Dettagli Recensione

 
Uomini che odiano le donne
 
Uomini che odiano le donne 2013-07-04 15:59:08 marlon
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
marlon Opinione inserita da marlon    04 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

GIALLO E NON SOLO ....

Il romanzo in questione è il primo della famosa trilogia Millennium e il titolo è eloquente. Si tratta di un bel giallo/poliziesco ambientato in Svezia ai giorni nostri. Uno dei protagonisti è Mikael (Kalle)Blomqvist, giornalista e direttore della rivista d’inchiesta Millennium. Cade in disgrazia e si dimette dopo essere stato accusato di diffamazione dal “finanziere”(criminale e trafficante d’armi internazionale) Wennerstrom. In piena depressione viene assunto dal magnate Henrik Vanger, miliardario e ultra ottantenne, come investigatore privato. L’incarico casca a fagiolo! Perfetto per dimettersi e prendersi una pausa tre le foreste innevate della provincia scandinava …. Ufficialmente si recherà in un paesino sul baltico(paese natale del tycoon svedese) per scrivere la biografia di Vanger. Oltre al lauto compenso, il giornalista avrà anche informazioni scottanti ( scheletri negli armadi dell’alta finanza)come forma di premio. Queste informazioni gli permetteranno di combattere ad armi pari contro quel potere corrotto e marcio. Il potere che il giornalista ha sempre combattuto dalla sua redazione. Coloro che da una scrivania tirano i fili .. In cambio Mikael dovrà indagare sulla sparizione di Harriet, nipote prediletta di Henrik, scomparsa da 40 anni ! Un caso a dir poco misterioso. Una sparizione improbabile in un paesino minuscolo ( il libro ci fornisce anche una mappa !). Ad aiutare Mikael nelle indagini sarà l’incredibile Lisbeth Salander (altra protagonista), una ragazza dalla forza e dal coraggio fuori dal comune! Infatti , oltre ad essere una hacker professionista ( e una punk super tatuata), nasconde un passato a dir poco agghiacciante. Un passato che la renderà dura, intelligente e spietata nei momenti opportuni …. Insieme scoperchieranno molte pentole nella patinata Svezia. Ci mostreranno segreti inconfessabili, fatti di violenze, stupri e omicidi. Ma il passato ritorna sempre per tutti. E anche i protagonisti dovranno vedersela con le ombre che popolano le loro vite.
Il libro, nonostante la sua lunghezza(676 pagine), è molto scorrevole e scritto in modo semplice. E’ avvincente e può piacere anche perché tratta diverse tematiche (amore, omosessualità,ma anche corruzione,degrado sociale, solitudine). Ha avuto un successo planetario per svariati motivi. Una sceneggiatura davvero originale (eccellente la trama), personaggi forti (Lisbeth è diventata un simbolo …) e un seguito che non deluderà. Infatti gli altri due libri della trilogia tratteranno molti argomenti interessanti . Magari sotto certi aspetti meno avvincenti. Ma imperdibili !! ( spiegherò meglio nella recensione del vol. 2). Larsson non è (era) il solito ed inflazionato scrittore scandinavo. Nel romanzo si INTRAVEDE il giornalismo d’inchiesta (la vera professione dell’autore). Ma è solo un assaggio di quello che si manifesterà nei volumi 2 e 3 della trilogia …. Certo potete fermarvi al primo volume (ottimo giallo), ma sarebbe un peccato.
“Uomini che odiano le donne” ci sbatte in faccia l’inspiegabile violenza (sulle donne) e il femminicidio. Non solo. Tra le righe ci rivela come sia sottile il confine tra crimine ed alta finanza. Come ALCUNI membri delle istituzioni siano corrotti e marci. Come da questi venga usata l’arma del ricatto. Come sia terribile la violenza inflitta( fisica e psichica !!). Ma è solo l’inizio …
LETTURA CONSIGLIATA … senz’ombra di dubbio.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Ciao Marlon, perchè dici :
2). Larsson non è (era) il solito ed inflazionato scrittore scandinavo. quali sono questi scrittori inflazionati?
Grazie :)
In risposta ad un precedente commento
marlon
04 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
in questi anni ho notato che gli scaffali delle librerie sono pieni di libri thriller o gialli scandinavi. ( Nesbo, Marklund, Lackberg,Holt ..). Ma Larsson lo considero più uno scrittore fuori dal coro per i temi trattati. Ho magari esagerato con la parola inflazionati, ma noto comunque un aumento di scrittori scandinavi nel mercato italiano dopo il successo della trilogia MILLENNIUM. Ciao !!!
In risposta ad un precedente commento
gracy
04 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Dopo il successo Larsson si, c'è stato il boom eccome!
Ma c'erano anche gli altri che hanno dato un contributo notevole alla letteratura gialla scandinava a partire dagli anni settanta, la coppia Maj Sjöwall e Per Wahlöö, Henning Mankell e nel frattempo Iperborea aveva già pubblicato molti noir e polizieschi scandinavi.
Ormai è passato qualche anno da quando l'ho letto però mi ricordo benissimo l'impressione estremamente positiva che mi aveva fatto, davvero un gran libro. Personalmente almeno un 5 in una delle tre voci l'avrei messo: di libri da 4+4+4 ce ne sono tanti, secondo me, ma questo non è uno dei tanti! Ottima la recensione, hai fatto un gran lavoro.
In risposta ad un precedente commento
marlon
05 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie !!!
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'eredità di Mrs Westaway
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una vita in parole
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri