Narrativa italiana Fantasy Muses. La decima musa
 

Muses. La decima musa Muses. La decima musa

Muses. La decima musa

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Una ragazza adottata, una musicista straordinaria, l'incarnazione della Musa della Musica... Chi è davvero Alice De Angelis? Dopo aver sfiorato la morte, Alice giace in coma in ospedale. La mano che ha tentato di ucciderla voleva eliminare la Musa della Musica, ma ha ottenuto un altro risultato. Alice scopre di avere un nuovo, terrificante potere: la capacità di vedere il presente attraverso gli occhi delle altre Muse. Immobilizzata in un letto, osserva la rete di amori, segreti e intrighi che sta tracciando i destini delle ultime Muse. Lo scontro finale è alle porte, i nemici sono sempre più forti e agguerriti. Alice dovrà farsi forza e combattere contro se stessa. Lottare per chi ama, sfidare i misteri del passato, e scoprire gli straordinari poteri della misteriosa Decima Musa...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
1.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Muses. La decima musa 2014-06-15 20:30:45 Vivix
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Vivix Opinione inserita da Vivix    15 Giugno, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Folle, in tutti i sensi

Il primo libro non mi aveva entusiasmato ma nel complesso avevo espresso un giudizio positivo. Avevo comunque deciso di non comprare il seguito, che mi è poi capitato per caso tra le mani ed ho letto. Sarebbe stato meglio non farlo.
La prima parte del volume è anche passabile: il prologo è decisamente accattivante, Alice guarda attraverso gli occhi delle altre muse e scopre sentimenti che tenevano nascosti. Da quando però la ragazza si risveglia la storia non fa che peggiorare. La trama diventa sempre più incomprensibile, senza parlare poi, dei nonsense. Innanzitutto, perché Alice si rifiuta di aiutare Ian se vuole spezzare la maledizione, lo stesso obiettivo delle altre muse?Per non parlare del risvolto romance: il 98% delle volte senza senso. Potevo capire (più o meno) l’indecisione tra Ray (che però a fine del primo libro era diventato il suo grande amore) e Ian, ma Patricia…che diamine c’entra?!?!?!Sì, che la protagonista è bisex ma con la musa della pittura non c’era mai stato nulla!
Gran parte del volume è stata un supplizio tra trama che non si capiva, romance che non stavano né in cielo né in terra e scene di dolore e follia da tutte le parti che di certo non facilitavano la lettura!Ho capito che il messaggio che Falconi voleva mandare era quello di una vita non facile per le muse, ma così… mi è sembrato un po’ troppo. Non si è salvato neanche il finale, anzi, si è raggiunto l’apice del nonsense: un susseguirsi di scene, con le quali non è chiaro cosa l’autore volesse comunicare, e di frasi che volevano essere grandi massime ma che erano soltanto un accozzaglia di parole. Le ultimissime due pagine, nelle quali speravo in un minimo di comprensibilità e di, non dico gioia ma perlomeno, positività sono state l’ennesimo strazio incomprensibile, folle e doloroso. Ecco le parole chiave di questo romanzo: dolore e follia. Come se tutto questo non bastasse, i personaggi che avevamo già incontrato in precedenza vengono descritti fisicamente si e no mezza volta ed io che avevo letto il volume precedente secoli fa non li ricordavo per niente!Un autore dovrebbe tener conto di cose del genere quando scrive un seguito. In più Alice una volta aveva i capelli neri, una volta castani, una volta ricci, una volta mossi… ma si può sapere?!
Tutti gli aspetti positivi del primo libro sono scomparsi per lasciare spazio soltanto a tragedie. I colpi di scena, che così tanto avevano animato Muses, sono scomparsi. Ne troviamo soltanto due ma, non so se perché il libro mi aveva già esasperato o per altro, non mi hanno meravigliato per nulla. In conclusione, io non l’ho apprezzato per niente, ma magari a qualcun altro può piacere: non si sa mai… Consiglio di acquistarlo usato, così almeno si risparmia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri