Dettagli Recensione

 
Follia
 
Follia 2017-04-30 20:52:56 marinablu
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
marinablu Opinione inserita da marinablu    30 Aprile, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL FOLLE AMORE

“Le storie d’amore catastrofiche contraddistinte da ossessione sessuale sono un mio interesse professionale ormai da molti anni…La storia di Stella Raphael è una delle più tristi che io conosca”. Inizia così Peter Clever, amico della famiglia Raphael, psichiatra e voce narrante di questo romanzo, a raccontarci la storia di un amore folle, passionale, disperato, illimitato, distruttivo.
Stella Raphael è la moglie di uno psichiatra-aspirante direttore del manicomio dove è ricoverato Edgar Stark, un artista uxoricida. Edgar è l’uomo che attrae per la sua vitalità animale, per l’intelligenza sottile e superiore, è un uomo dal fascino ombroso, è l’uomo la cui follia dichiarata dagli esperti viene negata da chi, in lui, ha visto l’opportunità di dare una svolta alla propria vita. Stella è una donna di una bellezza sublime e delicata, una donna dalla risposta brillante, una mamma dolce, una moglie finora devota, che vive una vita ordinata e ordinaria, una vita che comincia a starle stretta. Stella è la “Protagonista” per eccellenza, la si vede virtuosa e macchinatrice, audace e debole, di fondo è vittima e carnefice di se stessa, è un personaggio che non lascia indifferenti, nel lettore è capace di suscitare comprensione, antipatia, rabbia, compassione ma forse molto dipende dal background di chi, leggendo, viene catapultato tra gli eventi di questa storia.
L’incontro tra i due fa insinuare giorno dopo giorno una passione che cresce e diventa complicità, la complicità si nutre di speranza per un futuro migliore che a sua volta si concretizza fino a divenire amore. Un amore opportunista? Un amore folle? Un amore impossibile? Chi può dirlo? Chi ha la definizione certa e assoluta di questo sentimento tanto raccontato?
A rendere luminoso questo romanzo è la straordinaria capacità di Patrick McGrath nel far coesistere uno stile fluido ed elegante con una racconto che ci travolge in un turbinio di lotte d’animo, emozioni forti e violente, di pensieri che si vogliono scacciare ma che alla fine hanno la meglio sulla razionalità, di desideri nascosti che esplodono, l'autore fa un attenta analisi psicologica di tutti i personaggi che popolano questo romanzo e di come ognuno, a modo suo, vive con la parte più oscura di se, con la sua bestia nera e come ognuno di loro vede la follia solo negli altri ma non in se stesso.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Un romanzo di grande intensità che personalmente ho amato in ogni sua sfumatura :-)
ps. bel commento
Verissimo Mian88, è un romanzo che inevitabilmente per come si evolvono gli eventi ti coinvolge. Saluti
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Finestra sul vuoto
Prato all'inglese
Ti ricordi Mattie Lantry
The turnglass
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive
Cause innaturali
Compleanno di sangue
La prigione
Il mistero del treno azzurro
Senza pietà
Il libro delle cose sconosciute
La casa delle tenebre