Dettagli Recensione

 
Gertrud
 
Gertrud 2018-06-20 19:25:34 68
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
68 Opinione inserita da 68    20 Giugno, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Triangolo virtuale ed esplosivo

Amore assoluto, amicizia, solitudine affettiva, ispirazione artistica, catarsi e rinascita caratterizzano e definiscono Gertrud, romanzo di una vita con accentuata personalizzazione.
Il protagonista,, il violinista Kuhn, sin da bambino vive un amore spasmodico per la musica, musa ispiratrice, consapevole della solitudine che accompagna da subito l’ autentica creatività .
Un amore imbattutosi precocemente nei primi slanci amorosi ed interrotto bruscamente da un incidente fortuito, una vita segnata dalla zoppia e dalla afflizione per la propria giovinezza perduta. Da quel momento la sensazione di essere lasciato fuori, escluso, abbandonato, costretto a guardare gli altri e a non essere preso sul serio dal gentil sesso, mentre qualunque cosa vede ed ode riporta al tempo passato ed alla propria invalidità.
Kuhn vive periodi contrastanti, gioiosi e malinconici, finché tutto si illumina e luce e buio si uniscono fraternamente. Nel viaggio tormentato della vita vorrebbe percepire gioia e dolore come necessari, scaturiti dalla medesima fonte, nati dalla stessa energia e battute della medesima musica.
Ecco un incontro necessario e pericoloso con Muoth, uomo cupo, capriccioso ed imperioso, dai tratti forti e particolari, che impressiona il protagonista nei modi e ne ferisce la personalità, un cantante che prende spunto dalla sua opera e che, al contrario del protagonista, sembra servirsi con grande naturalezza delle belle donne.
Ed allora, nel proprio amore fantasticato ed illusorio per l’ affascinante Gertrud, traspare una solitudine assoluta e quanto la propria vita non sia destinata a pienezza e felicità ma a fragilità, sottomissione e a domande reiterate. Quale la reale diversità ed il vero amore, quale lo scopo della esistenza?
Si consuma una sofferenza protratta, l’ impossibilità di vivere e di morire, uno stato di amore immerso in un desiderio irraggiungibile e vana è la volontà di infrangere ciò che è stato e sfuggire al proprio destino.
L’ uscita dal turbine della giovinezza ed un prolungato periodo di interiorità porteranno ad un cambiamento significativo, la comprensione e l’approvazione della esistenza e della sofferenza, una catarsi che identifica nella produzione artistica la via salvifica accettando il proprio destino, volgendolo al bene con le proprie forze e l’ accettazione consapevole dell’ amore incondizionato ed insostituibile di Gertrud per il marito.
Un romanzo che ben si inserisce nella letteratura tedesca di inizio secolo con temi e trama che riportano al “ Tonio Kroger “ di Thomas Mann, quel senso di solitudine e smarrimento che non si esauriscono con la giovinezza ed una semplice educazione sentimentale ma accompagnano l’ intera vita del protagonista.
Se “Gertrud” vive di slanci emotivi e dell’ assolutezza di un amore negato ma al quale votarsi, successivamente “Rosshalde “ rappresenterà’ la crisi del matrimonio.
Un romanzo a tinte forti, dove l’ azione ed il suo svolgimento lasciano il passo ad una giostra sentimentale a tre, ad un sistema dai marcati tratti psicologici, ad una essenzialità di trama e profondità di contenuti, manifesto dell’ animo umano in tutta la propria complessità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

8 risultati - visualizzati 1 - 8
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Ottimo il tuo dittico di recensioni di Hesse, grazie.
Tutto Hesse, complimenti.
In risposta ad un precedente commento
68
23 Giugno, 2018
Ultimo aggiornamento:
23 Giugno, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie, Hesse è un autore che apprezzo molto per stile e che sto rileggendo dopo diversi anni riscoprendone i contenuti
In risposta ad un precedente commento
68
23 Giugno, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Laura, sto rileggendo Hesse che è un autore che ho sempre apprezzato stilisticamente ed i cui contenuti sto riscoprendo a poco a poco
In risposta ad un precedente commento
siti
23 Giugno, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Rileggerai anche Il gioco delle perle di vetro?
Congratulazioni!! Ho letto questo libro qualche anno fa e con questa recensione mi è sembrato di riviverlo!
In risposta ad un precedente commento
68
25 Giugno, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Sì Laura, un testo sicuramente complesso ma molto affascinante anche se da affrontare dopo altri romanzi
In risposta ad un precedente commento
68
25 Giugno, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Ti ringrazio molto, è la bellezza di alcuni romanzi a stimolare e guidare i commenti
8 risultati - visualizzati 1 - 8

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

In affitto
In tribunale
Bandito
La fattoria delle magre consolazioni
Il possidente
Le torri di Barchester
Deephaven
Racconti di pioggia e di luna
La casa grigia
Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti
L'uccello nero
Il mago
Cristallo di rocca
Il racconto della vecchia balia
Casa Danesbury
Lontano nel tempo