Maimai Maimai

Maimai

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nel romanzo conclusivo della pentalogia L’ombra del cardo, il riserbo e la dolorosa segretezza incontrano la tragedia greca in una storia commovente e intensa. Dopo un violento acquazzone il cielo è sgombro di nubi, il sole splende. “Come si può lasciare questo mondo con un tempo così bello?” si chiede Taro¯ quando scopre che la madre, la fascinosa e sfuggente Mitsuko, è morta all’improvviso. Lui, sordomuto e orfano di padre, è un modello e un pittore di talento, che ha potuto realizzare le sue aspirazioni grazie all’amorevole sostegno della madre e della nonna. In molti, sorpresi dalla scomparsa di Mitsuko, le rendono omaggio: i clienti della sua rinomata libreria, ma anche quelli del locale dove lavorava come entraîneuse, un lato oscuro della sua vita che Taro¯ ignorava. E a poco a poco dal passato emergono altri misteri e segreti con cui il giovane deve confrontarsi. Al tempo stesso, ricompare inaspettata un’amica d’infanzia, la delicata e incantevole Hanako. Il sentimento che li legava – tenero e intenso come solo certe amicizie infantili sanno essere – non è stato scalfito dal tempo e della lontananza, e si colora di un’improvvisa sensualità. La felicità adesso pare così vicina, ma non è altrettanto scontata.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Maimai 2022-03-23 16:36:20 68
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
68 Opinione inserita da 68    23 Marzo, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Resa dei conti

… Maimai, Maimai,
dove vai tanto oppressa?
Che cosa porti nella tua casa tanto grande?
Una pena o un fardello, o forse entrambi?
Ah puoi solo andare avanti, come la vita!
Forza Maimai! Addio!…

Il dolore della perdita, luci e ombre di un passato che si risveglia, un ricongiungimento insperato, misteri irrisolti, la forza inafferrabile dell’ amore. L’ ultimo capitolo della pentalogia “ All’ombra del cardo “ si ricopre da subito di una dolorosa presenza, la morte inattesa di Mitsuko accompagnata dal lutto del figlio Taro, erede della sua misteriosa essenza.
Un’ assenza che ne inscena la presenza, il recupero di spezzoni di vita vissuta e sprazzi lucidi della propria infanzia.
Taro è un giovane di straordinaria bellezza e di grande talento pittorico, un “ half “ ( mezzosangue ) che si esprime con il linguaggio dei segni, poco informato sulle proprie origini e sul vissuto materno, del quale Mitsuko ha da sempre mantenuto un tacito riserbo, a metà tra spirito e materia, libraia raffinata e colta che amava discorrere di arte e di filosofia e entaineuse in un bar per uomini facoltosi.
Il giovane è cresciuto con la nonna materna ( Bachan ) che lo ha coccolato sin dall’ infanzia, le vuole bene e ha bisogno di lei, ne ha ereditato il sapere ma continua a ignorare l’ alba dei propri giorni, l’ origine di un padre senza volto che non ha mai conosciuto e un viaggio misterioso che non c’è mai stato.
Il percorso della memoria gli riserva qualcuno che sembra conoscere porzioni di verità, oggetti evocanti ombre e il ricongiungimento con un’ amica d’ infanzia, Hanako, istruita, raffinata, educata, che proviene da un altro mondo e con la quale condividere spezzoni di ricordi e un’affinità che sa di amore ma osteggiata dal desiderio famigliare e da un segreto celato.
Come i versi della poesia che continuamente risuona nella testa di Taro e che Mitsuko gli recitava quando era bambino, ci sono una pena e un fardello da condividere e portare con se’ in una vita di cui non ci si può liberare, come la lumaca ( Maimai ) non può liberarsi della sua conchiglia. A chi sono rivolti questi versi e quale il loro significato sotteso?
La ricerca di un’identità cozza con l’identità supposta o immaginata, ogni storia ne genera un’altra, l’essenza maturata sin dall’ infanzia riscopre il vero volto dell’amore, del perdono e della condivisione.
Che sia giunta l’ora di accogliere il passato e di incamminarsi nel cuore della vita oltre ogni cruda verità inattesa?
La lentezza espositiva, immagini sovrapposte che inseguono i ricordi alternate a lunghe riflessioni di un’interiorità che attinge a fonti eterogenee ma riempita dal silenzio e ricoperta di colori, fragranze, idiomi, un amalgama che trasmette pace ed equilibrio all’ interno della tempesta di accadimenti che investe il racconto.
Questo il maggior pregio di Aki Shimazaki, come già detto per i capitoli precedenti, una semplicità riccamente esposta, un concerto che attraversa, assapora e assorbe il complicato e turbolento viaggio dell’esistenza scongiurando pregiudizio e banalità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'improbabilità dell'amore
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello
Maimai
Gli ansiosi
Il caos da cui veniamo
Il guardiano notturno
Le vie dell'Eden
La lingua perduta delle gru
Tomas Nevinson
La promessa