Narrativa straniera Classici Notte e giorno
 

Notte e giorno Notte e giorno

Notte e giorno

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

"Notte e giorno" è il secondo romanzo di Virginia Woolf. Pubblicato nel 1919, racconta - con la consueta, straordinaria capacità dell'autrice di indagare i sentimenti umani - la vita quotidiana di due amiche, Katharine e Mary. Tratteggiati con maestria, emergono i temi della solitudine, dell'incomunicabilità e, allo stesso tempo, il bisogno di farsi capire e amare. Sullo sfondo, la Londra borghese di inizio Novecento.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuto 
 
2.5  (2)
Piacevolezza 
 
2.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Notte e giorno 2021-06-22 13:36:08 sonia fascendini
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    22 Giugno, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tante parole

La prima cosa che mi vien spontanea di dire su questo libro è che forse visto i fatti che ci sono raccontati dentro è un po' lunghetto. Molte parole per raccontarci fatti di vita quotidiana che portano poco aventi il racconto. Quattro ragazzi nella Londra di inizio novecento che si avvicinano ai temi caldi dell'epoca come il voto alle donne ma con l'approccio di un visitatore di una mostra d'arte, che guarda osserva e poi se ne va. Tante sono le aspirazioni, ma poche le iniziative, molti i desideri, ma scarsi i tentativi di realizzarli. Forse un secolo dopo siamo allo stesso punto? In definitiva questo romanzo mi ha lasciata abbastanza tiepida, con gli sviluppi della storia che si sono susseguiti in modo piuttosto lento, i protagonisti banali e saccenti e con una opinione di sé decisamente eccessiva.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Notte e giorno 2013-06-04 12:54:58 SARY
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
SARY Opinione inserita da SARY    04 Giugno, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un macigno di normalità

Romanzo inglese ambientato nella Londra degli inizi del novecento.
Descrive la vita delle due protagoniste, Mary e Katharine, intorno alle quali ruotano altri due personaggi di rilievo, Rodney e William. Il lettore viene a conoscenza di ogni aspetto del loro quotidiano: amore, amicizia, lavoro e famiglia. Nel susseguirsi dei giorni e delle notti i quattro amici sembrano essere alla perenne ricerca della realizzazione, della felicità, del senso della propria esistenza, chi tramite volontariato e chi con la letteratura. Alla fine troveranno il tesoro della conoscenza?
Gli ingredienti sono buoni e l’idea è interessante. Il periodo storico delle suffragette, la ribellione dei personaggi alle tradizioni familiari imposte, l’anticonformismo coraggioso della donna, l’indipendenza e la presa di coscienza dei diritti umani. Posso anche apprezzare lo sforzo dell’essere riflessivi e profondi. Ma non mi è piaciuto come sono state sviluppate queste tematiche e come sono stati tirati i fili di questi personaggi/marionette. Un’esposizione pesante e noiosa. Situazioni banali analizzate nei particolari fino allo sfinimento. Ragionamenti non solo approfonditi ma martoriati. Protagonisti inconcludenti e privi di obiettivi reali. E’ tutto astratto, non c’è un problema tangibile da affrontare. Una sciocchezza è ingigantita fino a diventare un dramma. I dialoghi tra le varie comparse sono futili e le rare volte che riguardano argomenti importanti vengono interrotti. I pensieri di tutti loro sono contorti e non hanno davvero nulla a che fare con la realtà. Lo stile di questa scrittrice in questo romanzo è sconfortante; pedante e pomposo, utilizza in quantità esagerata paroloni inutili che non abbelliscono e non impressionano. Ostenta una cultura ed una intelligenza (parole riportate nel libro almeno una volta in ogni pagina e stiamo parlando di ben 399 pagine) che mi hanno irritata. (Cara Virginia, so che sei una persona colta e con un grande cervello, ma non occorre che lo fai notare in questo modo. Perdonami ma proprio te lo dovevo dire, non lanciarmi maledizioni da qualsiasi luogo tu sia). Gli scenari, gli ambienti sono grigi, non c’è colore nelle descrizioni dei paesaggi, delle strade, dei palazzi, di qualsiasi cosa.
Dalla copertina mi aspettavo qualcosa di davvero anticonformista, un po’ osé e un po’ da cattiva ragazza, riferito a quell’epoca, invece non è così. Un macigno di normalità, è quasi più interessante la mia vita.
Una lettura che deve essere accompagnata da un buon digestivo, meglio ancora se alcolico!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri