Dettagli Recensione

 
Orgoglio e pregiudizio
 
Orgoglio e pregiudizio 2014-10-01 15:00:46 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    01 Ottobre, 2014
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un classico di alto livello

Mentre Mrs Bennet viene descritta come una donna priva di delicatezza ed eleganza, intellettualmente scarsa e mossa della ovvia e naturale necessità di trovare un marito ad almeno una delle sue 5 figlie per salvaguardare la proprietà terriera; Mr. Bennet è un brillante e rispettato gentiluomo, il cui lato ironico spicca indiscusso tra le pagine del romanzo così come il suo particolare rapporto con la figlia Elisabeth. La vita della famiglia Bennet scorre normalmente, arricchita e riempita da lavori da svolgere in casa, problemi quotidiani e passioni che prendono campo, questo, fino a quando non fa la sua comparsa a Netherfield Mr. Bingley, il ricco e scapolo appetibile probabile candidato a nozze. Ed è così che durante un ballo Jane, maggiore delle sorelle e Mr. Bingley si innamorano. E se in primo piano emerge questo sentimento vigoroso ed ineludibile, sullo sfondo un’altra storia prende sempre più campo valorizzata dalla contrapposizione mossa tra il desiderio di Darcy, amico di Mr. Bingley e la testardaggine di Elisabeth. L’altezzoso, orgoglioso, distante e sicuro Darcy è certo di un fatto: grazie alla posizione che la sua estrazione sociale e la sua fortuna economica gli offrono, non può ricevere un rifiuto. I suoi iniziali commenti sulla famiglia Bennet, e nello specifico, su Elisabeth non sono affatto positivi. Cerca di dissuadere l’amico dalle sue intenzioni muovendo dal presupposto della relativa forza economica della giovane e mirando a sottolineare quanto questa aspirasse ad una sicurezza in tal senso. Elisabeth, la meglio delineata tra le protagoniste, non si lascia intimorire dalle sue parole prendendolo immediatamente in antipatia. Quando Darcy si arrende all’evidente sentimento d’amore che nutre nei confronti della giovane, questa non riesce a capacitarsi di come, un benestante ed affascinante, uomo come lui possa interessarsi ad una donna di umili origini quale lei è. Da qui il paradosso.
Elemento cardine del romanzo è proprio la superficialità e testardaggine genere umano di fermarsi alla prima impressione, che talvolta può essere quella giusta, altre no, il non spingersi ad una conoscenza vera della persona, il basarsi esclusivamente sui racconti e sulle dicerie per poter affermare di conoscere tutto di un individuo.
Una storia d’amore scritta ironicamente e che affronta tematiche che spogliano l’animo; una vicenda che vuol far riflettere sui propri errori facendo leva sulla perpetrante abitudine dell’umanità di vivere in bilico tra l’orgoglio e il pregiudizio. Il tratto psicologico con cui la Austen descrive i suoi personaggi è senza dubbio l’elemento che fa la differenza e qualifica il romanzo come un classico di alto livello.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri