Narrativa straniera Romanzi Giochi da ragazzi
 

Giochi da ragazzi Giochi da ragazzi

Giochi da ragazzi

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

A Dynmouth tutto è pulito, elegante: case linde, chiese e scuole, un piccolo porto. E una vita ordinata e sonnacchiosa, che si anima solo in occasione di qualche festività. Eppure, qualcuno sta per sconvolgerla. Non un efferato criminale, ma un ragazzino, Timothy Gedge, che ha un progetto innocente solo in apparenza: organizzare uno spettacolo per l’annuale festa pasquale della parrocchia. Per attuarlo Timothy è disposto a tutto: sotterfugi, ricatti, intrusioni nella vita privata degli altri. E la vita privata di molti, a Dynmouth, non è improntata a una severa morale. Nessuno vuole scavare in profondità, perché ognuno ha un segreto da nascondere...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Giochi da ragazzi 2023-05-22 19:01:43 68
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
68 Opinione inserita da 68    22 Mag, 2023
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un mondo celato

…”Se si guardava Dynmouth in un certo modo la si vedeva bella, se invece la si guardava in un altro modo c’era Timothy Gedge”….

Una corazza di imperturbabilità, quiete, perbenismo che rilascia una vita tranquilla può degenerare in uno stato di incertezza, paura, smarrimento, sovvertendo l’ ordine costituito.
E allora tutto è in discussione, le domande più disparate incombono, la certezze si sgretolano in un senso insensato, la vita cambia colore.
Questo quanto accade nella tranquilla cittadina di Dynmouth, sulla costa del Dorset, una piccola località di mare ben conservata raccolta attorno a un porticciolo di pescatori che si è estesa negli anni all’ entroterra aprendosi a una nuova attività industriale e alberghiera.
Qui vive Timothy Gedge, un ragazzo di 15 anni reso sgraziato dall’ adolescenza, viso spigoloso, guance scavate, spalle larghe e corti capelli di un biondo quasi bianco, con uno sguardo famelico che gli da’ un aspetto avido, uno strano ragazzo sfaccendato incline allo scherzo, prossimo all’ eccentricità, che vive con la madre e con la sorella,
…”uno di quei bambini che, di ritorno da scuola, trovano ad aspettarli solo un appartamento vuoto”….,
che devono badare a se stessi, attraversati da una solitudine che sembra essergli entrata dentro.
Suo padre se ne è’ andato da anni, Timothy non ricorda nulla di lui e con il passare del tempo ha iniziato a non fidarsi più della madre e neppure della sorella perché
…” da loro non riceve mai risposta”…,
abituandosi all’idea che senza di lui in casa si respirerà un certo sollievo.
Timothy vuole partecipare a uno spettacolo nell’ annuale festa Pasquale della parrocchia, “ Scopri il talento “ e per mettere in scena la propria parte è disposto a tutto, ricatti, richieste impossibili, appostamenti, intrusioni, denunce, bugie, artifizi, trasformandosi nel più cinico e crudele nemico degli abitanti di Dynmouth.
Nessuno è perfetto, ciascuno custodisce segreti e malefatte, è disposto a cedere al ricatto per conservare una parvenza di credibilità. Timothy è fuori controllo, sgretola nuclei famigliari, percuote i singoli, popola gli incubi altrui, un ragazzino solo abbandonato dagli affetti più cari, forse vittima del sistema, di un destino avverso, novello Lucifero, cinico egoista, mascalzone impenitente.
Quale il confine tra realtà e finzione, quale verità nelle sue certezze, come considerarle, negazione, incredulità, dolore, riconsiderando una parte di se’ ovattata e rimossa, il peso di una verità ingombrante, l’ inammissibile, un senso di solitudine in un grande vuoto dentro.
Lo strascico delle sue illazioni per alcuni è insopportabile, per altri una semplice costruzione artefatta, chi siamo veramente e come abbiamo potuto vivere non conoscendo? Timothy pare ovunque, la sua voce stridula ci percuote dentro, avvolto da una sottile ironia che rivela autocompiacimento, un “ diavolo “ onnipresente predisposto allo scherzo, vittima e carnefice, illusionista e Machiavellico, una serpe in seno,
…”una verità che punta come un’ erbaccia in un giardino”…,
dentro di se’ senso di smarrimento, rabbia inespressa, sensi di colpa, la voce di una coscienza dimenticata, l’eco di un pazzo.
Difficile dirlo quando la vita ci ha dato così poco, rendendoci quello che siamo, noi stessi attori involontari, ignari di chi abbiamo accanto, di cosa stava accadendo, e chi oggi ci denuncia e ci ricatta è ricoperto di una corazza di necessità. Tante domande, poche risposte, una certezza, quello stato di cecità evidente.
William Trevor, attraverso una prosa fluida e lineare, personaggi ben congeniati
e caratterizzati, costruisce una sottile trama psicologica che origina da una visione politica e sociale per scoperchiare un’ intimità nebulosa e complessa. La tranquilla routine nasconde altro, ciascuno deve fare i conti con se’ stesso, la realtà non è come sembra, la paura ci trattiene e ci sovrasta, vittime e complici, ciascuno impegnato a conservare e a preservare il proprio piccolo angolo di mondo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg