Narrativa italiana Fantasy La carezza del destino
 

La carezza del destino La carezza del destino

La carezza del destino

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Uno sguardo, e Gemma Bloom capisce di essere perduta. Non ha idea di chi sia quel ragazzo, ma da quando l’ha incontrato non fa che pensare a lui. E anche Evan è rimasto stregato da lei. Eppure Gemma è divorata dai dubbi. C’è qualcosa di oscuro in Evan, qualcosa che la spaventa. Forse perché, a volte, Gemma è l’unica a notare la presenza di Evan, mentre per tutti gli altri sembra invisibile? O perché alcune persone sono state trovate morte poco dopo essere state viste con lui? Una sola cosa è certa: in fondo al cuore, Gemma sa che la sua vita dipende da Evan. E in effetti è così, anche se non nel modo in cui lei s’immagina. Il destino di Gemma, infatti, è segnato: il suo tempo sta per scadere. E la missione di Evan è accompagnarla nel regno dei morti.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
3.7  (3)
Contenuto 
 
4.3  (3)
Piacevolezza 
 
4.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La carezza del destino 2014-04-22 17:54:02 Kristen
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Kristen    22 Aprile, 2014

UN ROMANZO CHE METTE I BRIVIDI

‘’La carezza del destino’’ è lo splendido romanzo d’esordio di Elisa S. Amore in cui  i fili dell’amore si intrecciano a quelli del destino in uno scontro volto a stravolgere i piani dell’universo, dando vita ad una trama limpida e,al tempo stesso, ricca di sfumature,profonda e coinvolgente. Tutto si fonda su una storia d’amore potente e travolgente che affronta i temi dell’eternità,del destino,della natura umana,proiettando il lettore in un’affascinante dimensione ‘’sospesa’’.’’


Gemma Bloom è una diciassettenne semplice e introversa,riflessiva e sognatrice. Al suo fianco una famiglia molto solida,un cane,Iron,al quale la giovane è particolarmente affezionata,gli amici di una vita,tra cui Peter,da sempre fondamentale punto di riferimento,perdutamente innamorato di lei. Ma il supporto per eccellenza di Gemma è rappresentato dai suoi romanzi (primo tra tutti ‘’Jane Eyre’’), tra le cui pagine ama perdersi,immergendosi in una lettura che,abbattendo le barriere del mondo reale,è capace di catapultarla in una realtà tutta sua. La sua vita muta radicalmente col trasferimento nella cittadina di Lake Placid dell’enigmatico e affascinante Evan James, un ragazzo che nasconde un segreto oscuro. Da secoli Evan è un Angelo della Morte,un ‘’Sotterraneo’’ il cui compito consiste nel porre fine alla vita dei mortali e accompagnare le loro anime nel regno dei morti.
Dal momento in cui gli sguardi di Evan e Gemma si incrociano per la prima volta, tutto ciò che i due avevano costruito sino a quel momento,tutto ciò in cui entrambi avevano creduto,in cui avevano riposto la propria fiducia passa in secondo piano: la vita scolastica e relazionale di Gemma, gli obiettivi di Evan…

‘’Fu allora che lo vidi. I suoi occhi penetranti mi catturarono come un magnete, liberando una feroce scossa elettrica che mi attraversò la pelle e tutto intorno a me scomparve, risucchiato da quel ragazzo. Il mio sguardo rimase intrecciato al suo, derubato di ogni coscienza.’’

Evan e i suoi fratelli discendono dai bambini che Eva cercò di tenere nascosti a Dio, vergognandosi per non averli purificati lavandoli nel fiume sacro. Quando Dio venne a conoscenza dell’esistenza di questi bambini, assunse la decisione di nascondere per l’eternità quanto era stato nascosto sino a quel momento (a ciò si deve il nome ‘’Geni Sotterranei’’). L’anima di Evan è in bilico tra paradiso e inferno. Soltanto l’esecuzione delle missioni affidategli dai Màsala, un’oscura e antica Confraternita al servizio del fato, potrebbe condurlo alla salvezza, o,per lo meno,infondergli la sicurezza di meritarla. L’arrivo di Evan e dei suoi fratelli a Lake Placid è legato alla necessità di portare a termine alcuni compiti,tra cui quello di porre fine proprio alla vita di Gemma.
La dirompente attrazione, il legame intenso, il sentimento profondo che ben presto nascono tra i due, rappresentano ostacoli che Evan, in molti anni di sevizio, non ha mai incontrato.

‘’Non riesco a darle un nome,ma fa male.
Possibile che sia il rimorso? No… è più intenso...
Si tratta allora di dolore? No… è più violento e profondo…
E’ forse l’altra faccia del dolore,selvaggia e ardente come il fuoco? E’ forse questo l’amore di cui tutti parlano? Sarei in grado di riconoscerlo, se colpisse anche me con le sue frecce affilate? Non l’ho mai provato sulla pelle per averne la certezza. Mai nella mia vita da mortale, men che meno nell’esistenza vuota di cui sono prigioniero da centinaia di anni.’’  

Gemma,da parte sua,non riesce a fare a meno del suo sguardo penetrante,della sua voce suadente,del suo fascino irresistibile,del suo profumo,dell’energia sprigionata dal suo tocco.

‘’Respirare la presenza di Evan iniziava sempre più a divenire una necessità. Era strano come quel desiderio avesse completamente eclissato l’imbarazzo che mi aveva indotto a evitarlo.
Il mio sangue avvertiva il bisogno delle emozioni che lui mi suscitava, come un drogato che brama la sua dose pur sapendo quanto sia dannosa. Chissà perché…
Conoscevo la risposta.
Non può vivere senza. Così come io avevo scoperto di non riuscire a fare a meno di Evan,come se mi mancasse l’aria in sua assenza, pur rendendomi conto di quanto quel sentimento fosse assurdo,surreale,privo di ogni logica o raziocinio. Soprannaturale. Possibile che una magia oscura mi avesse indissolubilmente legata a lui?’’

L’oscurità,l’ombra di mistero che avvolgono Evan sono fatte della stessa sostanza di quei dubbi che egli nutre nei confronti di Gemma. Infatti, la ragazza risulta essere l’unica tra gli esseri umani in grado di vedere Evan nella sua forma eterea,di percepire la sua presenza quando non dovrebbe. Inoltre, il potere dell’angelo di leggere l’inconscio,i pensieri più nascosti attraverso i sogni, di cogliere l’aspetto interiore delle persone ha un effetto parziale nel caso di Gemma: i pensieri della ragazza sono rivestiti di un velo che ne rende l’interpretazione complessa e,talvolta,impossibile, limitando,in tal modo, le capacità incarnate da Evan. Sono proprio la curiosità, i dubbi a spingerlo ad avvicinarsi a Gemma, ad immergersi nei suoi sogni, assetato della sua presenza,delle emozioni scaturite dal suo contatto,dei suoi occhi scuri che,a dispetto di ogni logica,riescono a vederlo.
Ogni singolo particolare contribuisce a sostenere l’atmosfera convulsa, torbida, lacerata tra l’invasamento e l’angoscia: Evan è combattuto tra un sentimento così forte da assoggettare completamente la sua mente e l’amara consapevolezza di dover eseguire un ordine che la sua stessa natura gli impone. Un tormento che prosciuga lentamente le sue energie interiori,privandolo di quella determinazione che,da sempre, scorrendogli nelle vene,ha fatto sì che quella svolta non sia soltanto una missione,ma il senso della sua stessa esistenza. L’angelo assume la decisione di combattere contro la sua stessa natura,trasgredire le leggi del cielo e degli inferi,proteggere Gemma dal Sotterraneo a cui,in seguito alla sua presa di posizione,è stato affidato il compito di accompagnare la sua anima nell’aldilà. Rinnegare se stesso,correre ogni rischio,persino quello di andare incontro alla dannazione eterna, pur di riempire l’esistenza vuota e priva di senso condotta fino a quel momento. Nessuna conferma,nessuna certezza,se non quella di avere accanto e di dover proteggere una creatura per cui vale la pena rischiare così tanto.


                                     ‘’Cosa sei disposto a sacrificare in nome del vero amore?’’


Lo stile dell’autrice è limpido e scorrevole. Si ha quasi l’impressione di essere risucchiati dalla carta stampata e vivere sulla propria pelle le avventure e le emozioni dei protagonisti: amore,infatuazione,paura,attrazione,conflitto interiore. Tutto ruota attorno all’agitato susseguirsi degli stati d’animo,delle sensazioni,delle emozioni dei singoli personaggi che le ricche e coinvolgenti descrizioni rendono quasi palpabili,cogliendone i particolari più nascosti. Le voci di Gemma ed Evan si alternano rendendo la lettura più completa ed evidenziando con più cura l’aspetto interiore dei due protagonisti. Non si è mai veramente sazi di una tale lettura,non si arriverebbe mai alla fine.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore

La carezza del destino 2013-11-12 08:35:25 betti
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
betti Opinione inserita da betti    12 Novembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA MORTE DAL VOLTO ANGELICO

Prima di iniziare, voglio dire che ho letto il libro in formato files, quello che la scrittrice ha pubblicato e non quella della Nord.

La mia precisazione è per mettere in evidenza come sia molto più bello e coinvolgente leggere un libro in formato cartaceo rispetto a quello in files e forse è per questo che non sono riuscita appieno a farmi trascinare dalla storia.

La scrittrice usa molti paragoni rendendo talvolta la frase asfissiante tanto da farmi girare la testa: era come se fossi in un vortice che non mi dava pace, rendendo la lettura pesante. Paragrafi e paragrafi nel descrivere le stesse sensazioni, emozioni e domande ripetute quasi all’infinito.

Non voglio criticare anzi sono orgogliosa che una ragazza italiana sia riuscita nel realizzare il suo sogno ma forse, come ho letto in alcune interviste, questo romanzo era ancora acerbo, grezzo tanto che doveva essere levigato con fervore per farlo brillare. Spero che la casa editrice l’abbia fatto. Dovrei leggere la loro versione, con le loro correzioni ma purtroppo non ne sento il bisogno. Ogni volta che posavo il mio lettore non avevo quella necessità di riprenderlo per continuare la lettura e questo è un brutto segno. Mi è mancato l’incanto di essere tra loro, di respirare la loro stessa aria, di restare in apnea nei momenti di pericolo e mi rimaneva difficile vedere l’ambientazione. Tutto mi sfilava davanti senza toccarmi … eppure il loro amore doveva elettrizzarmi. Cosa non ha funzionato?

Penso che la storia non doveva essere raccontata alcune volte da Evan: lasciare nell’oscuro il lettore è sempre motivo per indurlo a farsi domande, a renderlo schiavo della lettura. Sapevo già cosa pensasse, sapevo i suoi piani dunque mi sentivo annoiata quando Gemma viveva il tutto sotto un’altro punto di vista, travisando i fatti e talvolta mi innervosivo nel leggere quanto fosse cieca e avrei voluto scaraventare il mio lettore il più lontano possibile da me.

La storia d’amore impossibile tra l’Angelo Evan e la studentessa Gemma inizia un giorno come tanti nel bosco, dove i due si ritrovano a fissarsi a vicenda con stupore ed incanto tanto da mandare su di giri i due per motivi che nessuno dei due riesce a comprendere: Gemma non dovrebbe vedere Evan nella sua natura di Angelo e non dovrebbe neanche percepirlo nei suoi sogni. Perché lei è diversa? L’ossessione di Gemma per Evan è subito palese tanto che lo sente ovunque , intorno a se, nei suoi pensieri: la sua voce vellutata le sfiora la mente in continuazione rendendola pazza. I due si studiano a vicenda per giorni, pochi contatti, poche parole fino ad una mattina, in cui Evan le salva la vita. La storia se prima era calma ora si velocizza arricchendosi di momenti di pericolo e personaggi.

Il libro è strutturato in modo che abbia una sua fine quindi, si potrebbe anche non leggere il seguito se non se ne è interessati senza rimanere in sospeso. Il mio consiglio – anche se non l’ho letto- è quello di leggere la versione della casa editrice della Nord e nel sperare che abbia lavorato per migliorarlo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
La carezza del destino 2013-11-04 16:41:04 Ery89
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Ery89 Opinione inserita da Ery89    04 Novembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un Paranormal romance che vale la pena di leggere

Ci sarebbero tantissimi aggettivi adatti a questo romanzo: carino, bello, piacevole, gradevole, grazioso, splendido, magnifico, incantevole, avvenente, affascinante, notevole, piacente, delizioso, ben fatto, suggestivo... ma nessuno sarebbe ancora all'altezza. Mi aspettavo grandi cose dopo aver letto i prequel e vi dico senza indugio che non sono rimasta delusa, il romanzo è stato all'altezza delle mie aspettative anzi forse qualcosa in più. Potrà sembrare inverosimile, ma io sono una sognatrice, sogno anche ad occhi aperti e ieri dopo aver letto il libro la storia è continuata a rimanermi impressa nella mente. Alla sera al ritorno dal lavoro ero in macchina con la canzone "Dove sei" di Neffa in sottofondo, fuori c'era una fine nebbiolina e io mi sono ritrovata a passare gran parte del viaggio con lo sguardo perso fuori dal finestrino nella speranza di scorgere due bellissimi occhi grigi (Naturalmente non guidavo io! ). Dalle mie parole si può già intuire che mi è piaciuto moltissimo questo romanzo e che consiglio la lettura a tutti. I personaggi li abbiamo già conosciuti nei due prequel dove l'autrice ci ha regalato un brandello di vita vissuta di entrambi. Io mi sono subito trovata molto in sintonia con Gemma. È proprio su di lei che mi voglio soffermare.
SPOILER
Gemma è un'adolescente molto sognatrice che tende a rifugiarsi nei suoi amati libri. Sovente nel romanzo la troveremo a leggere la sua adorata copia di Jane Eyre, e spesso le persone che la circondano la incolperanno di stare troppo con il naso sui libri a fantasticare e poco nella vita reale a vivere. Allo stesso tempo però è una ragazza forte, intelligente, caparbia che non si arrende facilmente. In un certo senso proprio come me un'eterna sognatrice, intelligente, forte :) ok forse adesso sto un po' esagerando riguardo a me però il concetto lo avete capito... no?
Tornando al romanzo... La carezza del destino parla di Gemma un'adolescente la cui ora della morte è arrivata e l'angelo che dovrà accompagnare la sua anima è Evan. Lui è un Sotterraneo, un Angelo della Morte il cui compito è quello di porre fine alle vite degli esseri umani e accompagnare le loro anime nell'aldilà.

“ i miei fratelli e io discendiamo dai bambini che Eva cercò di tenere nascosti a Dio,
vergognandosi per non averli ancora lavati nel fiume sacro; per non averli ancora purificati...
...quando Dio scopri quei bambini, decise che ciò che era stato nascosto fino ad allora sarebbe dovuto
rimanere nascosto in eterno. Probabilmente è per questo che qualcuno ci chiama 'Geni Sotterranei',
ma negli ultimi secoli nessuno parla più di noi...”


Gli esseri umani non possono vederli nella loro forma eterea ma Gemma sembra essere l'unica in grado di farlo e al loro primo incontro quando i loro sguardi si intrecciano si crea un fortissimo legame che li unirà profondamente. Entrambi sono molto attratti l'uno dall'altro: Gemma non riesce a dimenticarlo, è il primo ragazzo che le interessa veramente; Evan invece si sente completo e vivo solo con lei ma è scettico riguardo al loro futuro insieme. Entrambi però sono mossi da una forza sconosciuta che li spinge continuamente l'uno nelle braccia dell'altro.

“ ...fu allora che lo vidi. I suoi occhi penetranti mi catturarono come un magnete, liberando una feroce
scossa elettrica che mi attraversò la pelle e tutto intorno a me scomparve, risucchiato da quel ragazzo. Il mio sguardo
rimase intrecciato al suo, derubato di ogni coscienza...”

“...è qualcosa che succede ad entrambi... ...come una sorta di reazione chimica che ci attira l'uno verso l'altra,
per quanto tenti di oppormi. È un'energia talmente forte che a volte è quasi insopportabile...
...il mio corpo, i miei poteri, la mia mente... niente mi appartiene più, quando sono con lei.
È come se tutto slittasse verso Gemma...”


Nella prima parte del libro l'autrice si sofferma molto su questo aspetto, descrivendoci le emozioni provate da entrambi facendoci avvicinare ancora di più a Gemma e a Evan. Si alternano capitoli di entrambi i protagonisti (caratteristica che apprezzo molto in un romanzo) in modo da avere il punto di vista sia da parte di lui che di lei. Il loro legame crescerà di intensità mano a mano che passano il tempo insieme fino a convincere Evan a rinnegare se stesso e a salvare la vita a Gemma. Alla Morte però non interessa il legame che lega i due protagonisti e farà il possibile per tentare di separarli ma l'amore si sa è uno dei sentimenti più forti esistenti al mondo. In questa ultima parte l'autrice con la sua enorme fantasia e bravura è riuscita, con colpi di scena e di azione, a tenerci con il fiato sospeso fino alla ultime pagine dove ci ritroviamo con un unico pensiero in testa: voglio il secondo romanzo!

Opinione presente anche sul mio forum

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri