Stupore Stupore

Stupore

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Dopo la morte del padre, un famoso scienziato che fra le mura di casa esercitava una cupa tirannia, Atara, architetto cinquantenne dalla burrascosa vita sentimentale e madre di due figli, va in cerca del suo oscuro passato. Ritrovare la quasi centenaria prima moglie di lui e sentirla parlare della stagione eroica in cui entrambi facevano parte della Resistenza contro gli inglesi prima della fondazione dello Stato d’Israele non fa che infittire il mistero. E così le vite delle due donne, di Atara, che non sa nulla di colei di cui porta il nome e che sembra essere la chiave per capire molte cose, e dell’anziana Rachel, che aveva messo una pietra su quel passato, cambiano attraverso l’incontro, le loro parole ma forse soprattutto i rispettivi silenzi. Con la consueta maestria, Zeruya Shalev intesse una storia che è al tempo stesso profondamente singolare e collettiva, riuscendo a intrecciare il dramma e l’ironia, la quotidianità più banale e i grandi eventi del passato recente. La storia di due donne, Atara e Rachel, i legami famigliari, l’amore, il senso di colpa e la storia della fondazione di Israele.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Stupore 2022-12-08 10:40:51 Chiara77
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Chiara77 Opinione inserita da Chiara77    08 Dicembre, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Senso di colpa e redenzione

Stupisce davvero questo bel romanzo di Zeruya Shalev; per la scrittura elegante e in grado di scavare in profondità nell’animo umano; per la trama ben strutturata e coinvolgente, capace di tenere il lettore incollato alla pagina fino al termine della narrazione.

Due donne sono al centro del romanzo, Atara e Rachel, unite dal destino per aver profondamente amato ed essere state respinte dallo stesso uomo, rispettivamente padre della prima e primo marito della seconda.

Rachel è ormai molto anziana, vive per lo più nel ricordo di una giovinezza vissuta con coraggio e determinazione, quando ha fatto parte della resistenza israeliana contro gli inglesi, prima della nascita dello Stato di Israele. Durante quel periodo esaltante e pericoloso aveva conosciuto e poi sposato Manu, Menachem Rubin, il padre di Atara. Ma lui ad un certo punto, inspiegabilmente o forse no, l’aveva abbandonata chiedendo il divorzio.
Atara ha per caso saputo di questa storia e, dopo che suo padre è ormai morto, vorrebbe scavare un po’ più a fondo, conoscere questa donna e magari farsi raccontare qualcosa che possa farle comprendere meglio il genitore così amato e allo stesso tempo così odiato.
Ma chi è Atara? Il lettore inizialmente potrebbe pensare che la vera protagonista sia Rachel e che il fulcro della narrazione sia la storia che lei ha da raccontare, in realtà non è così. La protagonista è Atara, con la sua vita scombussolata ed estremamente reale, con le sue scelte sbagliate e il grande, gigantesco senso di colpa che si porta dentro per aver assecondato la vita e la tentazione di essere felice. Atara e Rachel hanno bisogno l’una dell’altra per trovare una redenzione, una speranza che le aiuti a continuare il loro percorso tormentato. Ma non voglio dire di più, per non rischiare di rovinare a qualcuno il piacere della lettura svelando colpi di scena inaspettati.

Lasciatevi stupire da questo romanzo intenso e coinvolgente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Essere lupo
Certi sconfinamenti
Una buona madre
Se vado via
Ultima chiamata per Charlie Barnes
Finché non aprirai quel libro
Piccole cose da nulla
La stella del mattino
Bournville
Due settimane in settembre
La fornace
Il libro delle luci
Il peso
Notte di battaglia
La vita prima dell'uomo
Le strane storie di Fukiage