Narrativa straniera Romanzi L'ultimo di noi
 

L'ultimo di noi L'ultimo di noi

L'ultimo di noi

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Dresda, 1945. Sotto un diluvio di bombe, una ragazza muore dando alla luce un figlio. Nell’affidarlo alla carità di estranei, consegna loro anche il nome del neonato, come una promessa di futuro. New York, 1969. Nella Manhattan di Andy Warhol e Jimi Hendrix, un giovane imprenditore rampante è pronto a tutto pur di conquistarsi un posto nel mondo e nel cuore dell’unica donna che è riuscita a farlo innamorare. Lui, Werner, orfano di genitori ignoti, è convinto di poter scrivere la propria vita da zero. Lei, Rebecca, figlia di uno degli uomini più facoltosi d’America, è uno spirito libero. La passione li travolge senza limiti. Ma la felicità ha le ore contate. Una rivelazione inattesa strappa a Werner quel futuro che credeva di avere già in pugno. C’è qualcosa, nelle sue origini oscure, che rischia di separarlo per sempre da Rebecca. Se vuole davvero lottare per il suo amore, Werner dovrà fare i conti con il passato, ripercorrendo a ritroso la Storia alla ricerca della sua vera identità, la cui unica traccia è cucita da sempre dentro i suoi vestiti di bimbo: «Si chiama Werner Zilch. Non cambiategli il nome, è l’ultimo di noi.»



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ultimo di noi 2018-04-04 08:41:54 ornella donna
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    04 Aprile, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Due donne due uomini un segreto esplosivo

L’ultimo di noi di Adelaide De Clermont Tonnerre è un romanzo profondo ed introspettivo. L’autrice racconta la vita del protagonista, Werner, mediante l’utilizzo della narrazione a capitoli alternati. Sono salti nel passato continui, emozionanti e ricchi di sentimento.

Siamo a Dresda nel febbraio del 1945.in un clima di guerra devastante, una giovane donna ferita, muore in ospedale. Prima però chiede che suo figlio venga adottato dalla zia, certa Martha, con la raccomandazione di non mutare il suo nome, perché “Lui è l’ultimo di noi.” Werner Zilch è un giovane rampante, imprenditore nel settore delle costruzioni, che è stato adottato in tenera età. Incontra e si innamora follemente di Rebecca, una donna libera, artista, ma anche figlia di uno degli uomini più facoltosi degli Stati Uniti. Invitato ad una cena a casa dei genitori della ragazza, nel vederlo la madre sviene. Rebecca scompare per un anno, lasciandolo in preda al panico a domandarsi che cosa è accaduto. Quando ritorna lei gli rivela un terribile segreto legato al passato della sua stessa madre. Così per riuscire veramente ad avere Rebecca, Werner deve risalire al lontano 1945 nella Germania nazista dominata dalle SS alla ricerca della sua vera identità, e scoprire l’oscuro e spaventoso mistero sulle sue origini, con un’unica traccia cucita nei suoi vestitini da bambino.

Il libro è un viaggio fra due continenti e due epoche completamente differenti, parte dall’inferno dei lager nelle gelide pianure della Polonia e da un rifugio nazista tra le montagne austriache, ci porta fino al campo degli scienziati fuoriusciti tedeschi nel deserto di Los Alamos, alla tragedia della fine di una epoca all’esplosiva energia di un mondo in grande espansione, immergendoci al termine nell’atmosfera festosa delle grandi feste newyorkesi. Un libro affascinante, denso, ricco di dolore e di una umanità perduta, ma anche di rinascita, di presa di coscienza e di crescita. Tutto coeso e perfettamente legato ed equilibrato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa