Io ballo con Dio Io ballo con Dio

Io ballo con Dio

Saggistica

Editore

Casa editrice


La presentazione e le recensioni di Io ballo con Dio, opera di Suor Anna Nobili con Carolina Mercurio edita da Mondadori. Il vestito color cielo è quello delle Suore Operaie della Santa Casa di Nazareth. Un memoir intenso, pieno di colpi di scena. Aborto. Sesso sfrenato. L'esorcista. Malati, morti di fame, moribondi in missione. Conversione. Anna ora è una donna, una suora, una splendida quarantenne, che ha negli occhi e nel sorriso un pezzo di cielo. Da cubista dell'Hollywood e ballerina delle reti Mediaset a Suora Operaia con una croce pendente ed un foularino al collo. Suor Anna si è lasciata alle spalle una vita fatta di sesso sfrenato, di successi televisivi e di un vagabondare senza meta. Smarrita e fragile come un figliol prodigo del nostro tempo. Così simile allo standard esistenziale di tanti altri giovani, forse infelici perché aridi e soli. Suor Anna si racconta finalmente con le parole. Lei, ex balbuziente, che ha vissuto col corpo. Ballando. In discoteca. In Tv. Ora in Chiesa. E per Dio.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Io ballo con Dio 2013-09-01 13:09:05 GLICINE
Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    01 Settembre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IO BALLO CON DIO

Una vita di sofferenza, di solitudine, di violenza, di povertà. Fin da piccola ha assistito alle liti violente dei suoi genitori, fin da piccola ha dovuto lavorare come cameriera nel locale gestito dal papà, e badare ai suoi fratelli. Anna è cresciuta nell’indifferenza degli adulti, occupati a lavorare e risolvere i loro gravi problemi.
Anna desidera solo una cosa nella sua vita, essere amata, capita, ascoltata.
Anna ha un grande dono, quello della danza, e attraverso questo canale entra nel mondo del lavoro sia televisivo che notturno, nei locali, attraverso il ballo sfoga tutta la sua disperazione e manifesta in modo conturbante il suo desiderio di essere amata.
La vita di Anna si svolge di notte, incontra uomini che la desiderano, usano il suo corpo e poi l’abbandonano, facendo in modo di ingigantire la voragine di solitudine e mancanza di autostima che Anna porta con sé..
“deforme , mi gettavo sulle belle forme
delle tue creature.
Eri con me e non ero con te.
Mi tenevano lontano da te le tue creature,
inesistenti, se non esistessero in te…. (S.Agostino, Confessioni 27,28)
In questa routine “infernale” , cerca di entrare la mamma di Anna che nel frattempo ha iniziato un cammino di fede, proponendo alla figlia di leggere la Bibbia e di andare in Chiesa, e questo si ripete ogni sera prima che Anna esca, ma il risultato è solo un violento rifiuto, invettive ed insulti.
Fino a quando…..
La conversione di Anna non è un cammino lineare, il percorso è lungo, costellato di dubbi, di domande, di grandi turbamenti interiori. Ed è proprio la peculiarità di questa conversione che colpisce.
Il desiderio di Dio non è sbocciato in tenera età, all’interno di una famiglia devota, nella quale il cammino di fede era già tracciato. Ma il desiderio di Dio nasce in una, ormai donna adulta, per molti considerata persa, visto il tipo di vita condotto. Ed è proprio racchiusa qui la grande forza del messaggio che la conversione di Anna racchiude il sé, LA SPERANZA.
La scrittura è diretta, dura, sincera in modo disarmante e doloroso. Tra le righe si percepisce la sofferenza di quest’anima, intrappolata in una spira di perdizione dalla quale non è in grado da sola di uscirne.
Lascio al lettore la bellezza di scoprire il cammino di Anna, che riserva ancora molti aspetti umanamente e spiritualmente ricchi di concetti forti.
Oggi Anna è una Suora che fa parte della Congregazione delle Suore Operaie della Santa Casa di Nazareth.
Il titolo racchiude una grande parte della vita di oggi di Suor Anna.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri