Il minotauro Il minotauro

Il minotauro

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Questa spy-story d’autore, pubblicata nel 1980 in Israele, fu salutata l’anno dopo da Graham Greene come il miglior romanzo tradotto dell’anno. È una storia affascinante e originale in cui un agente segreto israeliano s’innamora di una ragazza dalla bellezza mediterranea e misteriosa, e usa tutte le tecniche e i trucchi del suo mestiere per seguire, controllare, determinare la vita di lei senza mai rivelarsi. Una relazione morbosa, in cui lui attraverso pedinamenti, informazioni rubate, finanche un omicidio, costruisce negli anni un invadente controllo sulla ragazza. Lei, pur non avendolo mai visto e pur irritata dalle crudeli e bizzarre richieste dell’uomo, lo ama. Anche perché le lettere che lui ossessivamente e regolarmente le fa recapitare rivelano una personalità struggente e appassionata.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il minotauro 2019-08-15 06:58:56 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    15 Agosto, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il labirinto del cuore

Il libro di Tammuz non è bellissimo o imprescindibile ma la figura del protagonista, l’agente segreto, è di grande fascino. Le sue lettere sono bellissime, sicuramente le pagine migliori del romanzo che ha forse ispirato il romanzo epistolare di David Grossman Che tu sia per me il coltello, che non a caso cita una frase della lettera a Milena di Kafka. In entrambi i romanzi, oltre che nella vita di Kafka, c’è una storia d’amore epistolare che deve la sua grande forza alla immaterialità di lui, più voce che persona e al desiderio di lui più che a quello di lei. Questo è evocato dal nulla dalla forza della voce di lui. Anche in questo caso la potenza della voce si distacca dalle insicurezze dell’uomo di carne per diventar canto irresistibile dell’anima. La persona materiale di lui, invece è un uomo con le sue debolezze, che vive in atteggiamento di strenua difesa di se stesso in uno spazio mentale delimitato, direi morbosamente chiuso, da cerchi concentrici, 3 cerchi, il primo dei quali, quello più interno, è il cerchio della musica e quindi dell’amore assoluto. C’è l’idea che ogni uomo sia chiamato a questo amore per la donna scelta per lui in cielo, se solo l’ufficio cuori solitari del cielo funzionasse. Invece, la burocrazia funziona male anche in cielo. Il fatto di non dover mai scendere a patti con le imperfezioni della realtà, rende il rapporto tra i due assoluto e del tutto al di fuori della materialità dei corpi, come fosse fatto di puro spirito o di sola musica, quindi al di sopra della infedeltà materiale sia di lui che di lei.
La cosa più misteriosa del libro è il suo titolo: forse potrebbe fare riferimento ai labirinti dell'animo umano, cuore e mente, tra i quali l'essere umano si ritrova metà uomo metà bestia e deve cercare di uscirne in qualche modo o uomo o bestia. Perciò la cosa importante del percorso è soprattutto il ritrovarsi su due gambe, vivi o morti non conta, e l'amore potrebbe essere il filo che porta fuori dal labirinto ovvero dal cerchio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Che tu sia per me il coltello
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri