Per puro caso Per puro caso

Per puro caso

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Delia Grinstead è una quarantenne sposata, con tre figli, annoiata dalla routine e insoddisfatta della sua esistenza. Forse è per questo che un giorno invece di tornare a casa decide di andarsene, di partire per un viaggio che la porti lontano da tutto il suo mondo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Per puro caso 2013-06-06 03:30:52 Bruno Elpis
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    06 Giugno, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La casualità più bieca

Dall’autrice di “Turista per caso”, già Premio Pulitzer nel 1989 con “Lezioni di respiro”, un romanzo che è un inno alla casualità più sfrenata.
Delia Grinstead è una quarantenne sposata e con tre figli ormai grandi. Di punto in bianco si allontana dalla spiaggia, accetta un passaggio in macchina e decide di lasciarsi alle spalle matrimonio e famiglia. Così: detto, fatto. Per puro caso.
La nuova vita di Delia si svolge in una cittadina non lontana da Baltimora.
Gli eventi, piuttosto scialbi per la verità, si succedono in maniera anonima, in una variante della scelta già esplorata da Pirandello con “Il fu Mattia Pascal”. In una sequenza che è: sparire, far perdere la propria identità, ricostituirsi una vita, decidere cosa fare del futuro.
La dialettica caso-fatalità-determinismo scorre sotterranea e incredibilmente aliena rispetto a una vicenda consumata – quasi a livello epidermico - nell’anonimato e nella normalità. Nel tentativo di definire quali siano le motivazioni dell’agire di Delia: forse una tentazione momentanea, forse il senso dell’inutilità o dell’insoddisfazione, forse una rivincita. La vera curiosità è quella di verificare se la protagonista riuscirà a sfuggire fino in fondo a responsabilità e vincoli. O se tornerà sui propri passi.
Il romanzo sembra, esso stesso, soggiacere alla casualità: non ha impennate, scorre lungo una normalità apparente e quasi maniacale, non ha guizzi. Le pagine si susseguono secondo una logica che è una delle mille possibili.
Niente di paragonabile alla genialità sociologica del nostrano “Mattia Pascal”.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
... Il fu Mattia Pascal
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Day
Il segreto della libraia di Parigi
Il club del pranzo della domenica
Il club delle fate dei libri
Il filo della tua storia
Un oceano senza sponde
L'ora di greco
Gli altri
Baumgartner
I lupi nel bosco dell'eterno
Fino alla fine
L'ultima cosa bella sulla faccia della terra
Lezioni di chimica
Sotto la pioggia gentile
La doppia vita del giudice Savage
Figli, figlie