Il regno delle ombre Il regno delle ombre

Il regno delle ombre

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Mentre sul Québec infuria la più violenta tormenta di neve dell'anno, Armand Gamache si trova a indagare su due casi. Entrambi oscuri come il cuore dell'inverno canadese. Convocato all'improvviso in una fattoria nei pressi di Three Pines, Armand Gamache, capo della Sûreté du Québec, scopre di essere stato nominato esecutore testamentario da una sconosciuta baronessa. Il documento contiene clausole tanto bizzarre da far sospettare al commissario che si tratti di uno scherzo, ma di lì a qualche giorno, quando nella fattoria viene rinvenuto il cadavere di un uomo, la realtà dei fatti emerge in tutta la sua gravità. Nel frattempo un enorme carico di droga sta per inondare le strade di Montréal, e Gamache, sospeso dal servizio sei mesi prima proprio per non averlo fermato, deve decidere al più presto come agire.

Recensione della Redazione QLibri

 
Il regno delle ombre 2020-03-02 13:25:28 C.U.B.
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
1.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    02 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il regno della noia

Una tremenda tempesta seppellisce il Quèbec sotto una coltre di neve e ghiaccio.
Mentre qualcuno sfugge al vento gelido nel tepore di casa, tra biscotti al burro di arachidi e la stufa a legna, il capitano Gamache e’ convocato in una fattoria decadente al cospetto di un notaio, che lo informerà di essere stato nominato esecutore testamentario di una sconosciuta e stramba baronessa.

Tre sono le vicende principali che si intersecano nel romanzo, ma se la treccia è flaccida prima o poi si scioglie.
Salvo il salvabile e lo faccio con lo stesso spirito che avrebbe un imprenditore fallito di fronte all’ennesimo tragico bilancio consuntivo, tra le infinite voci purpuree ne stano giusto un paio in attivo.
L’incipit è veramente buono e la trama potenzialmente interessante, purtroppo lo sviluppo e’ misero, di mistery io non trovo nemmeno l’ombra in una giornata di nuvole.
Lungo e logorroico, acquoso e confusionario si perde in personaggi scialbi, chiacchieroni e privi di un marcato taglio psicologico.
Le mosse che districano la matassa si rivelano banali, ma carenza è ovunque. Capita spesso in queste serie che il protagonista sia il fulcro del racconto e sappia catalizzare l’attenzione a prescindere dalla trama. Ci si affeziona ad un detective per il suo carisma, il fascino, l’intelligenza, l’avvenenza o la simpatia… Questo Gamache – nel presente capitolo- e’ l’apoteosi del nulla, mai incontrato in decenni di gialli e thriller un soggetto cardine tanto trasparente.
Quindici euro, uno spaghetto senza sale e pure scondito.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il regno delle ombre 2020-03-16 18:24:14 ornella donna
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    16 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il commissario Armand Gamache

Torna Armand Gamache, commissario, ne Il regno delle ombre di Louise Penny. Un libro accattivante, che si legge con frenesia e crescente curiosità.
Siamo nel Quebec, Canada, sotto una fitta nevicata e un paesaggio fiabesco, quando Armand Gamache, una sua amica libraia, e un giovane ragazzo di nome Benedict vengono riuniti al cospetto di un notaio. La curiosità è tanta e anche il luogo in cui avviene l’incontro non può che stupire. Si tratta, infatti, di una vecchia fattoria fatiscente e alquanto sinistra, anche poco sicura da uno stretto punto di vista strutturale. Ma chi li ha convocati lì e per quale motivo oscuro? La risposta è semplice: sono stati tutti nominati esecutori testamentari da una sconosciuta donna, detta la Baronessa, per cui dovrebbero occuparsi dei suoi beni materiali: un castello in Svizzera, un appartamento a Vienna e altro. Ma sembra di essere finiti in una commedia degli equivoci perché la suddetta non è mai stata ricca né tantomeno proprietaria di tali immobili. E allora qual è la verità? Poco dopo il figlio maggiore, quello che sulla carta eredita il fantomatico “titolo” , Anthony , viene trovato morto nella stessa dimora, orribilmente ucciso. Non si può che ricostruire la vita di tali bizzarri personaggi alla ricerca di una verità che non può che sorprendere.
Nel frattempo il commissario deve anche occuparsi della sparizione di un ingente carico di droga che a lui è sfuggito per un tragico caso del destino. Ritrovarlo prima che la droga venga diffusa e provochi morti è per il nostro protagonista ormai un caso d’onore.
Un bel giallo con protagonista assoluto il commissario Armand, un ometto che ricorda nella caratterizzazione Hercule Poirot, un padre e un uomo esemplare, un ottimo marito, un investigatore riflessivo e deduttivo che concede sempre e a tutti un’altra possibilità di redenzione. Una storia oscura e mistica, molto attraente che trasporta
“nel cuore dell’inverno canadese”,
con perizia e metodo. Una lettura affascinante, che risponde bene alle caratteristiche di genere, con una prosa molto descrittiva e a tratti un po’ prolissa, ma sempre incantevole. Un giallo intricato, che segue i canoni classici dell’investigazione con fascino e charme particolare. Una lettura molto consigliata.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri