Dettagli Recensione

 
Il segreto di Greenshore
 
Il segreto di Greenshore 2016-08-15 16:07:25 Cathy
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Cathy Opinione inserita da Cathy    15 Agosto, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Caccia all’assassino

Sir George Stubbs e la sua giovane moglie stanno trascorrendo le vacanze estive nella loro splendida dimora georgiana immersa nella campagna inglese, Greenshore House. Per vivacizzare il loro soggiorno decidono di assoldare la celebre giallista Ariadne Oliver affinchè organizzi una caccia all’assassino al posto della solita caccia al tesoro: la signora Oliver metterà in scena un omicidio e i signori Stubbs e i loro ospiti cercheranno gli indizi disseminati nella villa e nel parco fino a indovinare l’assassino, il movente e l’arma del delitto. Ma le cose non vanno come previsto e durante la festa si consuma un omicidio reale: la “vittima designata” si rivelerà più morta del necessario. Fortuna che la signora Oliver, fiutando qualcosa di sospetto nell’atmosfera di Greenshore House, ha chiamato il suo vecchio amico Hercule Poirot pregandolo di vigilare sulla caccia all’assassino. Tra scambi di persona e vecchie storie di famiglia, toccherà a loro sciogliere l’intricato e affascinante segreto di Greenshore.
Asciutto, elegante, brillante, vivace, sebbene poco conosciuto, Il segreto di Greenshore è un autentico gioiellino che andrebbe senza dubbio annoverato tra i capolavori di Agatha Christie. L’atmosfera british che si respira tra le mura e nel parco di Greenshore House si sposa alla perfezione con un racconto giallo classico, nel quale pochi elementi – una grande e isolata villa di campagna, un omicidio, un ristretto gruppo di sospettati – sono sufficienti a costruire una trama articolata e affascinante. La consueta abilità di Agatha Christie nell’orchestrare il gioco di intrighi, indizi e sospetti è qui ulteriormente esaltata dalla brevità del romanzo, che nell’arco narrativo di ottantacinque pagine realizza un meccanismo complesso e perfetto.
Tra i numerosi personaggi, quasi tutti efficacemente scolpiti con pochi tratti essenziali, spicca una figura nella quale la Christie, con grande autoironia, ha probabilmente rappresentato se stessa: Ariadne Oliver, la giallista “autrice” del delitto di Greenshore, che condivide con Agatha lo spirito curioso e la passione per le mele e che nonostante l’intuito sottile e le argute osservazioni non riuscirebbe comunque a venire a capo del mistero che lei stessa ha contribuito a creare senza il soccorso dell’infallibile Poirot. Varcate insieme a loro i cancelli di Greenshore House – ispirata a Greenway, la villa nel Devon dove Agatha Christie trascorreva le vacanze – e prendete parte anche voi alla caccia agli indizi tra il boschetto, il giardino delle camelie, il campo da tennis, il tempietto neoclassico, la rimessa delle barche sul fiume… E occhio all’assassino!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri romanzi di Agatha Christie.
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri