Narrativa straniera Romanzi Il segreto dell'ultima estate
 

Il segreto dell'ultima estate Il segreto dell'ultima estate

Il segreto dell'ultima estate

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Quest'anno Nick, nonostante il parere contrario della moglie Laura, ha preso una solenne decisione che è convinto renderà tutti felici: portare l'intera famiglia in vacanza al mare, a Malta. Ma quello che sembra essere un colpo di genio si rivela una pessima idea. Perché Malta non è solo il più bel ricordo del padre di Nick, è anche il luogo in cui l'uomo custodisce un enorme segreto. Un segreto che si chiama Anthony, una persona che Nick non conosce, ma che condivide con lui lo stesso patrimonio genetico.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (3)
Contenuto 
 
3.0  (3)
Piacevolezza 
 
3.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il segreto dell'ultima estate 2014-09-15 19:08:35 ant
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ant Opinione inserita da ant    15 Settembre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La coscienza di Nick

Libro con una trama singolare e suggestiva, un padre che ritrova un figlio mai visto prima, ma che colpisce, a mio avviso, per l'analisi interiore e per la presa di coscienza drammatica e a volte anche grottesca dell'io narrante, che è il figlio legittimo del padre di prima.
La vicenda si sviluppa attraverso un regalo singolare che Nick(il protagonista) vuol fare a sua moglie Laura e soprattutto ai suoi genitori, al papà in particolar modo che ormai soffre di Parkinson, cioè una vacanza a Malta, luogo agognato e rievocato da suo papà lungamente negli anni e isola in cui il padre ha combattuto durante la 2° guerra mondiale. Prima di partire però la mamma di Nick è costretta a rivelare un segreto che spiega anche l'attaccamento morboso di Jim(il papà di Nick) nei confronti dell'isola del Mediterraneo, in quel luogo durante la guerra Jim frequentò assiduamente una donna del luogo ed ebbe un figlio, Anthony. La cosa sconvolge non poco Nicholas e sua moglie Laura e nonostante la già precaria salute di Jim e la notizia bomba dell'ultim'ora, decidono di partire lo stesso. E' molto suggestivo sia il racconto dell'assistenza e dell'amore di Nick nei confronti del padre malato, che soprattutto la ricerca di Anthony e lo scoprire ed ammirare le tante bellezze di Malta. Tra mille peripezie Nick e famiglia trovano Anthony e in un primo momento , a parte che su Nick, l'isolano fa colpo su tutti. Quello che mi è più piaciuto del libro, come dicevo in apertura, è la capacità dell'autore , attraverso i pensieri di Nick, di far partecipi i lettori di tutta quella gamma di frustrazioni, angosce, preoccupazioni, elucubrazioni etc a riguardo dell'essere ormai in quella fase della vita in cui i punti di riferimento di sempre si sgretolano(il padre malato, la mamma sempre considerata una roccia, che si palesa più che emotiva e incapace di ascoltare e decidere se non con preconcetti e frasi fatte, sua moglie ossessionata dal non avere avuto ancora figli) in più , un fratello sconosciuto che spunta dal nulla. Il libro procede con una narrazione fluida, sia sul prosieguo della vacanza a Malta che sui rapporti tra Anthony e i suoi nuovi familiari; Nick si rivelerà l'unica mente lucida e presente in ogni situazione, prendendosi spesso critiche e anche sfottò, con un riscatto assoluto e meritato nel finale del libro; Anthony invece si dimostrerà una patacca e un furbastro, ma non voglio più aggiungere nulla della storia.
Estrapolo un passaggio che mi ha colpito, è Anthony che parla:
"""A Malta tutto è storia. Sempre qualcuno che ci invadeva o tentava di invaderci. Nessuno, qui, è immune dalla storia. Guardate me. Senza la seconda guerra mondiale, senza papà a Malta, io non ci sarei"""..
Per riflettere sl passato e sul presente di ognuno di noi

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il segreto dell'ultima estate 2013-07-09 19:47:03 Tucciarone
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Tucciarone Opinione inserita da Tucciarone    09 Luglio, 2013
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

CHE VERGOGNA!!

Non ho mai messo gli occhi su un libro peggiore e, fidatevi, ho molta esperienza!
E' una cosa VERGOGNOSA!
Io proprio non so come si faccia a scherzare su certe cose.
Ho comprato questo libro solo perchè avevo letto il primo romanzo dell'autore (che mi ha letteralmente fatto vomitare bile) ed ho pensato che magari questo romanzo sarebbe stato migliore. Intendiamoci, si è laureato all'università di Oxford, lì davvero è difficile. Eppure mai mi sono sentita tanto delusa ed... arrabbiata dopo aver letto un simile obbrobrio. Innanzitutto per il fatto degli escrementi. A me personalmente non interessa la loro descrizione dettagliata, tanto meno se è una persona anziata malata di Alzhaimer ad essere interessata. In quanto a questa malattia, io bandirei questo libro solo per il fatto che non si smette di prendere in giro chi è affetto da una sindrome tanto grave. Che vergogna! E per non parlare della moglie! Povera donna, desidera solo avere un figlio e ha... beh, istinti e desideri, come ogni essere vivente, e non vedo perchè debba essere presa in giro se vuole stare un po' di tempo... appartata con il marito. E poi per dire la verità un qualunque idiota si sarebbe accorto del trucco della siringa, anche una verginella tredicenne, figuriamoci una donna adulta. Meglio stendere un velo pietoso sul resto, meglio non avvelenarsi più. Spero solo che nessuno compri più questo orrore e che l'autore modifichi completamente i suoi romanzi. O che smetta di scrivere. Farebbe un favore all'umanità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il segreto dell'ultima estate 2013-05-14 16:23:59 ohGrey
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da ohGrey    14 Mag, 2013

triste ma liberatorio

Un libro molto bello, scritto bene e scorrevole. Devo dire che mi è piaciuto, anche se mi ha messo una gran tristezza una volta terminato. La storia è originale, in particolar modo proprio perchè i personaggi sono originali. Spesso, leggendo dei loro comportamenti, sfugge anche un sorriso. Non riesco a dare il massimo dei voti a questo libro per il finale, perchè lo trovo sospeso. Però ammetto che non sarei riuscita a concluderlo in modo diverso...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa