Dettagli Recensione

 
Quello che non uccide. Millennium 4
 
Quello che non uccide. Millennium 4 2015-09-11 09:29:10 Sydbar
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    11 Settembre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Business is business

Gli affari sono affari ed anche la saga del celeberrimo Stieg Larsson lo è stata e prosegue con i suoi enormi affari anche dal punto di vista cinematografico.Questo "Millennium 4" cavalca giustamente l'onda commerciale dei suoi predecessori e lo fa con altrettanta adrenalina e successo.
L'opera comincia in tono quasi noioso e quasi mi chiedevo come potesse considerarsi un sequel della trilogia più adrenalinica dell'ultimo decennio ma per fortuna sono spuntati i due protagonisti, il giornalista Mikael Blomkvist e la supereroina Lisbeth Salander.
Eliminata nella precedente trilogia il cattivo di turno, "Zala", ora i nostri protagonisti si ritrovano invischiati in una rete, internet, che li travolgerà. Diciamo che il libro è scritto sicuramente molto bene, ma fondamentalmente ha perso la caratteristica dei colpi di scena di cui le opere di Larsson erano zeppe, poi con un sorrisino malizioso vorrei dire anche che ci piace vincere facile, con questi due protagonisti che ormai sono nei cuori dei lettori in tutto il mondo.
Comunque proseguiamo con l'analisi dell'opera, un altro coprotagonista è August un bambino autistico che seppur nel suo mutismo si saprà far intendere bene nel momento giusto...bella trovata!
Comunque è palese che ci sarà un Millennium 5 sperando che la saga non perda colpi e si mantenga sempre adrenalinica con la speranza in un finale meno accelerato rispetto a quello del presente libro.
Ai posteri l'ardua sentenza.
Buona lettura a tutti.
Il Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I precedenti con autore di Stieg Larsson
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 

20 Ottobre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Letteralmente è scritto bene non c'è dubbio, ma a tratti è un po' prolisso diciamo.
Lo stile narrativo è indubbiamente diverso e personalmente fino a metà libro è anche un po' palloso: dopo comincia a decollare.
Il bambino August è certamente la "trovata" che da una svolta alla storia sennò un po' piatta.
Diciamo che è una nuova avventura dei due protagonisti,ma non al livello dei tre precedenti. Da leggere anche perchè arriverà il seguito... dov'è finita Camilla?
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri