Lady Anna Lady Anna

Lady Anna

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

A differenza di gran parte dell' opera di Anthony Trollope, Lady Anna non si colloca entro un ciclo (i cosiddetti «ciclo del Barsetshire» e «ciclo di Palliser», i più popolari). Lui lo considerava «il migliore romanzo che io abbia mai scritto!», eppure non ebbe il successo degli altri tra il pubblico dei contemporanei, per la ragione che lo rende a noi più interessante. Racconta di un intricato processo per il riconoscimento di un lascito ereditario e di un titolo nobiliare a una giovine, intorno al quale si accumulano vicende e peripezie di ogni tipo, e dietro il quale si cela e si muove in realtà una contesa ideologica: quella tra i diritti della nobiltà di nascita e le pretese del merito borghese. Un tema scabroso che gli ambienti vittoriani non amavano dover dibattere. E questo aggiunge forza di verità alla trollopiana gigantografia delle classi dirigenti di quel tempo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Lady Anna 2016-02-01 17:24:44 pirata miope
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
pirata miope Opinione inserita da pirata miope    01 Febbraio, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL DRAMMA DELLA VOLONTA'

Nel suo romanzo più amato e poco apprezzato dal pubblico vittoriano Trollope (1815-1882) mette a confronto due volontà speculari nella fermezza e nella capacità di condizionare ma opposte negli esiti: la Contessa Lovel si è condannata all’infelicità pur di entrare a far parte della società dei “gentiluomini”, sua figlia Lady Anna invece preferisce il rispetto della propria coscienza rimanendo fedele al “sarto” che le è stato vicino soccorrendo lei è la madre quando erano disprezzate dalla società. Il terreno di scontro sono le convenzioni e i pregiudizi della mentalità vittoriana, contraria a “qualsiasi mescolanza di rango”: riottenere il titolo e i beni del marito nobile e “malvagio” è l’unica ragione di vita della madre, obiettivi a cui invece la figlia non è disposta a sacrificare futuro e felicità. Le due si amano profondamente, ma la dannazione dell’una coincide con la salvezza dell’altra: la madre vorrebbe imporre alla figlia il matrimonio con il cugino che le consentirebbe di essere ammessa a pieno titolo fra i “gentiluomini” e la figlia non assecondandola diventa la sua peggior nemica. Il cuore del libro è la tensione dovuta all’interiorizzazione del conflitto da parte delle due protagonista e il suo riverberarsi negli schemi comportamentali di una società che al di là dei pregiudizi parrebbe sempre schierarsi dalla parte di chi vince le battaglie.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri