Dettagli Recensione

 
Il giro di vite
 
Il giro di vite 2015-09-24 15:34:57 Mario Inisi
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    24 Settembre, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sesto senso

Una giovane istitutrice viene assunta per prendersi cura di due orfanelli: una bambina di 8 anni e un ragazzino poco più grande. I bambini sono adorabili ma l’istitutrice ha il cosiddetto sesto senso cioè vede aggirarsi attorno alla dimora di campagna i fantasmi di due persone defunte che hanno lavorato l’anno prima per quella stessa famiglia. La descrizione delle due persone, fatta a una donna a servizio che da anni lavora per la famiglia, è perfetta per cui dobbiamo pensare che la ragazza non si inventi nulla e che in effetti veda i due defunti. La ragazza dice anche che hanno cattive intenzione, lo sente; e sente che il loro interesse è per i bambini e che li deve proteggere. Detto questo, il racconto è preso come esempio letterario di narratore inaffidabile. Non ho capito perché. Io credo che la narratrice, cioè l’istitutrice sia affidabile come narratrice ma pessima nel suo ruolo di istitutrice. La cosa patologica non è che veda i due fantasmi ma i pensieri ossessivi che da lì prendono il loro corso per cui lei inizia a sospettare che anche i bambini vedano e che vedano più di lei in una escalation di sospetti che avrà conseguenze negative per la salute di entrambi i bambini. I dialoghi con i bambini sono belli nella loro ambiguità: nel dialogo si dicono cose cui istitutrice e bambino danno un significato diverso per cui il loro dialogo sembra tra sordi. E comunque la razionalità della governante e il suo affetto per i bambini non possono nulla contra le forze occulte del male. Nel dialogo è interessante quello che il bambino lascia capire e che la istitutrice sembra non cogliere: il desiderio di attenzione da parte dello zio e una richiesta di aiuto per problemi comportamentali derivati forse da qualche trauma. Ma a questo si allude e non se ne parla.
Interessante il fatto che la istitutrice nella sua razionalità ha un comportamento irrazionale cioè aspetta finchè non è tardi per chiedere aiuto allo zio dei ragazzi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
E.A. Poe
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
intrigante!
bravo
Mi colpì il linguaggio simbolico... L'uso frequente del verbo see nel duplice significato di vedere e capire. Un testo non facilissimo. Bel commento, Mario.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
25 Settembre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Certo leggendolo in lingua madre coglierai centomila sfumature in più.
Grazie Anna e Paola.
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri