Dettagli Recensione

 
Il giro di vite
 
Il giro di vite 2013-03-12 20:19:14 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    12 Marzo, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Giro di vite - commento di Bruno Elpis

Questo romanzo è un esempio di come una grande tensione possa essere suscitata anche senza la violenza delle parole.
Il linguaggio ottocentesco della cultura compassata e vittoriana dell’Inghilterra, più che dire, allude: al male, a fatti terribili, a peccati innominabili.

Un’istitutrice viene incaricata dallo zio di badare ai due nipoti orfani che sono stati affidati alla sua tutela.
Ben presto la donna – spalleggiata dalla governante, la sempliciotta signora Grove - si accorge che, dietro alle sembianze angeliche di Miles e Flora, si nascondono fatti turpi.
Miles viene espulso dal collegio per il fatto “che egli costituisce un pericolo per gli altri”.
“Entrambi i bambini possedevano una gentilezza d’animo che li rendeva … quasi impersonali e certamente difficili da punire”.
“La loro bellezza più che terrena, la loro bontà quasi celeste è un gioco .. uno stratagemma, un inganno!”
“Non sono stati buoni … sono stati soltanto assenti”.

I due bambini sono ostaggio della torbida relazione che hanno avuto con Peter Quint (“c’erano state troppe cose nella sua vita: oscuri episodi e rischi spericolati, turbe segrete e vizi non soltanto sospettati…)” e la sua amante Jessel, la precedente istitutrice (“Disonorata e tragica, stava ritta davanti a me … tenebrosa come la notte, nella sua veste nera …”). Senonché … i due amanti sono morti!

Ciononostante, continuano a visitare la tenuta: come fantasmi o apparizioni.
“Quei quattro, ne potete essere certa, si incontrano continuamente”.

Se è vero che il senso del perturbante è causato dal “doppio”, nel romanzo le coppie abbondano: nei bambini, negli amanti maledetti, nelle torri (“Ce n’erano due di queste torri quadrate e merlate …”)

Come dicevo, l’orrore è sfumato: più alluso che descritto.
“Vogliono prenderseli … per perpetuare tutto il male che, in quei giorni orribili, la coppia ha istillato in loro. E’ per importunarli ancora con la stessa malvagità, per continuare il lavoro del demonio, che sono tornati”.
“Si dicono cose che, se potessimo udirle, ci farebbero semplicemente inorridire”.

Un romanzo notevole, che non può mancare a chi ama la letteratura di tensione. Un bell’esempio di come l’arte espressiva possa indurre emozioni attraverso la sospensione e i rimandi.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Poe, Lovecraft.
Lo splatter dei giorni nostri. Per considerare la differenza ...
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
celocelocelocelo...a breve lo leggerò!! L'ho messo in una sfida di classici :D
Questo libro mi chiama, è da un po' che ne sento parlare, e la tua bella recensione mi ha incuriosito ancora di più!
Pensando al Necronomicon ho qualche riserva su Lovecraft.
In risposta ad un precedente commento
gracy
13 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@Cristina ho l'edizione in lingua originale e in italiano della Oscar Mondadori,pensavo di leggerlo contemporaneamente per migliore il mio inglese :D
In risposta ad un precedente commento
Cristina72
13 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@Gracy: Henry James è tosto anche in italiano, preferisco non cimentarmi con l'originale! Comunque se lo leggi e non ti piace fammi un fischio, niente niente facciamo uno scambio :-)
Sottoscrivo, è tosto anche in italiano. Però Gracy è una che ama le sfide... O sbaglio? :)
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri