Narrativa straniera Romanzi L'arte di bruciare
 

L'arte di bruciare L'arte di bruciare

L'arte di bruciare

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nella camera da letto sopra il suo grande studio nella campagna scozzese, la scultrice Edith Harkness è pronta per la fine. I sintomi del virus sono noti: la sua vita è giunta al termine, le restano solo pochi giorni. In quello studio ha vissuto a lungo, e tra le sue pareti sembrano persistere ancora i ricordi e i desideri del passato. All'epoca del primo lockdown è proprio qui che Edith ha portato il suo amante conosciuto da poco, con cui è entrata in un mondo febbrile e sconcertante. Qui ripercorre l'intera sua vita, il rapporto unico con la madre, in cui è lei, la figlia, a dettare il passo dell'affetto e della crescita, l'assenza del padre, la scoperta del talento di artista. Le sue opere sono vaste e spesso violente, oggetti scagliati nel mondo per rileggerlo e trasformarlo. Come il virus, con la sua crudele bellezza di una stella perfettamente composta. È quella stella letale a portarle Halit, un immigrato che lavora come cuoco, e a donarle una vita nuova e inattesa. Sarah Hall è tra le più grandi scrittrici inglesi di racconti, e in questo breve romanzo si accosta a una materia universale, la storia di due persone che si sono appena innamorate, per trasformarla in una esperienza radicale, politica e intensamente erotica.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
 
L'arte di bruciare 2022-06-06 12:46:32 68
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
68 Opinione inserita da 68    06 Giugno, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Isolamento d’amore

… sono io la legna del fuoco. Ho fatto esperienza, sono mutata nella natura. Sono stata bruciata, danneggiata, e ora sono più resistente. Una vita è come una perlina d’acqua sulla superficie nera, così fragile, così forte, il suo mondo incredibilmente compatto…

Lo scorrere di una vita, tra passato e presente, ricordi e rimpianti, una voce che si affida al tempo nel cuore di una pandemia che non concede sconti. Racconto d’ amore e morte, resurrezione e sentimenti, carne e brama artistica in evoluzione continua, una storia da raccontare per cercare di sopravvivere.
La voce narrante è una scultrice di successo oggi sola, pronta ad accogliere la propria fine in una dimora isolata, con lei mille ricordi, i cocci di un’ infanzia nelle vesti di una madre menomata che ha cercato vanamente di fare la madre, un padre assente, il proprio talento artistico, un amore improvviso e unico in un periodo di contumacia, quando la forza del virus sradica percezione e sentimenti e il respiro illogico della malattia impregna ogni dove.
Il lockdawn, un destino incerto, la lotta contro un nemico forte e invisibile, anima e corpo forgiati dalla voglia di vivere ogni singolo istante. Domande sulla propria infanzia, la voglia di riviverla, una nuova versione dei fatti che non si può avere, riassetti temporali, il significato della vita impossibile da carpire.
Vige una neo dimensione famigliare, intrappolata dentro casa in compagnia di un amante che sembra possedere l’ intensità di un sogno, un vicendevole scambio in un contesto che ha poco di umano, la lotta per sopravvivere, infettati nel corpo e nella mente, all’ esterno un paese impegnato a non cadere a pezzi, a curare i malati, a controllare che cosa è rimasto in dispensa, a piangere la libertà perduta.
Un giorno ci sarà un post pandemia, e allora come saremo, o meglio, cosa sarà rimasto di noi? Forse l’ esperienza ci avrà forgiati e saremo più forti o forse avremo imparato che cos’è la transitorietà e la capacità di resistere. Nell’ ultimo anno si sono viste cose diaboliche e avvertito la vicinanza della morte, ma …”noi siamo le nostre tendenze peggiori, restiamo quello che siamo, tra l’ evidenza e l’ illusione, è lì che siamo tutti..”.
Un breve romanzo che abbraccia un flusso di coscienza ininterrotto, flashback, immagini e voci spezzettate all’ interno di una fragilità che impregna ogni cosa, nessuna risposta se non i cocci di una vita complessa e imperscrutabile, costretta all’ isolamento forzato, una nuova dimensione che, contravvenendo ai sintomi della malattia, acuisce i sensi e le sensazioni, ridiscute il quotidiano, ridefinisce l’ essere, nel frattempo la propria creazione artistica è più violenta e accompagna un amante a scrivere un’ altra storia altrettanto crudele.
Sarah Hall ridiscute le tonalità di una vita in un’epoca indecifrabile, ne coglie le necessità, i cambiamenti, la disperazione, dibatte in prevalenza con se stessa su amore e morte, arte, relazioni, sentimenti, in un quotidiano nel quale le priorità sono mutate, la carnalità esplosa, la sofferenza amplificata, le perdite improvvise e inaspettate e l’ arte va ridefinendo il proprio linguaggio. Quale esito e quale destino?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Una buona madre
Finché non aprirai quel libro
Bournville
Due settimane in settembre
La fornace
Il libro delle luci
Il peso
Notte di battaglia
La vita prima dell'uomo
Le strane storie di Fukiage
Mao II
Sipario, l'ultima avventura di Poirot
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna