Narrativa italiana Fantasy Eymerich risorge
 

Eymerich risorge Eymerich risorge

Eymerich risorge

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


L'inquisitore Nicolas Eymerich, lo spietato e geniale antieroe che ha saputo conquistare i lettori di tutto il mondo, torna a combattere per difendere la chiesa cattolica dai pericoli che la insidiano. Siamo nel 1374 e papa Gregorio XI incarica padre Eymerich di indagare su un consigliere del re d'Aragona sospettato di eresia e di impiego delle arti magiche. Il frate domenicano intraprende una spedizione che lo porta dalla Provenza alle Alpi piemontesi, zone in cui prospera l'esecrata chiesa valdese. Il cammino dell'inquisitore, di castello in castello, di abbazia in abbazia, di villaggio in villaggio, è segnato da prodigi, strane apparizioni e misteriosi fenomeni celesti che lo inducono a sospettare di trovarsi di fronte a una delle più minacciose cospirazioni mai ordite contro il cattolicesimo. Parallelamente, su un altro piano temporale, lo scienziato Marcus Frullifer viene rapito e condotto in un osservatorio astronomico retto dall'ordine dei Gesuiti. I religiosi hanno scopi ambiziosi che coinvolgono il futuro dell'umanità e Frullifer - grazie a una formula matematica che scardina le fondamenta della fisica moderna - pare aiutarli nell'intento. La cronaca delle avventure dell'inquisitore e dello scienziato è scandita dai brani di un libro scritto in un lontanissimo futuro, il Vangelo della Luna, in cui un oscuro Magister, sul satellite terrestre, illustra alla figlia e ai discepoli il dogma cristiano della "resurrezione dei corpi". E dimostra come il tempo sia reversibile e la morte un accidente transitorio…

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Eymerich risorge 2018-03-03 16:28:43 catcarlo
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
catcarlo Opinione inserita da catcarlo    03 Marzo, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Eymerich ritorna

‘Rex tremendae maiestatis’ è una conclusione in particolar modo azzeccata e rotonda al dilà del mero fatto numerico di costituire il decimo e (non più) ultimo volume della saga di Nicolas Eymerich. Era… Perché a sorpresa l’inquisitore catalano sale di nuovo sulla scena in questa nuova avventura e, visti gli sviluppi della/e vicenda/e, con l’opportunità di viaggiare avanti e indietro nel tempo, potrebbe essere ritornato per restare: per i vecchi lettori è un piacere, disturbato solo dal rischio di una certa ripetitività, mentre i nuovi arrivati si possono godere un validissimo racconto di genere che può servire come ingresso per il mondo del coriaceo domenicano. Il religioso viene strappato dai suoi studi per mettersi sulle tracce di Francesc Roma, consigliere di Pietro d’Aragona che sfoggia la capacità di trovarsi in più di un luogo nello stesso momento, di assumere diversi aspetti nonché di scatenare incendi nei posti in cui sosta. Radunata la sua squadra – il Sancho Panza fra’ Jacinto Corona, il notaio Berjavel e il boia mastro Gombau – il nostro parte da Avignone per una lunga missione che prende le mosse dalla Provenza e sconfina in Piemonte seguendo la pista dell’evanescente Roma: dagli indizi che dissemina, costui pare infatti intenzionato a fomentare una rivolta contro la Chiesa basata sulle tendenze pauperistiche chiamando a sè terziari francescani, rimasugli catari e i valdesi rifugiatisi sulle montagne. Il piano è un po’ confuso ed è il punto debole dell’opera infiacchendone lo svolgimento nel finale dopo una serrata prima metà; la narrazione ha però un secondo fulcro riguardante la possibilità della reincarnazione, ipotizzata dalle teorie del professor Frullifer nel distopico futuro terrorizzato dalla Rache e realizzata dalle parti della Luna, conservatorio di anime, narrata dal suo Vangelo in cui il Magister e Lilith discutono di scienza e teologia. La triangolazione dà ritmo al racconto - che negli episodi medioevali tende a volte a replicare le situazioni - spingendo a voltare le pagine: il romanzo risulta così in ogni caso coinvolgente seppur si ponga lontano dai migliori volumi della serie. Eymerich è, come nella puntata precedente, in là con gli anni e sofferente per gli acciacchi dell’età alla stregua di un Montalbano qualsiasi: è ancora in grado di riconoscere un eretico a colpo d’occhio, ma non è più il fustigatore capace di bruciare una città per sradicarne il Maligno (lui lo scriverebbe sempre con la maiuscola). Ne beneficiano i montanari valdesi che incontra, peraltro vessati dal feroce ‘collega’ Borrell, sadico inquisitore francescano al cui confronto Nicolas è un uomo mite. Le figure di contorno sono sovente le più interessanti, dai vecchi e inquietanti frati degli sperduti conventi montani ai due potenti posti agli estremi di uno spettro, ovvero il ‘duro ma corretto’ Raymond de Turenne (arroccato a Les Baux de Provence) e il pernicioso Sforza; la caratterizzazione migliore è però quella dei cagots, sorta di paria (Untermenschen, direbbero alla Rache) dimenticati dalla storia e, probabilmente, anche dai loro discendenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Possiamo salvare il mondo, prima di cena
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri