Il figlio del cimitero Il figlio del cimitero

Il figlio del cimitero

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Bod sarebbe un bambino normale. Se non fosse che Liza è una strega sepolta in un terreno sconsacrato. Silas è un fantasma. E la signora Owens è morta duecento anni fa. Bod era ancora in fasce quando è scampato all'omicidio della sua famiglia gattonando fino al cimitero sulla collina, dove i morti l'hanno accolto e adottato per proteggerlo dai suoi assassini. Da allora è Nobody, il bambino che vive tra le tombe, e grazie a un dono della Morte sa comunicare con i defunti. Dietro le porte del cimitero nessuno può fargli del male.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
4.2  (5)
Contenuto 
 
3.8  (5)
Piacevolezza 
 
4.4  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il figlio del cimitero 2014-02-15 09:42:34 aeglos
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
aeglos Opinione inserita da aeglos    15 Febbraio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A SPASSO NEL CIMITERO

Bod è un ragazzino che praticamente viene allevato da gente morta, nel cimitero, dove, finchè se ne sta all'interno delle mura e del cancello, ha un sacco di cose da imparare, tutti gli vogliono un mondo di bene ed è al sicuro dal male che una persona e più gli vogliono fare. Devo dire che, pur essendo una lettura per ragazzi, mi è piaciuto molto sia la storia (coinvolgente davvero, sopratutto arrivata a metà libro,l'ho praticamente divorato!), sia il modo di scrivere di Neil Gaiman. (tra l'altro il primo libro di questo scrittore che leggo!). Mi sono addentrata nei meandri del cimitero insieme a Bod, a Silas, a Liza e a tutti i suoi amici, un libro che sicuramente ti lascia qualcosa nel cuore. Nel suo piccolo può insegnarti qualcosa, non fidarsi degli sconosciuti, voler bene alle persone che ti aiutano e cercar di dar loro qualcosa, nel tuo piccolo. Un libro scritto in maniera eccellente dal mio punto di vista, un libro che crea un'atmosfera gotica, che ti fa vedere la morte sotto un punto di vista non drammatico ma tranquillo e quasi amichevole!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Libri per ragazzi!........ma anche no!!!! :-)
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il figlio del cimitero 2013-01-15 07:54:42 Mario Inisi
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    15 Gennaio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non comprate il libro sbagliato

La storia è geniale con un sacco di idee brillanti e di scene commoventi. Le lapidi del cimitero sono fantastiche. La storia non è stupida e mette in campo valori come il coraggio, la generosità, la lealtà. E' uno dei più bei libri di Gaiman anche se più semplice di molti altri (American gods ad es.).
Non sbagliatevi però. C'è un libro con un titolo simile e la stessa storia ma solo abbozzata cioè molto più brutta. Qualcosa tipo Il cimitero e altre storie nere. Quello lasciatelo perdere. Prendete questo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
American gods, Coraline, trilogia di Bartimaeus
Adatto ai ragazzi dalle scuole medie in su fino ai loro genitori
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il figlio del cimitero 2013-01-11 13:59:58 rondinella
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    11 Gennaio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nessuno è solo

Nobody Owens è un ragazzo davvero speciale: salvato da due fantasmi quando ancora era un bimbino, vive e cresce grazie all'aiuto della comunità del cimitero. La sua famiglia è stata assassinata da una setta misteriosa e a lui non resta che un vaghissimo ricordo di quell'ombra scura...

Sinceramente non capisco come riesca a pensarle tutte lui: nessuno può dire che Gaiman non sia un autore originale. I suoi libri non annoiano mai, riesce sempre a metterci quel qualcosa di speciale che fa da garanzia.
La storia in sé per sé è quasi elementare: il lessico è semplice, proprio adatto al protagonista, lo stile molto scorrevole, le pagine volano via senza difficoltà tra scenette commoventi e sprazzi di allegria.
Le avventure di Nobody sono uniche, ben descritte anche senza ricercatezze, frizzanti, vivaci, invogliano davvero il lettore a seguirle passo per passo.
I personaggi sono disparati e nella maggior parte dei casi tratteggiati in un aspetto unico ma particolare. Interessante la figura del protagonista, un bambino -quasi- come tutti, ma una chicca della storia, può sembrare sfuggente ma ha qualcosa di davvero accattivante.
Le descrizioni in generale sono buone, anche se non c'è nulla di complesso, in effetti il libro è più indicato per ragazzi (ma se siete più grandicelli non vi dispiacerà lo stesso!).
Unica pecca, il finale: tutti i tasselli infatti andranno a posto, ma secondo me con troppa facilità... Gaiman è stato sbrigativo, sebbene non sia pensato come narrativa per adulti credo che un po' più di approfondimento non avrebbe guastato.

Detto questo, nient'altro da aggiungere: rimane una lettura simpatica, leggera (se ci si vuole trovare qualche insegnamento ben venga, sono sicura che ognuno saprà interpretarlo come meglio crede), con un'atmosfera improbabile ma gradevole, insolita e saporita.
Buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
tutto Gaiman, narrativa fantastica in generale
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il figlio del cimitero 2012-11-22 09:16:16 pinco
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
pinco Opinione inserita da pinco    22 Novembre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

strabiliante

La prima parola che mi è venuta in mente, appena chiuso il libro, è stata "strabiliante!"
Pochi romanzi sono riusciti a stupirmi come questo. Già la trama di per sé, è fuori dal comune. Un bambino scampa al massacro della famiglia, rifugiandosi in un cimitero. Viene protetto dai suoi "abitanti" e da un misterioso tutore, la cui natura si intuisce senza essere rivelata in modo esplicito fino alle ultime pagine.
L'autore ha tratto ispirazione dal figlio di due anni che girava per il cimitero col triciclo. Ha avuto la felice intuizione di scrivere una sorta di "Il libro della giungla", ambientandolo però in un camposanto.
Vincitore di numerosi premi nel 2009 e nel 2010, il libro si compone di 8 capitoli, ognuno dei quali è un racconto breve, che segue la crescita di Bod, il protagonista. Gaiman crea un'atmosfera fantastica, mai opprimente, ma carica di aspettativa. Il finale in crescendo, cattura tutta l'attenzione, senza concedere distrazioni. Caratteri ben delineati, descrizioni curate e allo stesso tempo intriganti, l'uso di immagini che sottolineano la storia, completano questa opera di 345 pagine che merita di essere letta.

Piccola perla aggiunta al mio scaffale degli ottimi libri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
il libro della giungla, a cui si è ispirato l'autore.
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il figlio del cimitero 2012-09-27 21:43:11 andrea70
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    27 Settembre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dark per ragazzi

L'ho letto in vacanza ma sarebbe stato il perfetto compagno di qualche serata invernale davanti al caminetto acceso. Un bambino sfugge in piena notte da un feroce assassino che ha ucciso tutta la sua famiglia, trova rifugio in un vecchio cimitero abbandonato curato da uno strano guardiano . Il bambino è molto piccolo e ha bisogno di cure , due anziani coniugi che non hanno mai avuto flgli ottengono il permesso di fargli da genitori, peccato che siano entrambi defunti da un secolo e anche gli altri personaggi che vivono nel cimitero sono ovviamente un pò...morti. Il piccolo Bod, abbreviativo di nobody (nessuno), cresce in una famiglia allargata parecchio fuori dal comune, che solo lui può vedere grazie al misterioso dono di poter comunicare con le persone sepolte nel cimitero nell'ultimo millennio.
E' una fiaba dark per ragazzi grandicelli, dove si parla di coraggio, onore, lealtà, giustizia, amicizia, il piccolo Bod vivrà molte avventure fino a crescere , sarà pronto per affrontare un giorno il mondo dei vivi, quelli dai quali, a parere dell'autore, c'è da aver più paura che dei morti ?
L'atmosfera dark è resa benissimo senza diventare deprimente, la storia scorre bene, per chi ama il genere è sicuramente carino, Gaiman sa tratteggiare mondi alternativi di grande fascino.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tokyo tutto l'anno
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri