ma lo è la maggior parte della letteratura contemporanea. Non siamo nell' Ottocento, difficilmente possiamo aspettarci opere al livello dei GRANDI CLASSICI. Ma King è un ottimo scrittore. Ora può aver scritto un romanzo orribile con questo Mr. Mercedes, ma ne ha scritti altri che vale la pena leggere. Uno a caso? 22/11/'63.
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
03 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Valerio.
L'Ottocento era pieno di libri d'intrattenimento (qualcuno è pure diventato un Classico).
Secondo me, attualmente la letteratura è molto ricca di libri d'Autore (come non lo è mai stata precedentemente), anche se spesso non raggiungono i vertici delle classifiche delle vendite. Ma questo è un altro discorso .
Che l'autore abbia scritto libri di qualità, non avendolo letto, è possibilissimo; anzi, ti ringrazio per il suggerimento. Queste discussioni servono per confrontarci e trarne spunti costruttivi.
In risposta ad un precedente commento
Valerio91
03 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Sono d'accordo con te Emilio, è per questo che mi sono lanciato in difesa di un ottimo scrittore. Chiunque può fare dei passi falsi, che però non cancellano le ottime cose fatte in passato. :)
17 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri