Narrativa straniera Romanzi Dove sei, mondo bello
 

Dove sei, mondo bello Dove sei, mondo bello

Dove sei, mondo bello

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Alice ha scritto due romanzi di enorme successo, ma per trovare compagnia deve andare su Tinder. Eileen lavora per una rivista letteraria, però non ci paga l'affitto. Simon ama da sempre la stessa donna, ma da sempre ne frequenta altre. Felix passa in birreria il tempo libero dal lavoro di magazziniere, ma la sua è una fuga. Alice, Eileen, Simon e Felix si parlano, si fraintendono, si deludono e si amano e, mentre attraversano il cerchio di fuoco dei trent'anni, si chiedono se esista davvero, al di là, ancora, un mondo bello in cui sperare.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Dove sei, mondo bello 2022-03-13 09:08:13 68
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
68 Opinione inserita da 68    13 Marzo, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Solitudini condivise

Il ritorno di Sally Rooney in un romanzo che aspira alla maturità letteraria svela la fragile ed enigmatica essenza dei protagonisti, quattro trentenni diversi e complementari, in un’ambientazione irlandese a metà tra Dublino e uno sperduto paesino di provincia.
Le due voci femminili, Alice, scrittrice di successo ( che possiede i tratti della stessa Sally Rooney ), ed Eileen, redattrice in una piccola rivista letteraria, amiche d’ infanzia, vivono la propria solitudine affettiva e lavorativa con un certo grado di insoddisfazione, specchiandosi nelle ripetute email che si scambiano su vita, amore, politica, filosofia, arte, letteratura. Una corrispondenza che è un modo di aggrapparsi alla vita, prendere appunti e preservare qualcosa di un’ esistenza inutile in un pianeta in rapido decadimento, chiedendosi come vivere nel mondo reale.
Alice ha raggiunto la gloria letteraria, eppure denaro e popolarità non le interessano, la scrittura è l’epicentro della sua vita ma le cose che credeva importanti si rivelano insignificanti e le poche persone che dovrebbero amarla l’hanno abbandonata, imprigionata nella inautenticita’ di un mondo autocelebrativo moralmente e politicamente inutile che si preoccupa di costruire storielle fittizie al di fuori del reale.
Lei stessa, travolta da una totale instabilità emotiva, vive in una grande casa di una località di provincia volutamente circondata da niente, ha perso l’ afflato letterario anche se la scrittura è ciò che vuole essere.
Confusa e infelice, smarritasi nella giungla social di una app di incontri ( Tinder ) si imbatterà in Felix, un uomo enigmatico con una saggezza pacata totalmente estraneo alla letteratura e al bel mondo, un magazziniere che si trascina in un lavoro faticoso, radicato in un microcosmo di concretezza.
Si potrebbe affermare che gli opposti si attraggono, di certo vivono una comunione di intenti e una solitudine autoimposta, la ritrosia nel mostrarsi e una facciata di sicurezza che nasconde fragilità.
Eileen ha un lavoro modesto e poco gratificante che non le da’ sicurezza economica, da tempo impantanata in una relazione d’ amicizia amorosa con il bellissimo Simon, amico di vecchia data, un consulente politico ombroso e sfuggente invischiato in relazioni fugaci con giovani modelle. Simon trasmette un senso di pace, la sua figura bella ed elegante, la sua solitudine silenziosa, la sua autosufficienza.
Paiono fatti l’ uno per l’ altra, la bellezza al servizio dell’amore, fugaci interludi di coppia a colmare spazi di assenza, si lasciano e si riprendono, ignari dei propri desideri. Simon si nasconde dietro un lavoro di responsabilità e un cattolicesimo che ne accentua il senso di colpa, una persona capace e affabile ma emotivamente inaccessibile, Eileen e’ soggetta a una depressione ciclica, sommersa da conflitti famigliari irrisolti, da un senso di inadeguatezza sfociato in scelte discutibili.
Le email tra le due giovani donne sono soliloqui sfociati in una teoria di vita impossibile, una relazione a distanza che pare rimandare la necessità di un incontro, sarà una resa dei conti, un chiarimento impensabile, un incrocio di sguardi, una comunanza allargata? La propria sofferenza continuerà a primeggiare in un mondo poco accogliente e in rapido decadimento o ci sarà un cambiamento di rotta? Sesso e amore vinceranno e daranno un senso?
Un romanzo di rapporti e di sentimenti inserito nel cuore di eventi traumatici, ( la pandemia, il disastro climatico ), trentenni che si interrogano su passato, presente e futuro, invischiati nelle proprie paure, fragilità e solitudini da sempre rimandate all’ interno di un mondo poco accogliente che faticano a comprendere e a vivere.
Sally Rooney da’ prova di una certa maturità stilistica, indubbiamente il romanzo è ben scritto, tra dialoghi interminabili e piuttosto crudi, la rappresentazione di una certa fisicità con pause di riflessione e profondità, ma quanto i protagonisti sono credibili e il contesto funzionale al racconto?
La narrazione corre verso un lieto fine che sappia invertire la rotta di una vita difficile da accettare nella propria essenza imperfetta. Una morale, sesso e amore i cardini giustificanti e gratificanti, ma come cambiare improvvisamente esistenze segnate da altro? È sufficiente l’ incontro e lo scontro dialettico a riannodare anni di assenze? Può uno scrittore vivere un’ affinità elettiva con qualcuno che non ha mai letto un libro e viceversa, e costui può surclassarla per profondità di pensiero e conoscenza? È verosimile che un “ fanatico” religioso che avrebbe voluto farsi prete continui a essere un Don Giovanni incallito? Come possono coesistere email con spiccate doti di profondità e banali superficialismi in cui ricadono gli stessi protagonisti ? Si può accettare una vita all’ interno di un mondo letterario settario e commerciale sfruttandone fama e ricchezza ma denunciandone le storture evidenti? E allora chi si è realmente? Verità o finzione?
Permane un sentimento inafferrabile o semplicemente sconcertante, personaggi reali che cadono nell’ irreale fondendosi e confondendosi indistintamente.
E allora ci si interroga sulla credibilità e veridicità di un costrutto narrativo che pare essere una semplice storia d’amore a lieto fine alla ricerca di consenso in un periodo storico difficile e per molti versi surreale, una lucidità letteraria che nasconde caos, una fragilità espositiva mascherata da una omogeneità disomogenea che non sfugge alla sensibilità del buon lettore avvezzo ad altre profondità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'improbabilità dell'amore
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello
Maimai
Gli ansiosi
Il caos da cui veniamo
Il guardiano notturno
Le vie dell'Eden
La lingua perduta delle gru
Tomas Nevinson
La promessa